mercoledì 10 novembre 2010

Siringhe

Questa notte ho sognato siringhe.. in realtà poi non erano altro che un contorno del sogno perchè era più articolato ma mi sono ricordata principalmente questo particolare.
In altre parole ero in un ambiente rilassante coi miei colleghi, una sorta di "Opera buffa" (per chi non lo sa, è un pub della mia zona con tanti divani e poltrone), ecco eravamo su dei divani, tutti belli spaparanzati.. c'era fumo nell'aria, un pò come prima della legge antifumo.
Mi ricordo in particolare di tre colleghi, solitamente molto parchi nelle loro vite, i soliti considerati buoni tranquilli e affidabili.
Uno di essi, sportivo, fidanzatissimo e molto credente nella realtà, non faceva altro che tentare di bucarsi con delle siringhe da insulina, ma non ci riusciva perchè l'ago gli si piegava ogni volta.
L'altro: sportivissimo, super salutare e con solidi valori morali nella realtà, non faceva altro che accendersi uno spinello dietro l'altro e sballarsi quasi fino al coma.
L'ultimo: padre di famiglia, fermamente credente nella famiglia e papà premuroso, non faceva altro che cercare di avere un rapporto con me.
Da precisare che mi vengono i brividi anche solo a pensare di avere rapporti con lui, per carità bravissimo, cordiale e molto disponibile, ma non propriamente bello.

Il mio stato d'animo era rilassato e tranquillo per poi diventare ansioso e angosciante.
Ovviamente non ho trovato un cazzo su internet in merito alle siringhe.. gli unici che si sono sbilanciati in una interpretazione, più o meno hanno indicato questo:
1. che sto vivendo una situazione soffocante e non trovo pace
2. la siringa è un simbolo fallico: inteso che ho paura ad interagire con l'altro sesso, in particolare temo il birillo moscio (dedotto dall'ago che si piega) O_o

Il resto non ho cercato perchè l'unica cosa "impressionante" che ricordo erano tutte queste siringhe con gli aghi piegati..

0 pensierini:

Posta un commento