venerdì 29 gennaio 2010

Che palle

Oggi è la giornata dello sconforto, mi chiedo che cosa ci sia che non va, perchè non merito un pò di tranquillità? Non chiedo tantissimo, chiedo della semplice tranquillità..


Del tipo che mi alzo la mattina e sono tranquilla, vado al lavoro e sono tranquilla, torno esco e vado a dormire e sono tranquilla e invece no...


Mi alzo e già mi agito perchè devo prendere le medicine, le ho finite e devo ricomprarle, poi ripenso se ieri ho preso la pillola, poi guardo sospiro e.. sì l'ho presa! Vado al lavoro ma è già tardi, arrivo e ci sono mille mila scadenze sempre, poi mi giro e mi rigiro vedo cose che mi turbano, ripenso e mi turbo da sola, la macchina è out almeno fino a martedì "se sono fortunata". Esco e mi ricordo che devo fare la spesa, la valigia e chissà che altro. Vado a dormire e solamente pregando un pò riesco a dormire.. ormai è come cantare la ninna nanna...

giovedì 28 gennaio 2010

Verve

La mia vena poetica si è assopita.
L'unica dichiarazione che posso fare è che, nonostante tutti i buoni propositi, e tutti i buoni intenti per cercare di vedere le cose sempre dal lato positivo, quest'anno è un anno di merda in tutto.
Non è ancora finito gennaio e sto a pezzi, non c'è una cosa una che mi vada bene, forse l'unica è il lavoro.
La salute c'è ma è precaria e siccome fra poco andrò a sciare mi sono già ripromessa di fare assolutamente l'assicurazione.

lunedì 25 gennaio 2010

No comment

Meglio non rilasciare commenti.. potrebbero risuonare come bestemmie fitte..

martedì 19 gennaio 2010

Obiettivi

Mi sono fissata un pò di obiettivi, ho cominciato appena una settimana fa, qualcuno è già stato raggiunto, qualche altro sembra così lontano..
Non riesco a mettermi nell'ottica giusta!

venerdì 15 gennaio 2010

Ma...

Ma se al lavoro quel che faccio mi piace e non ho motivo per lamentarmi, perchè ci pensano gli altri per me?
Saranno mica affari miei? Non c'è mica bisogno di prendersela a cuore.. a me sta bene così.

giovedì 14 gennaio 2010

Assuefazione

Alla fine vivere senza msn, skype, gtalk, facebook ecc.. non è così drammatico.
Sto cercando di uscirne.. tempo fa praticamente passavo le giornate a cliccare per aggiornare la bacheca di facebook, adesso invece mi connetto, controllo i messaggini in posta, vedo se qualcuno ha commentato il mio profilo, aggiorno lo status (se mi va) e poi chiudo tutto.
Si vive molto meglio!
Per non parlare delle chat, che poi alla fine ti ritrovi a parlare del tempo, dici qualcosa tanto per dire e chiedi cose giusto per dimostrare affetto e poi onestamente te ne frega ben poco; mi sono accorta che infatti più di una volta mi capita di chiedere una cosa e puntualmente la volta dopo richiedo la stessa cosa, semplicemente perchè non mi interessa la risposta ma l'interazione perciò.. che senso ha?
Tanto meglio prendere la macchina e andare a chiederlo di persona magari di fronte ad una bella tisana ai mirtilli, carne secca affumicata e piccante ed un film, se poi mi porto dietro anche Fra il divertimento è doppio!

mercoledì 13 gennaio 2010

Auto di scortesia

Ho una bellissima punto S del 94 penso... non ha praticamente niente se non 4 ruote,  un motore, una carrozzerria ammaccata, dei sedili sfondi ed uno straccetto prestato da T. e mai più restituito :P che serve per sbrinare il parabrezza. Non ha veramente altro!
Ma.. ho scoperto che possiede l'innovazione dell'anno lo "Start&Stop", in pratica ogni volta che mi fermo e metto in folle il motore mi si spegne automaticamente: lo chiamano risparmio energetico, non è apprezzatissimo da chi mi segue ma è pur sempre un passo avanti nella tecnologia....
Maledetto minimo che non tiene!

martedì 12 gennaio 2010

Presagio

Mi balla l'occhio destro da troppo tempo ormai.. sono tre giorni consecutivi e solitamente è segno di un presagio oscuro.
Già qualcosa è successo, qui ieri, ma l'occhio continua a ballarmi perciò non è quello.


Lasciandomi trasportare non dal pessimismo ma bensì dall'essere sempre ottimisti, potrei pensare che potrebbe essere solamente un fattore di stress.. il fatto è che il mio pensiero fisso è su mia mamma.. è tornata a star male anche lei, ha sempre quel dolore fastidioso sotto le costole che non la lascia dormire.. non posso nemmeno pensarci...

lunedì 11 gennaio 2010

2009

Ho riaperto i blog e il modo migliore per farlo è tirare le somme di questo anno che è passato.
Con forza e veemenza posso dire che è stato a dir poco disastroso.
Essendo onesta fino in fondo, fino a giugno non mi sembrava male, anzi avevo ripreso anche a fare sport, poi il tracollo, ma non ha proprio senso parlarne, non ne vale la pena o per lo meno non qui.


Dicevo.. nonostante il bilancio sia più negativo che positivo, voglio comunque scrivermi una lista di punti positivi che quest'anno mi ha regalato, perchè nella vita occorre essere propositivi e ottimisti; lamentarsi e non sorridere non portano da nessuna parte (ecco forse già questa affermazione potrebbe far parte di uno dei primi punti della lista).



  1. Ho scoperto di potermela cavare anche in situazioni totalmente avverse (come ritagliarmi un piccolo spazio piacevole nella mia situazione lavorativa).

  2. Ho scoperto che l'ottimismo e il sorriso ti fanno sembrare una persona migliore, poi sta a te dimostrare la veridicità ma partire con il piede giusto è sempre una cosa buona.

  3. Ho riscoperto la Fede (ok questo punto è marginale perchè ho deciso di riprovarci a Natale quindi ormai l'anno era agli sgoccioli), ad ogni modo tornare a Messa mi tranquillizza l'animo.

  4. Ho scoperto che non è mai tardi per chiedere scusa.

  5. Ho fatto innamorare due persone importanti per me ed ho potuto gioire, nel mio piccolo, dei loro passi avanti e dei loro successi (.. ti voglio bene sorella..)

  6. Ho scoperto che le cose non dette, non fatte, non vissute non hanno senso di esistere.

  7. Ho scoperto che fare introspezione con se stessa è doloroso ma aiuta a capire gli sbagli.

  8. Ho scoperto che le cose vanno dette, anche se troppo tardi per recuperare, in questo modo so di non avere rimpianti o rimorsi perchè io sono stata sincera e di conseguenza ho realizzato il punto 7 e il punto 4.

  9. Ho scoperto che lavorare non serve solo per vivere, ma ti aiuta a rapportarti con gli altri, a trovare sostegno e, perchè no, delle amicizie.

  10. Ho scoperto che le persone non sono così come sembrano e che c'è sempre tempo per ricredersi (al lavoro mi sono ricreduta su una persona che mai e poi mai avrei pensato potesse essere diverso da quel che mostra tutti i giorni.. probabilmente è il suo ruolo che gli impone la maschera di "stronzetto", in realtà è una persona umanissima).

  11. Ho scoperto che posso essere diversa soltanto se sono onesta con me stessa in primis.

  12. Ho scoperto che i fallimenti vanno accettati e l'unica cosa che rimane è andare "oltre", raramente si può rimediare, occorre solamente accettare la cosa, chiedersi perchè, imparare e andare avanti (tratto direttamente dalla puntata del dott. house di ieri).

  13. Ho scoperto che essere onesti può far male, ma non esserlo può logorare un rapporto (quando troverò le forze adotterò il punto 4  per T.)

  14. Ho scoperto che se se ne ha la possibilità vale sempre la pena rimettersi in gioco e rischiare perchè le cose han sempre e solo due risultati: o va o non va. Nel primo il rischio ha ripagato lo sforzo, nel secondo caso non si è perso niente di più di quello che era già stato perso prima.

  15. Ho scoperto che non è mai troppo tardi per fare le cose (ho imparato ad andare in snow a 28 anni).

  16. Ho scoperto che potrei essere pronta per costruire una famiglia, ma che la cosa va fatta prima con la testa e poi con tutto il resto.

  17. Ho scoperto che per stare bene, purtroppo, non dovrei abitare sopra i miei genitori ma che al momento non ho le forze necessarie per rendermi ancora più indipendente.

  18. Ho scoperto che i genitori ci sono, nonostante tutto! E che lottano con te e soffrono con te.

  19. Ho scoperto che posso essere una persona migliore.

  20. Ho scoperto che l'amore esiste ed è un'arma a doppio taglio.