venerdì 30 gennaio 2009

Abitudinaria

Uffa io ho le mie abitudini e sono dei passi che eseguo scrupolosamente ogni giorno, per esempio controllo almeno due volte al giorno il resto del carlino di Pesaro, leggo almeno una volta i nuovi interventi di alcuni blog di mio interesse scovati in rete in un momento di cazzeggio.
Il punto è proprio questo.. li ho scovati che ormai saranno 2 o 3 anni e ormai era un'abitudine consolidata, accendevo il pc andavo fra i miei segnalibri e selezionavo meccanicamente tutti i blog che ero solita leggere, ok lo so che ora c'è quel fantastico strumento chiamato RSS Feed che mi dice automaticamente se ci sono aggiornamenti ma... non voglio togliermi il piacere di stare col fiato in sospeso mentre uno o l'altro blog si caricano per poi scoprire se c'è un post nuovo o meno.
Ma ultimamente c'è una strana moria nei miei segnalibri.. almeno 4 persone hanno cancellato permanentemente i propri blog e che poi ci rimango male.. l'ultimo proprio oggi: raccontava le "avventure" scolastiche e amorose di un giovane medico.
Non era una storia, era vita vissuta e parlava delle difficoltà della sua tesi, delle persone ignoranti con le quali si scontrava giorno per giorno, degli amori passati, delle scottature, dell'amicizia vera o presunta.. e oggi mi sono accorto che tutto questo ha fatto pouf!!

Blog senza immagini e che raccontano solo ed esclusivamente quello che si fa durante la giornata, magari in seconda o terza o anche alle volte in quarta persona (come parlava Gollum del signore degli anelli) mi fanno proprio cagare; secondo me vanno alternate descrizioni, sensazioni, scazzi, scatti d'ira, ecc..

Ho ben 58 blog che seguo quasi costantemente, scremati di quei 4 che sono stati cancellati.
Ma.. ecco è come se si fosse spento un amico o un'amica, non posso più seguire la sua evoluzione ed io mi ci ero affezionata perdirindina!!
"Il blog non esiste o hai digitato un indirizzo sbagliato", notizia disattesa che quasi mi lascia con l'amaro in bocca.

Io non so se riuscirei a cancellarlo un blog, ne ho fatti tantissimi ma quando si arriva ad un livello di "affezionamento" tale, come questo su splinder, o quello su msn.. buttarlo via è come privarsi di una parte di noi stessi...

mercoledì 28 gennaio 2009

Alle volte..

Alle volte ci sono dei momenti che avresti voglia di vomitare tutto ciò che pensi con un bellissimo urlo liberatorio.. ma non puoi!
Devi trattenerti, devi sorridere e rispondere "Certo!"
Ma il più delle volte il mio essere sovversiva non mi aiuta affatto.
Ma ci sono gerarchie da rispettare e il più delle volte ammettere le proprie debolezze ti porta a soccombere anzichè permetterti di crescere e migliorare.. perciò rimani lì nel mezzo bloccata fra il non dire ma fare senza sapere e posso assicurare che non è una cosa facilmente gestibile.
Mi piacerebbe fare altro che però non coincide con quello che dovrebbe essere la mia qualifica e quindi non posso nemmeno esternare quello che vorrei fare e che farei sicuramente con maggior impegno e voglia di perseguire l'obiettivo.
Chi ha i denti non ha il pane, chi ha il pane non ha i denti.
Nel frattempo il cappio che pende sulla mia testa si sta stringendo sempre di più..
Image and video hosting by TinyPic

venerdì 23 gennaio 2009

Dormire

Poi alla fine dopo una giornata di strippo ho pure preso le goccine per dormire e, non prendendole mai, ha funzionato fin troppo.. mi sono addormentata a metà puntata dei Griffin facendo pure una pessima figura.
Ma tanto Star wars mi fa cagare di suo, Griffin + Star Wars.... bo? Ne ho visto solo un pezzetto :)
Forte ste goccine.. praticamente ho fatto una tirata quasi unica fino alla sveglia.
E poi tanto ormai vanno pure di moda.
Non oso pensare cosa possa succedere se provassi un pò di Prozac..

Insieme

La vita di coppia non è sempre semplice, o meglio, con me presente non lo è mai!!

  1. un giorno perchè al lavoro va storto qualcosa,

  2. un giorno perchè sono in sindrome premestruale,

  3. un giorno perchè sono in pieno smaltimento di cui sopra,

  4. un altro giorno perchè ho la luna storta.


Poi basta un commento detto di traverso (molto intraversato però) o basta semplicemente non trovare l'appoggio che speravo e tutto precipita.
Sono lunatica, e allora?
Fra tanti difetti, un pregio dovrò pure averlo no? Senno quelli che mi sopportano per quale motivo lo fanno?


Ad ogni modo ieri ho trovato pure da discorrere con una che mi rompeva i coglioni perchè dovevo avere la freccia a destra mentre io, in doppia fila, avevo le quattro frecce...
Allora.. capisco che non dovevo stare in doppia fila e forse un insulto per questo motivo l'avrei accettato (ma anche no visto che sono affetta dal punto 3 della lista), però cazzo venirmi a rompere le palle per una freccia o 4.. che poi voglio dire.. fra le due scelte, le 4 frecce erano le più indicate: stronza!!!
Image and video hosting by TinyPic

martedì 20 gennaio 2009

Impotente

Sono affranta!
Sono disperata!
Sono a pezzi!
Era lì che aspettava, era lì che attendeva.. attendeva il mio passo falso!
E si è insinuata!
E' sempre lì, dovunque io guardi..

Ma oggi quella maledetta l'ho eliminata con un colpo di spugna e ammoniaca
So che è ancora in agguato e appena possibile rispunterà
Ma non mi troverà impreparata!!!

Maledetta muffa!!!!!

La mattina

Odio chi la mattina apre la porta di casa, chiama l'ascensore, rientra in casa e incomincia a raccogliere su tutte le robe da portare via.
Nel frattempo arriva l'ascensore ci si piazza un sacchetto davanti e si finisce di traslocare tutta la roba mentre io continuo ad aspettare la fine di questo supplizio per poter andare a lavorare...

venerdì 16 gennaio 2009

Isterica

Ci stavo pensando oggi mentre guidavo verso il lavoro.
Il tragitto non è esageratamente lungo, ma lo è quanto basta per vedere ogni volta un insieme vario di imbecilli e impediti.
Questo post non è femministra perchè purtroppo le più isteriche e impedite alla guida sono le donne anche se, devo ammetterlo, lo sono solo per due motivi:

  1. fanno tardi al lavoro

  2. ci sono i super saldi di fine stagione


mentre gli uomini non hanno un periodo, quelli impediti lo sono sempre!
Detto questo ci sono varie categorie di guidatori che ti mettono un nervoso allucinante addosso.

Le isteriche.
Un esempio di donna tipicamente isterica è all'uscita di una rotatoria che da due corsie occorre incolonnarsi in una unica. La donna isterica piuttosto che cederti il posto si stampa sul paraurti della macchina davanti e scatta come una molla rotta, fa quei scattini del tipo "accelero a manetta e freno di colpo".
Per queste non c'è rimedio, la consolazione è guardarle divertite mentre si rodono il fegato pur di non lasciare il posto in cui si trovano pensando all'ulcera perforante che si sta insinuando nel loro stomaco.

Gli impediti.
Sono quelli che vanno o troppo piano o stanno nel mezzo o non sanno usare le rotatorie. Sono quegli individui che spezzano la fila e rompono le palle agli altri.
Da menzionare in particolar modo quelli che per uscire dalla rotatoria lo fanno dalla corsa interna e tagliano bellamente la strada.

giovedì 15 gennaio 2009

Sferzata di buonumore

Queste mi risolleverebbero qualsiasi giornata!

Image and video hosting by TinyPic

Immagine presa da Oh my shoes!

lunedì 12 gennaio 2009

Ossessiva compulsiva

Presa dal raptus della depressione post vacanziera sabato ho sentito il bisogno di andare nel mio negozietto preferito.
La commessa mi ha subito riconosciuta ed ha incominciato a sfregarsi le mani...
Presa dal mio solito shopping ossessivo compulsivo e aiutata da due donnine non da meno, ho preso una giacca e un tubino di Pinko il tutto nero e un altro tubino bianco di Liu Jo.
Non mi entusiasmavano così tanto ma ero presa dalla foga dello shopping giusto per avere un ultimo momento di euforia prima del ritorno.
Insomma... spesa complessiva arrivata come un'ascia sul collo: 422 euro.
Ovviamente non è mancato il mega cazziatone a casa, in effetti avrei dovuto rifletterci di più ma poi avevo la solita commessa smanacciona che, secondo lei, tutto mi stava così bene (ettecredo deve vendere) e stessa cosa con le compagne d'acquisto.

Forse uno dei buoni propositi dovrebbe essere quello di non farmi tappare la vena dallo shopping ossessivo compulsivo.

venerdì 9 gennaio 2009

Vacanze e propositi

Le vacanze sono terminate, oggi ultimo giorno di ferie all'insegna della noia più assoluta.
I giorni precedenti, invece, li ho vissuti molto più intensamente tutti quanti a Pinzolo, ben 14 giorni di neve, montagna e animali (domestici e non, quadrupedi e non).
Ho rivalutato la montagna circa tre Natali fa quando ho vissuto la mia prima esperienza montagnola in compagnia ed  è incominciata a piacermi tanto quando ho deciso di avventurarmi per le piste ed imparare ad andare in snowboard.
Di mio sono piuttosto timorosa e vincere la paura della velocità è stata l'impresa più dura, ho incominciato a fidarmi della tavola, delle mie gambe e il 26 ho finalmente vinto l'ignoto incominciando a girare.
Ora sono in depressione post vacanze, a nulla sono valse le scarpette nuove che ho comprato e nemmeno gli stivali, sono afflitta e annoiata e, invece di godermi questi ultimi due giorni penso già con nostalgia a quelli passati.
La novità più dolce di quest'anno è questa qua sotto, comparsa improvvisamente a Capodanno (verso le 4 di mattina), rimasta con noi fino al 5 gennaio e poi tornata dai suoi padroni.
CinquinaBuoni propositi per ora non ce ne sono, o meglio ci devo ancora pensare... cioè insomma cacchio sono sempre gli stessi, in primis rimettermi in forma, ma di andare in palestra non ne ho più voglia, tanta fatica per non perdere nemmeno un chilo.
Vorrei incominciare ad essere un pò più femminile ma poi in realtà il mio lato maschiaccio è quello che adoro di più e che mi toglie molto spesso dagli impicci più imbarazzanti.
Vorrei poter modificare tante piccole cose del mio passato ma in fin dei conti non posso chiedere di meglio del presente che sto vivendo e... modificando il passato probabilmente andrei a toccare anche il mio presente e questo non lo voglio.
Forse l'unica cosa che mi augurerei per il 2009 è un buon equilibrio in tutti i campi della vita e anche se andasse come il 2008 non sarebbe affatto male (a parte due persone che sono volate via).