sabato 24 dicembre 2011

Sotto l'albero

Piove, governo ladro. Si dice così di solito..
Invece oggi c'è la serata sotto l'albero e se piove forse non si va.
Il grinch ha colpito ancora!


mercoledì 21 dicembre 2011

Coperta

Serenità: questa parola  mi perseguita dall'estate del 2009 circa.
La inseguo da un po' e speravo che fosse più semplice raggiungerla forte del fatto che facendomi aiutare sarebbe stato tutto un po' più in discesa.
Non è così.
Ieri, però, è successa una cosa: a fine turno ha suonato alla porta una persona infreddolita con un cagnolone ci chiedeva una coperta per poter passare la notte.
E' un senza tetto e non poteva entrare alla città della gioia perché il suo amico a quattro zampe non poteva entrare.
Ci stava chiedendo una semplice coperta: aveva freddo e vivere in tenda sulle sponde di un fiume, di questi tempi, non dev'essere una passeggiata. Coperte dovevano essercene un casino e invece non ce n'erano perché i soliti furbetti (e sì scusate se cado nel razzismo) le han chieste a tutti i volontari di turno (ovviamente sempre diversi) e se le sono intascate, alla fine una ce n'era ma di quelle che si tengono sui piedi quando si è sul divano con il riscaldamento acceso.
Questa notte non ho dormito, per la prima volta ho pregato per qualcun'altro (non che non lo faccia mai, ma l'ho fatto col cuore), ho pensato che sto perdendo un sacco di tempo a cercare qualcosa dentro di me: serenità, felicità, ...tà, ...tà tutte cagate. Una coperta..
Mi sono addormentata col pensiero che quella notte lui e il suo amico a quattro zampe si siano addormentati vicini e ranicchiati sotto quella coperta; mi sono risvegliata con l'angoscia che se quella coperta si fosse bagnata non avrebbero più avuto nemmeno quella.

martedì 20 dicembre 2011

Natale nell'aria

Ieri ho consegnato il mio primo regalino di Natale, fatto quasi tutto a mano per Chiara.
Mi frullava sta cosa in testa da un po' ed era una sfida con me stessa anche perché io di biscottini e marmellate non ne ho mai capito nulla.
I biscottini mi sono riusciti, la marmellata un po' meno.
Come se non bastasse, ieri, mi sono beccata pure una super cena da Capodanno con tutte le bontà fatte da lei e pure un regalino per me :D le papucciotte per stare in casa!
Natale è nell'aria e devo ancora capire quali possano essere i miei propositi per l'anno nuovo.
Una volta li ho scritti, sembravano avere un senso, ma poi l'anno è andato a rotoli.. forse peggio di quello precedente, quindi ancora devo decidere se rifletterci su e fare comunque una lista oppure fregarmene e pregare che anche questo Natale-Capodanno-Befana finisca presto!

mercoledì 14 dicembre 2011

300

No, non è un film, è il numero di paia di scarpe che la Pellegrini dichiara di possedere.
Conoscendo poi i gusti di Federica per Le Silla, suppongo che in media abbia speso 200 euro al paio.
Insomma.. da quando mia mamma ha sentito questa notizia ha tirato un sospiro di sollievo, pensava che io fossi pazza con le mie 40 paia (circa) :D

Paperino's

Qualche giorno fa ho cambiato dentifricio, dopo aver usato due volte consecutive il Colgate per i denti sensibili, che mi ha un po' smagato, perché dopo un po' di tempo dall'apertura diventava tipo calcina di cemento, ho comprato Sensodine sempre per denti sensibili con in più l'illusione di avere i denti più bianchi e...
Sorpresa delle sorprese!!
Il suo sapore ricorda tantissimo il mio dentifricio da piccolina, il Paperino's al fluoro.
Amavo lavarmi i denti però mettevo un po' di dentifricio sullo spazzolino e un po' me lo mangiavo: sapeva di fragola ed era gustoso!
Attualmente non so resistere, non me lo mangio ma mi assaporo tutto il suo gusto!

martedì 13 dicembre 2011

Converse

Lo dico?
Le Converse fan cagare al cazzo! Non dico esteticamente, anzi su quel fronte hanno un loro perché.
Il problema è che tengono un freddo di Dio.. certo che le ho comprate invernali, sono pure imbottite con finto pelo di istrice!
Il problema è che posso mettermi anche un mammut addosso, ma quando ho queste scarpe, mi si gelano i piedi ed ho costantemente freddo!

News

Altra seduta, altro regalo!
Questo giro sembra quasi che io sia innamorata di un uomo ideale che, guarda caso, ricalcherebbe mio padre.
Oddio, è vero che al peggio non c'è mai fine, ma ricordo che, fin da piccola, ho sempre suggerito a mia mamma di cambiare aria finché faceva in tempo.
Non che mio padre sia una cattiva persona, semplicemente è molto permaloso, vuol mettere sempre i puntini sulle "i", lui fa tutto ed è l'autore di tutto; tanto per dirne una.. se il cane non ha paura del vento, o delle foglie o dei gatti, è merito suo, non può essere semplicemente che, crescendo, il cane abbia imparato a convivere con gli elementi di tutti i giorni. Come è suo il merito di tante altre cose.
Non sarebbe un male, nel senso che ognuno di noi ha pregi e difetti e l'essere permaloso, puntiglioso e un po' egocentrico è il male di molti.
Il problema è che poi non è brillante, non coglie al volo le sfumature, ascolta solo quello che vuol sentire.
Insomma, in tutta onestà, se dovessi pensare al mio uomo ideale non credo proprio che ricalchi mio padre e, per dirla tutta, non credo che prenderei nemmeno un parte di lui!
Per fare un esempio.. se ripenso ai miei ex probabilmente il ragazzo ideale potrebbe essere composto con parti prese un po' qua un po' là, insomma una sorta di frankstein, ma di mio padre proprio non mi viene in mente nulla.
Anche nel fare di tutti i giorni non vorrei prenderlo di esempio: ricordo che potevo comprare solo merendine in offerta, il menù della settimana andava deciso il giovedì, quando, cioè, arrivava il volantino delle promozioni e si componevano colazioni, pranzi e cene da lì fino al mercoledì successivo; ricordo le scarpe del mercato che mi causarono la tallonite, ricordo le tute con le due bande anziché tre (adidas).
Insomma, la mia infanzia è stata di compromessi.
Certamente non cambierei nulla di quel che è passato, perché alla fine sono cresciuta sana anche coi prodotti in offerta però se ogni tanto avessimo potuto mangiare quello che ci andava...
Poi però alla fine ho avuto sempre tutto, il motorino, la macchina, una casa, l'istruzione, insomma non posso lamentarmi però certamente ad oggi se mi va qualcosa non mi trattengo solo perché non è "in promozione".
Non so che dire.. le cose e il modo con cui ho vissuto fino ad ora si sta sgretolando piano piano.. mi sembra di cadere sempre più in basso e intanto il Natale maledetto si avvicina..

lunedì 12 dicembre 2011

Senso del dovere #2

A 18 anni la mia storia col primo morosino è finita e la piscina no. Di lì a poco mi sono diplomata e l'idea di base era "mai e poi mai l'università, altrimenti che cacchio avevo fatto a fare ragioneria con indirizzo programmatore"?
Invece.. idea!
Se andavo in un posto che i miei ritenevano sufficientemente lontano per avere un appartamento (è bastato Cesena) e se fingevo di volermi laureare (altro sogno nascosto e mai realizzato di mio padre), era fatta!
Avrei pensato in un secondo momento al fatto che non mi sarei mai laureata: un problema per volta.
Ho scelto tale "scienze dell'informazione", bò.. mi piace scrivere pensavo fosse qualcosa tipo media, giornalismo o vattelapesca cosa.
Invece era una facoltà di scienze matematiche fisiche e naturali, più volgarmente chiamata "informatica".. poco male tanto una laurea non mi interessava.
Invece poi ho incominciato a seguire una lezione, poi due, ho conosciuto persone interessanti, nuovi amici e soprattutto una casa mia con tre coinquiline fantastiche e.. alla fine in cinque anni, tac la laurea 106 per una roba che nemmeno mi ero scelta.
Ovviamente rimpianti a gogò visto che io avrei preferito medicina, veterinaria, ingegneria.
E comunque il senso del dovere è rimasto sempre lì: ogni giorno di quei cinque anni ho sempre dovuto sottostare alle telefonate dei miei che percepivano da lontano se ero a casa, in giro o se facevo "qualcosa che non dovevo" (es. andare in disco per la festa universitaria).
Altra vessazione subita per il mio senso del dovere era il ritorno obbligato di tutti i weekend a casa per subirmi le chiacchiere inutili e i consigli superflui dei miei su come dovevo affrontare l'università, su come mi sarei dovuta comportare fuori di casa, ecc...

Sempre per senso del dovere ho affrontato la mia prima convivenza nella seconda casa dei miei (esattamente sopra alla loro e raggiungibile sia da una scala interna, sia esterna): mi sembrava così brutto non sfruttare anni e anni di sacrifici e di soldi messi da parte per andare a vivere in una casa  più piccola e non completamente nostra.
E la mia storia è andata a rotoli.

Il senso del dovere continua tuttora, cerco sempre di fare cose che possano compiacere i miei genitori, in particolare mio padre, per scoprire che nulla va mai perfettamente bene.
La psico sostiene che dovrei arrabbiarmi una volta per tutte, che dovrei incazzarmi per benino, invece preferisco adottare sotterfugi da 14 enne se voglio uscire senza farmi accorgere, evitare scontri diretti per non incappare in domande che non voglio sentire.
Stessa cosa, sostiene, è stata per tutte le mie esperienze: secondo lei le persone che mi circondano sanno che, insistendo un pochino, lavorando sul senso di colpa o semplicemente facendomi regali, riescono ad ottenere da me quello che mio padre otteneva col nuoto.

Conclusione (mia): sono in balia degli altri, non ho mai vissuto una mia vita.. e adesso come faccio a riprenderla? Ma soprattutto, nel caso ci riuscissi, come faccio a viverla? Non sono mica in grado!

Senso del dovere #1

Ecco qual è, secondo la mia psicoterapeuta, la ragione di tutti i mali o per lo meno l'ultimo trovato.. quello precedente sembrava essere l'altruismo che non mi permetteva di ascoltare me stessa.
Bene, da dove deriva questo senso del dovere?
E' incredibile che questa storia  mi sia uscita soltanto ora anche perché solitamente è la prima che racconto a tutti quelli con cui prendo un po' di confidenza, raccontandogli della mia infanzia e adolescenza.
Il nuoto!
Porca troia nasce tutto quanto da quegli anni lì.
Ho incominciato a nuotare, con mia cugina, all'età di 3 anni: precoce e subito lanciata in acqua senza capricci! Ho nuotato tanto e mi piaceva tanto: le gare, i collegiali, le pizze dopo le competizioni, i compleanni con quelli del nuoto..
Poi si cresce e cresce anche l'impegno: si nuota un'ora la mattina prima di andare a scuola, si va a scuola e si dorme sui banchi, si esce e si torna a nuotare per due ore poi, se tutto va bene si poteva tornare a casa a studiare, altrimenti, tre volte a settimana, si faceva anche allenamento a secco (palestra).
Arrivata a 13 anni, le prime cotte, il primo sentirsi grande, io e mia cugina abbiamo deciso che volevamo smettere ma mentre per mia cugina è stato semplice perché nulla le è mai stato imposto; per me no.
Io non potevo smettere perché avevo la scoliosi, mi pareva buona come scusa ed ho proseguito ma il mio rendimento ha incominciato a scendere e le ripercussioni erano tante: i miei che seguivano i miei allenamenti e mi suggerivano da dietro il vetro come battere le gambe oppure tenevano il viso imbronciato se per caso non rendevo abbastanza.
Alle gare era un continuo "se batti Tizia ti faccio un regalo" e puntualmente i risultati venivano disattesi e seguiva il viaggio di ritorno pieno di insulti sul fatto che agli allenamenti andavo bene ma poi alle gare "sembra che lo faccio apposta".
Non mi è mai andata giù questa frase: ho sempre fatto del mio meglio anzi di più perché pensavo che se avessi dimostrato di saper fare e di ottenere risultati, magari c'era possibilità di smettere al top.
Invece niente sempre peggio.. un giorno mi sono persino chiusa in camera e mi ero ripromessa di non uscire per nulla al mondo, poi la minaccia "guarda che chiamo i pompieri!" e lì sono crollata.. ho immaginato questi "poretti" abituati a salvare vite costretti a venire in casa nostra a buttar giù una porta perché io non volevo andare a nuotare e così.. mesta mesta, ho aperto la porta e mi sono lasciata portare agli allenamenti col solito groppo sullo stomaco.
Poi il primo moroso, all'età di 16 anni e la ribellione totale: non voglio più andare in piscina e basta! Ho smesso, ma era solo un'illusione.
Mio padre dopo pochi mesi aveva già pronto un contratto che prevedeva l'elargizione di una paghetta (ridicola), un lettore mp3 di ultima generazione, l'uso del motorino (lo avevo già ma non potevo usarlo senza la bolla papale controfirmata da entrambi i miei genitori), una tuta nuova, uno spiraglio di mezzora in più il sabato sera (dalle 23.30 alle 24) e.. udite udite.. il viaggio in Carpegna ogni volta che andavano su i genitori del mio morosino in maniera tale da poter stare sempre insieme!
Se non accettavo le condizioni non saremmo mai andati in Carpegna quando andavano loro ma, anzi, si faceva il week che loro non c'erano e non ci saremo mai visti.
Non ho potuto non accettare ed eccomi nuovamente nello sconforto degli allenamenti senza fine e delle gare infami.
Non mi piace la competizione, non mi è mai piaciuta e ci ero dentro nuovamente con tutte le scarpe e mia madre che perpetrava l'idea assoluta di mio padre che "il nuoto mi faceva soltanto bene" e che visto che lui non poteva andarci perché era allergico al cloro, io dovevo fare ciò che lui non poteva fare.

giovedì 8 dicembre 2011

Complimento

Sei la prima ragazza che vedo che per mettersi quel coso li (il mascara n.d.r.) non sta con la bocca aperta!

martedì 6 dicembre 2011

Bisogni

Ho tanto bisogno di respirare! Boccata a pieno polmoni.

Quasi una donnina

Ok, ammetto la mia inferiorità: non riesco più ad allineare il testo accanto all'immagine, modificando pure da html.
Comunque la notizia sensazionale è che quelle sopra sono le mie unghie! Potrebbero apparire quasi femminili, insomma potrei quasi essere diventata una donnina.
Sono unghie posticce ma fanno tanto "ragazza per bene", poi vabbè chi mi conosce e mi sente ruttare il nome della mia cagnolina, lo sa bene che di femminile ho giusto i capelli lunghi e un corpo più o meno simile a quello di una ragazza.
Insomma volevo condividere con voi questa notiziona, tutto qua!

lunedì 5 dicembre 2011

Quando leggi..

Azienda ****** ricerca per assunzione immediata a tempo indeterminata segretaria/o di direzione.
La figura dovrà avere un' esperienza ventennale documentabile, avrà compiti di supporto generale, come ad esempio organizzare e gestire l’agenda, gestire e archiviare la corrispondenza e filtrare le comunicazioni in ingresso e in uscita, organizzare riunioni, redigere verbali, scrivere rapporti, redigere lettere e comunicazioni e gestire il flusso informativo verso altre funzioni aziendali o verso l’esterno, gestire gli archivi informativi (privacy, procedure, documenti interni), diffondere procedure, regolamentazioni e prassi aziendali.
Avrà compiti di carattere funzionale, svolti ad esempio nell’ambito delle relazioni pubbliche come supporto alla pianificazione e all’organizzazione logistica di eventi, alla redazione di testi di carattere istituzionale e promozionale (discorsi, comunicati stampa, ecc.), nonché al reperimento di risorse specialistiche.
In ambito amministrativo supporterà la direzione nella pianificazione e nella programmazione economica, nella gestione dei rapporti con clienti e fornitori e nella pianificazione degli approvvigionamenti.
Nell’ambito delle risorse umane essa fa da supporto alla gestione delle informazioni sul personale, nonché all’organizzazione della formazione e del reclutamento tramite i servizi per l’impiego, le agenzie di recruiting o le agenzie interinali.
La figura dovrà essere in grado di utilizzare i tradizionali supporti al lavoro d’ufficio (telefono, fax, fotocopiatrice, rilegatrice, ecc.) e gli strumenti informatici (programmi per la redazione di testi, l’elaborazione di calcoli e la gestione di archivi) compresi quelli legati ad Internet (posta elettronica, motori di ricerca, gestione delle funzioni di base dei siti aziendali, archiviazione di articoli e pagine web). La padronanza della lingua inglese e italiana parlato/scritto è indispensabile e fondamentale
Più in generale, questa figura deve possedere buone doti di problem solving e deve saper gestire le relazioni con i colleghi, i superiori e i collaboratori esterni.

Se avessi tutte queste competenze mi accontenterei di fare la segretaria? Secondo me questa gente è un tantino esagerata.
Si sono scordati di scrivere: è gradito avere una scopa in culo infilata, in questo modo camminando e sculettando si adempierà anche al compito di pulire l'ufficio!

venerdì 2 dicembre 2011

E non ho altro da aggiungere..

http://www.benessereblog.it/post/7565/imparare-a-dire-di-no

Avis

Non ricordo nemmeno se avevo parlato dell'Avis, o forse sì di qualche cena fatta insieme o di qualche aperitivo scroccato.
Ad ogni modo, domani che sarebbe il classico giorno da letargo, dovrò svegliarmi come per andare al lavoro per recarmi allo scientifico.
Facendo volontariato anche presso l'associazione Avis ed essendo una persona che non sa mai dire di no, mi hanno coinvolto nella divulgazione del gesto "donare sangue" presso le scuole di Pesaro.
Non dico che non sia una cosa giusta, dico soltanto che non sono la persona più adatta perché io stessa non dono sangue.
Non dono sangue principalmente perché ho una paura fottuta, ma ho comunque deciso di provarci e sono stata dichiarata "non idonea" per due volte e non ci ho più riprovato.
Ho comunque deciso di dare una mano all'associazione per quel che riguarda le questioni più pratiche come vendere le castagne in piazza, aiutare e collaborare durante le manifestazioni in cui Avis partecipa ecc..
La cosa delle scuole è piovuta un po' dal cielo proprio perché nessuno se ne voleva occupare.
Non è che sia una cosa così pallosa ma è gestita male, anzi malissimo, si va nelle scuole, si racconta la storia dell'Avis, dei gruppi sanguigni e tutte quelle cose che probabilmente si potrebbero tagliare o per lo meno ridurre; per poi consegnare dei volantini aspettandosi domande.
Domande che puntualmente non arrivano quando a parlare loro è un vecchio dottore o una persona un po' anziana. L'unica volta che ero da sola, invece, è stata una cosa molto più divertente e le domande sono fioccate.
Detto questo, ci andrei volentieri da sola, ma vorrei essere libera di dire quel che mi pare invece han sempre tentato di rifilarmi roba da studiare.
In pratica, dall'anno scorso mi ero ripromessa di non accettare più di andare alle scuole e, invece, eccomi qui: domani ore 8.30 allo scientifico per fare quattro classi e temo che sarà così fino a primavera.
Che palle! Perché mi inculano sempre?

mercoledì 30 novembre 2011

Città della gioia


Non ricordo e non ho nemmeno voglia di guardare, se vi ho già parlato della città della gioia.
Insomma da un po' di tempo, poco a dire il vero, faccio volontariato presso questa struttura.
Sono alla costante ricerca di nuovi volontari e i compiti da ricoprire sono diversi: si va dalle pulizie, ai turni serali, ai turni notturni.

La struttura ospita fino a 7 senza tetto per un totale di 10 giorni (se non erro), gli ospiti possono essere solo di sesso maschile e già la scelta, a mio parere, è piuttosto opinabile, ovviamente è un mio giudizio e mio rimane.
C'è anche da dire che donne senza tetto non se ne vedono in giro, una spiegazione precisa non so darmela, non  credo che noi donne  siamo più scaltre degli uomini, probabilmente deriva dal fatto che durante un divorzio o una qualsiasi causa, le donne, specialmente con figli, siano maggiormente tutelate; ma non spiega comunque il fatto di vedere sempre così tanti uomini a vagabondare rispetto a noi donne.
Per il motivo di cui sopra, visto che gli ospiti son tutti uomini, il turno notturno può essere fatto soltanto da volontari di sesso maschile.
Io faccio parte dei volontari che fanno i turni serali: si tratta di arrivare prima del loro ingresso, dare una spazzata, una pulita veloce e lo straccio in bagno, dare una passata veloce alle camere e cucinare la cena con quello che si trova nel congelatore o nel frigo.
Sistemare tutto, pulire e tornare a casa.
Di per sé l'impegno non è esagerato, nel senso che ognuno ha 3 ore per due giorni al mese da spendere e a me l'idea piaceva; dopo i primi turni, però, non posso dire di avere lo stesso entusiasmo della partenza.
Come mai? Bé perché mi sono trovata di fronte ad una realtà un po' strana, queste persone che vengono ospitate sono incazzate col mondo intero, perfino con chi dà loro da mangiare; ovviamente c'è sempre l'eccezione, persone che invece sono collaborative e che, guarda caso, la volta successiva non si vedono più perché hanno trovato lavoro.
Io non mi aspetto di essere ringraziata, altrimenti non farei volontariato ma onestamente non mi aspettavo nemmeno critiche del tipo "io non mangio il pane del giorno prima", "io voglio entrare prima" e addirittura uno ha trovato da discorrere perché gli hamburger tolti dal congelatore erano scaduti da tre giorni (ovviamente congelati prima della data di scadenza). Chi a casa non gli è mai capitato di mangiare carne correttamente congelata che però nella permanenza all'interno del congelatore era scaduta? A me capita spesso e alle volte non ho nemmeno idea di quando possa scadere (ad es. quando congelo l'hamburger comprato in macelleria), ieri ho mangiato uno yogurt scaduto il 23.
Certo questo non vuol dire che tutti debbano mangiare cose scadute ma se correttamente conservate sì, a maggior ragione se non mangi da un giorno intero.
Mi spiace constatare che per gli ospiti sia tutto dovuto, una sorta di "io sono più sfortunato di te, almeno questa cosa me la devi". Non mi piace lo spirito che hanno molti di loro e sto riflettendo seriamente se continuare oppure lasciar perdere..

Splinder: il redirect e l'export

Finalmente si sono decisi a farci sapere qualcosa.
Hanno messo su una paginetta con le istruzioni per l'export e per il redirect.
Io, giusto per spirito goliardico e anche perché ero interessata a capire se potesse funzionare correttamente ci ho provato.
Prima di tutto è chiaro che avrei perso tutte le immagini.. poco male.
Dopo nemmeno due minuti il mio file era pronto per essere scaricato in formato xml; ho provato a guardarlo attentamente mi sembra piccino per i miei 400 e passa post eppure non sembrerebbe mancare niente.. peccato che non sia importabile su blogger e forse nemmeno nelle altre piattaforme.
Poi, vogliamo parlare del redirect? il mio non funziona nemmeno per sbaglio!
E pensare che si raccomandano di stare attenti perché poi il blog splinder non potrà più essere visualizzato!

martedì 29 novembre 2011

Il freddo si riaffaccia

Ci risiamo, oggi, per la prima volta, ho dovuto passare il raschietto sui vetri della mia macchina che attualmente rimane fuori dal garage per un capriccio di mio padre: perché ho la Casco, dice, e perché la sua macchina è più importante della mia.
Vabbè poco importa: non sono così attaccata alle cose materiali o per lo meno non alla macchina.
Con il freddo arrivano una serie di eventi: il ponte dell'8, la castagnata dell'Avis, le feste di Natale, il Natale, Capodanno, la Befana e la tanto cara tredicesima che, però, dicono, sia un po' "ristretta" quest'anno.
Non ho ancora pianificato niente e non voglio assolutamente pianificare nulla, l'atmosfera del Natale mi piace ma non mi piace mai lo stato d'animo con cui lo affronto.
Se non altro mi sono già portata avanti coi regalini e, più o meno, ho già in mente cosa regalare.
Capodanno spero che la mia patatina lo passi coi "nonni" in Carpegna, in questo modo potrà evitarsi gli spauracchi dei botti anche se, il primo anno che è stata con me, non l'ha presa troppo male, anzi, si è messa ad abbaiare rabbiosa.
Meglio così che spaventata.
Vorrei solo che il 2012 sia migliore o per lo meno vorrei essere migliore io, scacciare la mia paura di dire, smettere di temere di far male alle persone, essere in grado di sostenere le conseguenze delle mie scelte.
La psico mi segue ancora.. ho un po' rallentato perché l'esborso non è da poco e, sempre per il fatto che ci stiamo avvicinando al nuovo anno, questo significa che ho la pensione integrativa da pagare (chissà se poi la vedrò mai prima di morire), la Casco da saldare in unica soluzione e poi tutti i regali ancora da fare.
Ecco.. la magia del Natale si è già spenta.

domenica 27 novembre 2011

I televisori LD

Ieri sera mio padre mi chiese: "ma si vede meglio un televisore LCD o LD"?
Ho preferito ignorarlo conoscendo la sua mania di comprare tv. Basta pensare che abbiamo due case e 9 tv e in casa siamo soltanto in 3 (4 col cane); questo significa che potremmo guardare tre tv a testa: mica male!
Questa mattina l'ho sentito trafficare, spostare, ciarlare, scartare.. e..? Ha comprato altre due tv.
Fortunatamente dandone due indietro grazie alla rottamazione ma.. insomma a detta sua ora abbiamo due nuove fiammanti tv LD, perché si vedono meglio delle LCD.
In realtà abbiamo due tv, 22' e 32' pollici LCD, la più bella è quella più grossa della Philips.
Ovviamente non serve precisare che non sa nemmeno accenderla.. gli ho sintonizzato i canali ma non abbiamo capito ancora come far comparire rai 1, 2, 3 fra i primi canali: affari suoi!

sabato 26 novembre 2011

Patata vs. Patata

Ecco dove dorme la mia patata (Eby) tutte le notti!


venerdì 25 novembre 2011

Zio

Mio zio non era una brava persona, frequentava donne poco raccomandabili, ha vissuto alle spalle dei miei nonni fino ai 60 anni ed ha sempre cercato di fare i comodi suoi.
Mia nonna ha sempre cercato di metterlo in guardia in merito alle sue frequentazioni, più di una volta ha allontanato in malo modo le donnacce che cercavano di fregarlo fino a che, è venuta a mancare.
Mio nonno è sempre stato cieco fin da piccolo e mia nonna è stata sempre il suo riferimento e di lì a poco è venuto a mancare pure lui.
Mio zio sentendosi il padrone del mondo che prima doveva condividere con loro, ha deciso di sposarsi con una marocchina di 20 anni più giovane di lui, non c'era amore ma evidentemente questo particolare era noto a tutti tranne che a lui.
Una volta marito e moglie si sono trasferiti in Marocco.
Più o meno, la sua vita da sposato è andata avanti: le ha comprato casa e gliel'ha intestata permettendoci di viverci con le sue figlie (avute precedentemente) ed un cugino (?!?) probabilmente il suo vero marito, più tutta la sua parentela, genitori, sorelle e fratelli.
Si è fatta regalare la macchina e, praticamente, anche tutta la sua pensione.
Non ha mai dato notizie di sé coi suoi fratelli (mio padre e l'altro mio zio), l'unica a chiamare, ogni tanto, era lei che annunciava il loro ritorno in Italia con tanto di pranzo insieme organizzato ovviamente a casa nostra e a spese nostre. Questi ritorni saranno durati si e no tre volte, dopodiché non si sono più sentiti.
Per più di dieci anni non abbiamo più risentito mio zio, poi, improvvisamente, circa sei mesi fa ci chiama lui quasi di nascosto, dicendoci che aveva avuto un infarto che faceva fatica a camminare, a stare in piedi e che lei lo stava facendo morire, nessuno si occupava di lui.
Poi la comunicazione si è interrotta e provando a richiamare quel numero e tutti quelli con cui lei ci aveva chiamato in precedenza, ottenevamo la solita risposta "numero disabilitato o inesistente".
Improvvisamente ci siamo accorti che non sapevamo nulla di loro: né il cognome di lei, né l'indirizzo di residenza in Marocco, né tanto meno se avessero avuto dei figli.
Non ci avevano mai parlato di loro e si erano guardati bene dal darci informazioni.
Ho scritto all'ambasciata descrivendo loro la situazione: non ho mai avuto risposta.

Poi, improvvisamente, ieri chiamano a casa mentre io non c'ero e ci parlano i miei. Era l'ambasciata che ci diceva che mio zio, ieri mattina alle 5 era morto.
Che il suo sogno era quello di essere sepolto in Italia (a detta della maiala.. ehm moglie) e se ci potevamo occupare del trasporto della salma, del suo funerale e del mantenimento e nel mentre se sapevano se per caso lui avesse pure un'assicurazione sulla vita.
Capito la zoccola? (che poi dicono che non si può essere razzisti! Zio gambero!)
Se lo spolpa fino alla morte, si fa intestare tutto quello che può, si prende la sua pensione anche da morto e poi però le spese di funerale, fiori e quant'altro li fa fare alla sua famiglia.
Famiglia che ha estromesso da quando ha deciso di sposarlo e di tenerlo sotto controllo affinché non ci chiamasse e non ci facesse sapere più niente.
A malincuore, mio padre, mia madre e l'altro mio zio, hanno risposto che non vogliono saperne nulla e che loro non intendono sostenere spese.
Come andrà a finire ancora non si sa.

In cuor mio so che una degna sepoltura non si può negare a nessuno, ma dall'altra parte sono decisa, come i miei, a non dargliela vinta.. Chi vivrà vedrà!

giovedì 24 novembre 2011

Tutti i corrieri vs. Bartolini corriere

Ormai è chiaro che ce l'ho pubblicamente col corriere Bartolini. Sono assolutamente impeccabili se e solo se trovano qualcuno a casa, altrimenti offrono il peggior servizio in assoluto.
Ecco perché Poste Italiane, Aws e tutti gli altri corrieri sono molto meglio di Bartolini:

  • Bartolini lavora dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 17.30; gli altri corrieri lavorano quasi tutti anche il sabato mattina e comunque fino alle 19.30; in questo modo se non si è a casa perché, come normale che sia, si sta lavorando; è comunque possibile ritirare il pacco in loco;
  • La filiale di Bartolini più vicina è a 40 km (andata/ritorno); mentre le filiali degli altri corrieri sono a un tiro di schioppo;
  • Bartolini non è in grado di dirti una fascia oraria in cui potrebbero riconsegnare la merce e ti consigliano di prendere un giorno di ferie; gli altri corrieri indicano generalmente una fascia oraria di due ore in cui effettueranno la consegna e solitamente lo fanno
  • Il call center di Bartolini è veramente indisponente e maleducato (almeno nel mio caso 2 su 2) e, a costo di risultare razzista, tutti sicuramente della bassa dagli accenti; gli altri corrieri hanno segretarie per lo più gentili e disponibili
Se non avessi i miei genitori a casa, non sarei mai riuscita a ritirare nulla da Bartolini e, l'ultima consegna li ho costretti a farmela il sabato mattina dopo che ho scritto al loro customer care e a tutte le associazioni dei consumatori.


La più furba del palazzo

Questa la devo scrivere perché secondo me vince il premio per "più cogliona dell'anno 2012" con un mese e mezzo di anticipo.
In pratica, e non è la prima volta, quando aspetto l'ascensore mi capita di sentire qualcuno che scende dall'ascensore ed entra in casa ma non prima di aver selezionato tutti i piani, il problema è che questa svelta (perché so già che è una donna visto che pure sua figlia di qualche anno ha preso questa abitudine), non ha calcolato due cose:

  1. anche lei paga le spese dell'ascensore quindi fargli fare su e giù gratuitamente spreca elettricità per sto cazzo
  2. contando le fermate che ha fatto l'ascensore compresa la mia del piano terra ma esclusa la sua (4) e sentendo che la direzione era verso il basso si fa presto a capire a che piano era la furbona: al quarto!
    Se poi contiamo che ogni piano ha due appartamenti.. si fa molto presto a capire chi sia.
Tanto per parlare, poi, lei è quella che quando parcheggia la macchina, apre gli sportelli come se di fianco non ci fossero altre macchine quindi sbatte ovunque senza curarsi di niente!
Lei è quella che urla per le scale come una pesciarola (è del sud, non sono razzista ma mi spiace dover constatare che più si scende più c'è la maleducata abitudine di urlare come gli straccioni)
Lei è quella che incoraggia la figlia quando fa qualche marachella.
Lei è quella che dice "dai è solo una bambina" quando per dispetto suona ripetutamente l'allarme dell'ascensore
Lei è quella che non si fa mai problemi a suonare al campanello di tutti quando ha bisogno di qualcosa, di qualsiasi cosa.
Lei è quella che è stata cacciata da dove lavorava perché allungava un po' troppo le mani sulla cassa.

Certe persone dovrebbero vergognarsi e pensare prima di fare le fighe.

Lo voglio!

Dove si compra?

Il tacco

Ho già detto che mi piacciono i tacchi, no?
Li adoro perché sono sexy, li adoro perché mi slancia la gamba e non essendo dotata di una grande altezza mi permettono di considerarmi una "normo dotata di altezza", li adoro perché fanno un sederino più armonioso e un polpaccio vigoroso.
Però mi piacciono quando c'è un'occasione particolare: una cena, un aperitivo, insomma in tutte quelle occasioni in cui si può stare comodamente seduti per ore.
Il dolore atroce e costante che ho quando mi ostino a stare troppo in piedi coi tacchi è lancinante.
Ma.. ma.. ho scoperto che, anche in questo caso, la chirurgia può venirci incontro con "Stiletto prescription" o "Pillows for feets" che ci permette di rimpolpare, tramite iniezioni, proprio quelle parti che sono doloranti.
Io non credo però che sia un aiuto decisivo, secondo me hanno un po' l'effetto dei cuscinetti in gel che si trovano dappertutto e, onestamente, non mi cambiano la vita anche se mi concedono un'oretta di autonomia in più.

mercoledì 23 novembre 2011

Da splinder a Blogger passando per Wordpress

Ormai i rumors su Splinder sono stati confermati dalla piattaforma stessa: dal 31 gennaio 2012 il servizio sarà dismesso.
Disperazione!
Tre anni della mia vita in fumo, ci ho pensato e ripensato, in effetti non sarebbe stato male lo stesso, il passato andrebbe lasciato lì dov'è e occorrerebbe pensare al futuro o, per i meno ottimisti come me, almeno al presente.
Però non potevo perdere tutto quello che avevo scritto e così mi sono data un po' da fare e ci sono riuscita! Finalmente ho di nuovo tutto il mio mondo splinder qua su blogger.
Ho provato diverse strade ed ecco qua quella che mi è sembrata più semplice.
Ho scaricato Instant WordPress per poter avere WordPress in locale, diciamo più per precauzione che per altro, ma in realtà secondo me è una cosa estremamente utile perchè:

  1. non è necessario registrarsi su WP se il nostro intento è soltanto utilizzarlo come mezzo per importare il blog da splinder
  2. l'importer di cui parlerò è installabile con un click tramite Instant WordPress
  3. Il processo di import e poi di export è totalmente trasparente: non occorrerà saperne di PHP, Apache ecc..
Ora installate e avviate Instant WordPress e per il momento dimenticatevene.

Il secondo step da fare è andare su Splinder, fare login, selezionare il blog da esportare, dopodiché seguire i seguenti passi:

Andare su Template, copiate e incollate il vostro template su un file .txt che conserverete fino alla fine dell'import per poi ripristinarlo. Ora sovrascrivete il tutto con il seguente codice
<html><body>Blog in fase di aggiornamento...<BR><BR><BR><BR><BR>

EXPORTING BLOG...<BR>

<Blogger>$$$POSTSEPARATOR$$$
$$$ITEMNUMBER$$$<$BlogItemNumber$>$$$ITEMNUMBER$$$
$$$ITEMDATETIME$$$<$BlogItemDateTime$>$$$ITEMDATETIME$$$
$$$ITEMCATS$$$<$BlogItemCategories$>$$$ITEMCATS$$$
$$$ITEMTITLE$$$<$BlogItemTitle$>$$$ITEMTITLE$$$
$$$ITEMBODY$$$<$BlogItemBody$>$$$ITEMBODY$$$
$$$ITEMAUTHOR$$$<$BlogItemAuthor$>$$$ITEMAUTHOR$$$
$$$COMMENTS$$$<$BlogItemCommentList$>$$$COMMENTS$$$
</Blogger>$$$POSTSEPARATOR$$$
<$BlogLinkOut$> 
</body></html>

Ora andate su configura, e sulla destra selezionate "Impaginazione", mettete 10 in "numero post per pagina", il plugin ne supporta fino a 30 ma è sempre meglio non sovraccaricare il tutto visto che già i server di Splinder sono malmessi, in "Attiva la paginazione del blog" mettere No e in "Formato dell'ora" selezionare il valore "23/11/2011 16:29".
Il blog deve essere pubblico.
Se non rispetterete una di queste regole descritte qua sopra, state pur certi che non verrà importato nulla.

Fatto ciò, scaricate questo plugin, ritornate su Instant WordPress e selezionate il pulsantone Plugins Folder

All'interno della cartella che vi si aprirà andate ad inserire il plugin appena scaricato e unzippato.
Ora cliccate sul mega pulsante WordPress Admin (user: admin, password: password), sulla sinistra cliccate sulla sezione Plugin e cercate la voce "Splinder Importer" e cliccate su "activate", fatto questo andate nella sezione "Tool", selezionate "Import" subito sotto, selezionate la voce "Splinder" (se non la trovate è perché probabilmente non avete attivato correttamente il plugin nel passo sopra) e seguite le indicazioni che vi suggerisce il plugin (vi consiglio di lasciare i check e i radio button così come sono) e poi, una volta compilati i campi, url blog, data start e data end fate partire l'import.
Nel mio caso non è stato semplice perché ogni tanto il server andava in timeout o c'era qualche problema.. in questo caso semplicemente mi segnavo la data in cui era arrivato l'import e poi ripetevo il passaggio di import selezionando però come "data start" quella in cui era arrivato l'importer.
Alla fine, se lasciate selezionato il check "List all imported posts" più o meno potrete fare un conto di quanti post sono stati importati e verificare, tramite "organizza post" di splinder se sono tutti.
Nel mio caso ne aveva saltati 5 ma.. chi se ne frega!
Una volta che l'import è andato a buon fine siete quasi a buon punto.

Ora andate su "WordPress Admin" di nuovo su "tools" e poi "export", selezionate "All content" e salvatevi il file in locale.

Ora utilizzate questo meraviglioso converter per passare il file ottenuto dall'export dal formato WP al formato blogger e salvate anche questo file in locale.

Andate sul vostro blog su blogger e poi selezionate "Impostazioni" e "altro" e su strumenti del blog selezionare "Importa blog", seguite le indicazioni et voilà il vostro blog splinder è ora importato su blogger in men che non si dica!

Ricordatevi alla fine di eliminare tutti i post che non centrano nulla ma che sono frutto del passaggio intermedio con WP che ha esportato anche i suoi post di prova.

Ok è una roba lunga ma vi assicuro che è più lungo leggere le istruzioni che ne fare il tutto!

martedì 22 novembre 2011

Post di prova

Provo questo nuovo post giusto per capire se la tazzina dei Feed decide di prendere una forma consona.
Che palline..
A presto

venerdì 18 novembre 2011

Dicevo?

Cos'è che dicevo ieri?
Mi piace il mio lavoro a tratti?
Ecco.. mi sbagliavo

lunedì 14 novembre 2011

Mi piace..



  • La mia famiglia


  • La penna blu


  • Dimagrire


  • Mangiare giapponese


  • Starmene rintanata sul divano


  • Dormire con la Eby


  • Il mio lavoro (a tratti.. ma è comunque una conquista)


  • Le mie dita


  • I miei piedi


  • Il mio naso


  • Le passeggiate


  • Le cose senza senso


  • Gli occhiali


  • I trucchi


  • I libri


  • I tacchi alti


  • I miei colleghi


  • Google plus

venerdì 4 novembre 2011

Scusami


Non reggo più lo stress..





mercoledì 26 ottobre 2011

Crema Auchan

I miei complimenti alla crema per il viso antirughe ed effetto lifting della linea Auchan.
Non tanto per l'effetto perchè ancora è troppo presto per verificarlo e soprattutto sarà dura per me testarlo visto che la mia costanza con le creme e tutto ciò che è beauty dura in media una settimana (e siamo già al terzo giorno).
Sicuramente idrata senza ingrassare, si stende bene e si asciuga subito.
Ma di pregiatissimo c'è il fatto che non è testata sugli animali!
Insomma una bella scoperta.

lunedì 24 ottobre 2011

Culo up

Aspetta un minuto, cos'è sta storia del leggins che tira su il culo?
Allora io posso spendere 180 euro in un paia di jeans Liu Jo bottom up, perchè la commessa, molto gentilmente e toccandomi il culo, mi spiega che è solo un'illusione ottica dovuta da delle pence sapientemente posizionate e dal jeans meno simmetrico dietro rispetto al davanti.
Un'illusione ottica veramente eccezionale devo dire!
Nel senso che il culo sembra veramente su ma c'è da dire che la spiegazione che mi è stata data mi ha convinto (forse perchè mi stava anche toccando il culo).
A parte che spendere 25 euro per una calza che promette di alzarmi il culo ma che, alla prima zampata della Eby, mi salutano, direi no grazie! Tutt'al più mi compro 5 paia di jeans cinesi.
Se poi contiamo che vengono screditati anche in Yahoo Answer http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20111023104057AAbO1xu vuol dire che, con la loro mossa di marketing, non sono riusciti a fregare nemmeno la feccia del web.
Addirittura millantano compressioni graduate per migliorare la circolazione  http://www.purseandco.com/2011/10/calzedonia-autunno-inverno-2012-shaping/, quando costeranno come dei jeans cinesi li prenderò, giuro! Ma prima no di sicuro!

GF

Oggi inizia il grande fratello e mi vergogno come un cane ad ammettere che a me piace!
Ma mi vergogno proprio tanto eh!
Solo che poi sei lì sul divano, è lunedì sera, hai la cagnolina sulle gambe che ti riscalda e non riesco a non guardarlo.
Però ho fatto outing e ammettere di aver un problema è già un passo avanti.

giovedì 20 ottobre 2011

Evvai..

.. hanno ucciso Gheddaffi.
Se si rinsavissero anche qua in Italia...

Tergicristalli

Ad alcune persone i tergicristalli glieli metterei nel sedere (raffinata eh? anzichè culo ho detto sedere!), glieli metterei, però, per orizzontale!
Ieri mio padre mi ha gentilmente lavato la macchina e gonfiato le gomme.. ho 30 anni e, mio malgrado, sono ancora convinta che la macchina si lavi e si gonfi da sola (ma questa è un'altra storia).
Dicevo.. me ne andavo al lavoro bel bella con la mia macchina nera lucida fiammante quando, un tipo di fronte a me, pensa bene di lavare tutti e due i vetri (davanti e dietro) della sua macchina con litri e litri di acqua e detersivo lavando, praticamente, anche il mio cofano e il vetro davanti.
A questo punto? Se ci fosse una giustizia divina, anzichè avere il pulsante per attivare/disattivare lo Start & Stop, sarebbe stato meglio avere un lanciamissile integrato per poter disintegrare il simpaticone.
Invece mi è toccato rallentare di brutto, fortunatamente non avevo nessuno dietro, attendere lo scempio, scalare in terza e fargli assaggiare il mio tubo di scappamento.
Maledetto!

lunedì 17 ottobre 2011

Terza

Non ho mai nascosto che mi piacerebbe tanto avere una bella terza piena, non che ora mi posso lamentare perchè sembra che la mia seconda faccia comunque la sua bella figura.
Almeno in tre occasioni mi sono sentita dire che sono belle così, stanno su da sole (anche perchè in una seconda la gravità fa poco effetto), che sono lì belle al centro che ti guardano e che producono un bell'effetto pieno.
Non so se entrerebbero in una coppa di champagne ma posso sbilanciarmi e dire che le mie tette sono la riproduzione fedele (ma un pò in miniatura) delle tette perfette.
Oh l'ho detto!
Certo, una terza non mi farebbe schifo niente ma fra la terza e altro, se avessi l'occasione di ritoccarmi indolore e senza spendere una lira, probabilmente sceglierei altro: non toccherei nulla del mio viso, la mia bocca non è pienissima ma va benissimo così, il mio naso è proporzionato e piccolino, non ho rughe d'espressione e per poco (temo) nemmeno rughe di vecchiaia, i miei zigomi sono belli così perchè determinano il mio viso.
Sui miei capelli, invece, non posso chiedere di meglio, una volta erano indisciplinati, sempre gonfi a fungo, col tempo, invece, si sono domati ed ora se ne stanno giù  belli posati.
Non vado dal parrucchiere, anche se mio padre mi rompe spesso le palle, dicendo che i capelli fanno già metà dell'apparenza ma.. appunto apparenza.. non me ne frega niente, grazie!
Il mio colore mi piace anche se ogni tanto gli dò una schiarita con delle meches artigianali ma ben riuscite.
Le orecchie mai le cambierei per null'altro al mondo, sono carine, ben proporzionate e arricchite da taaaanto oro (per i maschietti: sono allergica a tutto ciò che non è oro, sappiatelo!)
Tornando al seno, una volta lo desideravo enorme, ma solo perchè sono cresciuta con un branco di maschi pervertiti che vedevano solo quello, in realtà ho scoperto che non sono poi così comode da portare.. per carità magari i maschi si trastullerebbero meglio ma.. cazzi loro.. voglio dire... che ci danno in cambio? Alle volte hanno un atrezzo talmente inusabile che quasi rimpiangiamo il fatto di portarci un arsenale enorme.
Insomma dicevo.. chi ha il seno pronunciato deve sorreggerlo con un reggiseno adeguato e immancabilmente si ritroverà il classico solco rosso sulle spalle, inoltre una corsa può essere faticosa, addirittura dolorosa, "l'esposizione" al mare può essere imbarazzante (sempre a causa dei maschi maniaci e pervertiti che ci fanno venire tanti bei complessi a gratis).
Nel mio caso non ho troppe controindicazioni se non quella di usare reggiseni imbottiti (W tezenis!) per il resto posso correre, non ho segni strani sulle spalle, posso sbizzarrirmi in malgiette senza reggiseno e al mare nessun imbarazzo anzi, col fatto che stanno push up anche da sole (evvai!!) il costume fa comunque un bell'effetto.
Per la mia pancia niente da obiettare, ora che sono dimagrita 9 kg mostro orgogliosa il mio bel piercing.
Le gambe sono un pò il mio punto debole anche se "in miglioramento" visto che la cellulite è stata miracolosamente debellata dalla mia dieta proteica + camminate, rimane però la ciccetta nell'interno cosce.
Non è che mi limita eh, sia ben chiaro! Non mi spaventa di sicuro mettere pantaloni attillati, gonne o vestiti però... ecco se potessi e se non fossi così sicura che la lipo non serve ad un cazzo perchè tanto ritorna tutto, forse una ciucciatina di grasso proprio là me la farei!
Un'ultima nota per i miei piedini: li adoro! Piccini e bellini in tutte le scarpe che ho, non sfigurano mai!

Insomma una Sara positiva e ottimista grazie soltanto ad una dieta considerata del cazzo da tutto il mondo.
Ah senza tenere conto che sabato ho mangiato due pezzi di torta, ieri un bostrengo e cioccolatini, poi pizza, porchetta and so on...

mercoledì 12 ottobre 2011

Sfacciataggine

Anche ieri ho avuto la mia dose quotidiana di amici-pacco.
Pacco figurato eh, sia ben chiaro!
Come sempre una pensa che una parola data sia una parola data, ma poi si rende conto che solo la tua vale, quella degli altri è superflua.
Evidentemente solo io mi sento in dovere di fare una cosa una volta detta.
Qua al lavoro va così.. per una volta che ho trovato il mio angolino di paradiso, sembra sempre che debba cadere il mondo ed io mi ostino ad aggrapparmi ad ogni speranza che trovo, poi però mi prende il nervoso a vedere bighellonare gente, per carità sono umana e lo faccio pure io quando non mi va, però lo faccio "coscienziosamente" standome al posto mio e dando una parvenza di lavoro.
Ma poi la cosa bella è che a questi va molto meglio di me.

martedì 11 ottobre 2011

A volte ritornano

Eccoci qua, sono tornata dalle ferie ed è tornata pure la maledetta che infesta il mio corpo ormai da anni.
A nulla è valsa la mia dieta super restrittiva e gli eurini spesi in cure.
E' sempre lì, dietro l'angolo, pronta a farsi avanti ad ogni mio passo falso.
Che palle non me la tolgo più..

70km/h

Tu che fai i 50 km/h quando ci sono i 70 e mi fai arrivare tardi per il caffè con biscotti del mattino da prendere nei divanetti dell'ufficio.. bè che ti venisse la cagarella a squizzi e pure col fischio.

giovedì 6 ottobre 2011

Auguri


Auguri ad una persona speciale.



mercoledì 5 ottobre 2011

Dubbi e perplessità

Ma come cavolo fa una che:


  • ha una risata grezza e fastidiosa


  • usa il blackberry come fermacarte


  • utilizza la dog station (dock station)


  • utilizza sequel server (sql server)


  • non sa mai di cosa si sta parlando


  • lavora anche in politica


  • ha sempre le stesse scarpe da mesi


  • InstallShield è uno scudo installatore


a fare la responsabile di non so quale ambito all'interno dei sistemi informativi!
Probabilmente fa dei ciuccioli da paura.
Per non parlare poi della miriade di commerciali che vendono macchine cose non ancora progettate con clausole super restrittive sui tempi, ad essere ancora qua mentre la crisi avanza e chi ci rimette è sempre il soldatino che fa il suo lavoro in maniera sempre decorosa!
Non ho parole!
Va a finire che dovrò prendere lezioni di ciuccioli dalla signora di cui sopra..

martedì 4 ottobre 2011

Incertezza

Diciamo che questo è un periodo un pò incerto, non sto parlando di me e di come mi sento, di quello ho disquisito fin troppo.
L'incertezza ci circonda e alle volte pensi che cambiare aria possa essere l'unica soluzione.
C'è incertezza anche sul blog, adoro questo posto, e mi dispiacerebbe abbandonarlo o doverne aprire un altro solo per fuggire da situazioni spiacevoli ma temo che con l'andare del tempo tutto dovrà confluire in un nuovo blog.

giovedì 29 settembre 2011

Le scale

Oh tu buon omino che pulisci le scale, tu che vivi secondo i dettami della tua religione, tu che hai sempre una parola di conforto per ogni persona che incontri per le scale, tu che hai sempre il sorriso sulle labbra anche quando sei intento a tirare via lo sporco più sporco ci sia...
Ma vacca vigliacca quel secchio che usi per pulire, non potresti evitare di tenerlo in ascensore, tenendolo sempre occupato e creando torpiloquio quando me ne devo scendere in garage?
Ci sono le scale, questo è vero ma sono scivolose perchè gli hai appena dato lo straccio e allora, per favore, l'ascensore lascialo libero portandoti dietro il secchio come fa ogni buona massaia, ti faresti su anche due muscoletti niente male!

mercoledì 28 settembre 2011

Incontri

Oggi per strada gli incantati, gli imbecilli e gli idioti hanno deciso di darsi appuntamento sulla montelabbatese.
Proprio nel tragitto che sono costretta a fare per andare al lavoro.
Erano stati invitati anche gli impediti ma non sono riusciti ad arrivare intasando qua e là altre vie lungo il percorso.

Ma porca troia, se non sai guidare stai a casa, se vuoi andare ai 20 all'ora usa un motorino, una bicicletta o stai da parte, se ti metti nella corsia di sinistra di una rotatoria datti fiducia e dai un pò di gas se no levati dal cappero.

martedì 27 settembre 2011

A volte ritornano

Uh che bello, oggi durante la mia pausa pranzo mi sono vista piombare lei: SCOPA IN CULO!
Cosa ci faceva al di fuori del suo habitat? Non si sentiva a disagio a non essere più contornata dal capannello di gente acida come lei?
Ovviamente appena l'ho vista mi sono premurata di mettere i piedi sopra il tavolo e di sbragarmi sul divano, giusto per farle capire che qua i cazzi propri se li fanno e non rompono le palle, piuttosto, visto me, si sono allungati anche altre due o tre persone.
Tra parentesi in quella posizione stavo pure scomoda ma l'ho tenuta solo per lei: deve ritenersi lusingata!
Oggi vestita tutta di bianco sembrava quasi una gelataia, peccato che non si offra nessuno a darle una botta come si deve (in testa eh, cosa avete capito?)

Post occhio destro

Post nel senso di dopo, non nel senso di "scritto", comunque ci stanno entrambe le cose.
Alla fine l'occhio destro non ha causato danni e morti irreparabili :D, solitamente poi funziona in modo devastante solo quando balla sia a me che a mia mamma in contemporanea e comunque non abbiamo più tanta parentela da decimare quindi è meglio che non balli più di tanto.
Ho trovato la spiegazione "ballerina" anche se è facile trovarla a posteriori e comunque si può sempre associare per ogni cosa andata male e, guarda caso, visto che la vita è sempre una presa per il culo, c'è sempre qualcosa che va male.
Dicevo.. un amico ha comprato una moto e dovevano consegnargliela proprio il 19, giorno in cui il mio occhio ha incominciato a fare il ballerino, tutta la vicenda si è "risolta" proprio questa mattina con una bellissima denuncia al venditore della moto visto che la stava tirando per le lunghe un bel pò.

giovedì 22 settembre 2011

Che palle

Ogni volta che scrivo qualcosa qua ho almeno 4 tipi di inquisizioni (degli 4/6 lettori).
E' proprio necessario?
La coda di paglia è una brutta bestia, ma sta diventando una bella fonte di stress pensare a cosa scrivere per non avere ripercussioni, mi sto rompendo perchè questo è un mio spazio e mi sento violata!

martedì 20 settembre 2011

Fanculo



  1. Fanculo a Facebook e alla sua android app che funziona a calci nel culo e non fa nemmeno una minima parte di quel che si può fare al pc


  2. Fanculo a te che, nonostante il mio malessere duri da tre anni, continui imperterrito per la tua strada fregandotene e falciando tutti i progressi fatti


  3. Fanculo a me che dò retta alle persone sbagliate


  4. Fanculo a me che non riesco a riappacificare cuore e ragione


  5. Fanculo a tutti quelli che vogliono "capire" visto che non c'è un cazzo da capire finchè non ci capisco io qualcosa


  6. Fanculo a quelli che vogliono per forza sapere cosa ti passa per la testa


  7. Fanculo a quella moto di merda che è sempre per terra


  8. Fanculo alla Eby che rompe sempre le palle di notte e la mattina vuole dormire beata fino a mezzogiorno


Detto questo.. mi sto analizzando grafologicamente a "breve" il responso.

Ah.. l'occhio prosegue a ballarmi imperterrito, c'è dell'altro... Stay tuned!

lunedì 19 settembre 2011

Occhio destro

Mi balla l'occhio destro da questa mattina: porta male un bel pò!
Ho già chiamato i miei, mia madre mi ha detto che forse poteva essere per il fatto che ha perso il portafoglio ma continua a ballarmi quindi attenti a voi parenti prossimi o amici cari.
Io per scrupolo non andrò a camminare e spero che la giornata passi rapida.

martedì 13 settembre 2011

Fiato alla bocca

Ancora niente da fare.. poco tempo da dedicare al blog e anche poco tempo da dedicare a me stessa ed è un peccato!
E' un peccato perchè devo incominciare ad ascoltare di più quello che voglio, quello che può farmi star bene.
La psico dice che ho una sorta di "dipendenza" mentale per cui io non riesco a dire di no alle persone cui voglio bene e finisco sempre per fare un casino mondiale ma non solo.. ferisco me stessa perchè non mi permetto di sentire cosa vorrei realmente.
Devo prendere tempo, devo passare del tempo con me e basta ma, anche se non ci avrei mai creduto, è veramente difficile: ogni giorno ho un qualcosa da fare che non posso rimandare e le settimane passano ed io non mi ascolto e come sempre finisco per fare le cose a buco di culo.
Troverò del tempo...?

giovedì 1 settembre 2011

Vorrei ma non posso..

Vorrei poter continuare a scrivere: mi distende, mi rilassa e soprattutto mi fa passare un buon quarto d'ora senza pensare ad altro.
Il problema è che qua al lavoro è arrivata una "nuova" ragazza ed ho avuto l'onore di farle da cicerone perchè sarò la sua responsabile.
Ora vorrei chiarire due concetti principali della frase sopra, giusto per non sembrare totalmente stronza: ho scritto "problema" ma in realtà devo ammettere che è piacevole interagire con lei e addentrarmi meglio in quello che faccio, in primis perchè mi accorgo che le cose che faccio sono tante e spaziano su diversi fronti e poi anche perchè mi accorgo che, in fondo, non sono poi così male nel senso che lei, partendo dagli albori ha un sacco di carenze e.. insomma la frase "più conosco gli altri, più stimo me stessa" incomincia ad avere un senso.
Oh perbacco.. non voglio dire che lei è un'incapace, voglio soltanto dire che su di me stavo ignorando tante cose che invece viste da fuori danno l'impressione di "quasi esperta".
Ok mi sto incartando!
La seconda cosa che volevo chiarire è quel "nuova", praticamente è una bi-mamma che è stata fuori a lungo da Biesse ed è un pò come se fosse nuova anche perchè è tornata ma non fa più il lavoro che faceva prima, è passata dal controllo numerico ai test.

Detto questo voglio precisare che la sua formazione mi assorbe tanto tempo ma mi piace anche perchè mi sto autoformando su uno strumento che conoscevo poco, le tre ore restanti occorre che io le dedichi al mio lavoro vero e proprio quindi anche i soliti 20 minuti di cazzeggio, in questo periodo, non esistono più.

venerdì 26 agosto 2011

E' che poi..


E' che poi ripensi un pò a come è andata la tua vita, che in realtà non ti è mai mancato nulla ma che, anzi, tutto quello che hai desiderato ardentemente sei riuscita ad ottenerlo, sempre.


E allora, pensi, che cosa c'è che non va? Perchè a 30 anni sei ancora così indecisa, così spaventata, così insicura, così dannatamente fifona di vivere la vita?


Poi ripensi a quel primo amore, quello che non scordi mai, e ricordi che ci hai messo sei maledettissimi anni per "passare oltre", sei anni di stalking nei suoi confronti (fortunatamente il reato ancora non esisteva), sei anni di idealizzazione di una persona che alla fine altro non era che un ragazzo come tanti.


Sei anni nei quali, tutte le persone che hanno provato ad avvicinarmi, hanno ricevuto in cambio solo terra bruciata, come L., conosciuto all'università, che per lui sono stata la prima volta, doveva essere un amore ricco di sentimenti, mentre altro non era che uno scaccia pensieri.


E poi D. che è caduto "a cavallo" di questi sei anni, sono riuscita a togliere il primo amore della mia vita dalla testa, ma evidentemente non ha bastato, mi ha inaridito talmente tanto che, nonostante l'impegno di una vita insieme, non ci ho messo poi troppo a passargli sopra con uno schiacciasassi, forte della mia forza di spirito ritrovata.


Poi G. altro grande amore della mia vita, la prima convivenza, il progetto insieme, l'odore e la sensazione di una vita di coppia, di una famiglia,  poi i primi problemi, le prime depressioni, i modi di reagire sbagliati, il risentimento che cresceva, la mia paura di superare i problemi insieme e la rottura.
Mi sono leccata le ferite a lungo, provando anche altre storie ma non avrei dovuto farlo perchè non ero pronta e non ho fatto altro che seminare ancora aridità, fino a che non ho conosciuto L.
Ero convinta di poter spaccare il mondo, tante cose e interessi in comune, sembravamo due metà della stessa mela ma da subito le prime paranoie, evidentemente devo avere qualche blocco psicologico latente, probabilmente sempre a causa della prima storia finita male o della mia infanzia oppure sono scuse che mi racconto per fuggire dal fatto che non riesco a prendere sul serio le cose e quando sono lì per farlo fuggo  e mi arrendo.
E' andata così anche questo giro ed ora sono qua a chiedermi semmai riuscirò a lasciarmi andare e ad essere felice senza pormi troppi paletti, troppe paranoie e troppe paure.
Inutile dire che le sedute dalla psico non sembrano funzionare, oppure si per il fatto che io sia più consapevole.. so solo che vorrei avere la bacchetta magica per sistemare un pò di cose nel passato remoto e poi nel presente..

mercoledì 24 agosto 2011

Restyle

Nuovo restyle del blog, l'header è degli stessi creatori del mio vecchio blog Killed Pacman che, purtroppo, non riuscivo più a visualizzare causa policy dell'azienda (probabilmente da casa si).
Adoro il loro stile, peccato che il merchandising sia un pò costoso, altrimenti un pensierino...
Li trovate qui http://www.creaturesinmyhead.com/

Soft

In questi giorni di rientro soft dal lavoro sto acquisendo una buona abitudine: quella della colazione! Anche se purtroppo mi causa una fame doppia e forse qualche kg in più.
Siccome al lavoro siamo veramente pochi e il tipo delle macchinette non passa perchè è in ferie, mi sono dotata di bustine di thè (rigorosamente alla vaniglia) e di biscotti secchi (ne mangio solo 6 a mattina) e, verso le 9.30 infilo la tazza al microonde e dò inizio al rituale del thè.
Mi rilassa, fa strano? Eppure sono quei gesti che fai soltanto per te che ti permettono di distendere, anche i pensieri.

martedì 23 agosto 2011

Fuochino

Bello lavorare e poi scoprire per caso, durante la pausa pranzo, questo:
Fuochino
Chissà l'amianto che stiamo respirando ora...

lunedì 22 agosto 2011

49.6

L'unica nota positiva di quest'estate è che sono riuscita a vedere il mio peso tornare sotto i 50 kg!

Si riparte

Questa volta si riparte in tutti i sensi ma è dura farlo quando non si ha mai la certezza delle proprie decisioni soprattutto quando arriverà il momento in cui scatterà il rimpianto.
Ma possibile che io non sia destinata mai ad essere felice?

venerdì 5 agosto 2011

-1 dalle ferie

Solitamente arrivo a questo agoniato giorno nel peggiore dei modi: sono distrutta, e il mio logorante conteggio partiva da -100, insomma arrivavo devastata e spossata.
Quest'anno non è stato così, complice forse la quasi ritrovata forma fisica, i mille impegni che mi sono accumulata, le nuove amicizie, non so, fatto sta che le ferie sono arrivate prima di quanto pensassi!

giovedì 4 agosto 2011

Lady

Tanto ormai i pochissimi lettori di questo blog lo sanno già.. tanto vale renderlo noto anche perchè questo "capriccio" non so se durerà ancora tanto, dipende dalla difficoltà di prendere la patente.2011-07-27 12.48.48
Ha anche il codino dietro in tinta con la carrozzeria!
E' davvero carina.
I primi giorni ho fatto passi da gigante, da che non guidavo un mezzo a due ruote da 11 anni, a provare una moto, ho preso subito confidenza anche se le partenze erano un pò lente, poi prima seconda, quasi subito.
Ora giro in zona industriale provando a fare un percorso un pò articolato, usando le frecce, provando i dare precedenza.
Qualche giorno fa sono caduta da ferma, pesa troppo!
E da allora noto che sono un pò più rigida nelle curve a destra (visto che mi sento più sicura con l'appoggio a sinistra).
Insomma diciamo che i progressi sono rallentati a dismisura, la vedo molto lontana la padronanza, ancora di più lo slalom e l'8 i quali, ancora, non solo non li ho provati, ma non ci voglio nemmeno pensare.

mercoledì 3 agosto 2011

50.8

Sto continuando a dimagire evvai!
Devo ammettere che però ultimamente sto mangiando poco, complice il caldo, complice il frigo vuoto e poca voglia di fare la spesa e complice un'attività nella quale mi sono imbarcata al volo e che mi dà le "farfalle allo stomaco".
Insomma sto mangiando un pò poco in particolar modo la sera.

martedì 2 agosto 2011

51.0

Ormai questo blog sembra una cronologia della dieta, ma in fondo, in questo periodo non ho nulla da raccontare..
O meglio, avrei talmente tante cose da dire che però preferisco tenermele per me perchè mi fa fatica anche scriverle.
Non ho più "l'ardore" di un tempo.
Dicevo.. sono arrivata a 51 kg, sto quasi per infrangere la soglia dei 50 kg, chi l'avrebbe mai detto che sarei riuscita a tornare in forma proprio come (quasi) quando nuotavo?
E' stato un week un pò sofferto ed ho mangiato poco e mi sono mossa molto quindi può essere che questo 51 sia solo un miraggio già infranto dalla coda di rospo al graten con patate che mi sono mangiata oggi in mensa.
Uh a proposito, oggi ho la macchina di mio padre; ieri mia mamma mi ha fatto capire che era offeso per il fatto che non gliela avessi ancora chiesta per andare a lavorare.
Non lo capisco, gliel'ho chiesta qualche settimana fa per farmi un giro (senza parcheggiarla) per la città e per il mare e mi ha risposto di no "perchè si rovina", invece per andare al lavoro è concesso.
Bò affari suoi, oggi sono con quella, mi sono tolta il peso ed ho fatto felice mio babbo: per così poco poi..

Secondo postulato sulla fila del bagno

Se davanti a te non c'è nessuno, tranne la persona all'interno del bagno, più lunga sarà l'attesa più puzza!

Primo postulato sulla fila del bagno

La fila del bagno è direttamente proporzionale all'urgenza: più sarà alta l'urgenza di usufruire del WC, più fila ci sarà all'entrata.

venerdì 22 luglio 2011

51.9

Sono di nuovo tornata sotto i 52 ma è stata una settimana sofferta questa. Il ritorno dei miei mi ha "obbligato" a mangiare la pasta perchè, come la cucina la mamma, non si può proprio dire di no.
Mi mancano.. poi però quando sono quaggiù sono zavorre, quindi non so nemmeno io cosa voglio.
Poi mi sono lasciata ad andare a vari dolcetti, piccoli peccatucci e una mega allucinante cena di pesce che nemmeno ai matrimoni si vede!
La cena è stata mercoledì e la mattina dopo (ieri) ero già 52.8, non mi sono contenuta troppo ieri perchè poi al lavoro, causa stress, mi sono buttata sul dolce prendendo dei biscottini allo yogurt con cappuccio, però poi a cena non ho mangiato o meglio ho fognato con snack alle olive, due biscotti al cioccolato e un mega gelato con panna in cono.
Questa mattina, in effetti, la bilancia è stata una sorpresa ma sarà effimera visto che questa sera ho una cena di compleanno, cercherò di contenermi ma sarà dura perchè poi quando vedo i dolci, li faccio miei.

Uh a proposito, sto usando G+ bel social network ma per ora secondo me contiene troppi invasati di quelli che non pensano altro che al codice o a programmare anche quando sono a casa, le donne si contano sulla punta delle dita, per carità non ci sono quintali di bimbominkia che riempiono la bacheca di Gigi d'alessio e bestialità varie, però onestamente non acchiappa ancora come Facebook.
Ma non lo dite ai miei colleghi!

giovedì 21 luglio 2011

Somatizzo #2

Incomincio a soffrire un pò di ferie! Ho bisogno di andarci quanto prima e pensare che invece di tre settimane ne farò due, ma va bene così, mi ripeto che è meglio lavorare che stare "a spasso" (come dice mio padre).
Solo che vorrei che questi 11 giorni volassero. 
Questa settimana ogni giorno è valso doppio.

mercoledì 20 luglio 2011

-12 giorni

Mancano 12 giorni lavorativi alle ferie, quest'anno onestamente non ho sentito troppo il peso dell'avvicinarsi dell'estate.
Gli anni scorsi ricordo che mi faceva molto più brutto e che incominciavo la conta già una sessantina di giorni prima.
Oggi mi sono messa a contare, soltanto perchè questa settimana è ricca di attesa e quindi non mi passa un attimo, è due giorni che corro sperando che il fine settimana arrivi presto.

Argomento peso.. come pensavo, fiera del mio 51.8 ho ripreso a smangiucchiare, non per ultima, la pasta coi ceci ieri sera, questa mattina mi aggiro comunque sui 52.3 ma questa sera avrò una cena a base di pesce e temo che non potrò esimermi dal mangiare cose non proteiche.
Poco male, non voglio rovinarmi reni e fegato perciò ho smesso da tempo di essere fiscale.

Per Fabio: il fatto che io sia tornata a scrivere qua, non significa necessariamente che io stia scrivendo per te, se non rispondo alle tue mail è perchè ritengo che ci sia qualcosa di "malato" in questa cosa; ti chiedo soltanto di rispettare la mia scelta e di non continuare ad insistere. Sei un brav'uomo e sono sicura che capirai.
Grazie

venerdì 15 luglio 2011

51.8

Lo devo assolutamente segnare nel blog!
Avevo ripreso a mangiare normalmente ed avevo ripreso a stabilizzarmi sui 53, non sto più troppo attente a ciò che mangio (giusto quando sono in mensa, ma lo faccio per sopravvivere), poi quando sono fuori a cena il dolce non me lo lascio mai scappare.
Ieri ero 53, oggi sono 51.8, è vero che ieri, complice il caldo, complice le tante cose da fare e anche i vari giretti in bici e a piedi, ho mangiato poco, però questa mattina la bilancia è stata una sorpresa.
E' un pò che non mi vedevo la panzetta così piatta: son proprio soddisfatta.
So già che domani mattina ci sarà un'impennata del peso, d'altra parte ieri ho tirato avanti con solo un cappuccio, un caffè, una mozzarella light, uno yogurt alla frutta lignt e per cena latti e biscotti alla panna, oggi cercherò di mantenere un regime sano ma devo comunque aspettarmi un'oscillazione tipo 52.3 ma sarebbe già buono.
La sola cosa che mi fa strano è che non sto seguendo più la dieta ma sto continuando a dimagrire, bene così!
Se rimanessi 51.8 ho già collezionato un -9kg in 2 mesi (la dieta l'ho iniziata l'8 maggio).
Wow

giovedì 14 luglio 2011

1 anno per la piccina

Il 12 la Eby ha compiuto 1 anno ed io non le ho nemmeno dedicato un post.. che ingrata!
Ha ricevuto un sacco di regalini e lei ne è stata entusiasta, emetteva dei versi stranissimi!
Tanti auguri alla mia piccina


martedì 5 luglio 2011

Hello world!

Welcome to WordPress. This is your first post. Edit or delete it, then start blogging!

lunedì 4 luglio 2011

Cambio template

Ho dovuto farlo.. ormai da tempo non veniva più visualizzato il Pacman colpito a morte, probabilmente quelli che hanno ideato l'immagine han pensato bene di trasferire il server oppure, ancora più meschinamente, han pensato bene che il tempo di usufrutto dell'immagine "aggratisse" era finito.
Ad ogni modo ecco un altro template preso in rete stile dark.
Non ne sono convinta o per lo meno non tanto quanto lo ero per il dolce pacman ucciso ma tempo per cercarne un altro non ne ho.

Poi oggi ho trovato da discorrere pure con Bartolini corriere.
Per farla breve venerdì mi hanno consegnato un pacco (ovviamente non c'ero), giustamente la gente normale è al lavoro quindi è già  rassegnata che il pacco dovrà andarselo a ritirare di persona perchè guarda caso, per qualche legge assurda, il corriere che anche lui giustamente lavora, pensa di passare alle 14.17 e trovare a casa qualcuno.
Ad ogni modo mi è stato chiesto di chiamare per variare la consegna.
Chiamo e scopro che la filiale contattata non è quella giusta, provo a Cattolica allora.. a parte il tempo in attesa, poco male perchè nel mentre lavoravo lo stesso, sono riuscita a parlare con una signora che mi ha "gentilmente" comunicato che il cambio di indirizzo di spedizione o il ritiro a mano in loco (a San Giovanni in Marignano per giunta), era possibile se e soltanto se il mittente avesse inviato comunicazione scritta.
In pratica il ricevente è un coglione che subisce solo le scelte del corriere.
Ho contattato il mittente e, sfiga vuole, che è in ferie e lo sarà per tutta la prossima settimana.
Ho richiamato Bartolini, inutile dire che ho dovuto rispiegare tutto quanto perchè chi mi ha risposto non era la signora precedente e alla mia richiesta di prendere il mio numero di cellulare o di darmi quello del corriere per poter essere lì senza sprechi di tempo, mi è stato risposto che non fanno servizio di chiamate!!!
Ha ribadito che la loro mission è consegnare, mi sono quindi fatta spiegare quale potesse essere il modo più veloce per ritirare quel pacco senza che dovessi prendere un giorno di ferie, la risposta è stata: lei o qualcun'altro deve essere a casa tra "l'ora di pranzo" e "il primo pomeriggio".
Tralasciamo la finestra temporale e la sua interpretazione, ma possibile che se io non sono a casa, la merce non può essermi consegnata?
Siamo veramente a livelli di assurdità che sfiorano il folle.. e io che mi lamentavo delle poste.

Piuttosto Bartolini vade retro!!!
Ho contattato il venditore gli ho consigliato di cambiare corriere, probabilmente non gliene fregherà un cazzo, ma sicuramente io non comprerò più nulla da chi si avvale di Bartolini per consegnare la roba

venerdì 24 giugno 2011

52.9

Sono arrivata a vedere anche la cifra 2!
Ebbene si.. solo che poi puntualmente mi sento talmente soddisfatta che fogno come una fogna (appunto) e i giorni seguenti mi ristabilisco sul 53 e qualcosa.
Ieri ero di nuovo scesa sotto la soglia e così siamo andati a mangiare il pesce, oggi ero 53.0, sarà dura rimanere stabile visto che, anche questa sera, avrò una cena a base di ciccia coi colleghi.
Speriamo bene.

giovedì 23 giugno 2011

Cani e condominio

Me lo segno qua che può tornarmi utile assai.
http://www.petsblog.it/post/3435/cani-in-codominio-la-legge-parla-chiaro

lunedì 13 giugno 2011

Giorgio Celli

L'11 è morto Giorgio Celli, qui l'articolo dove l'ho scoperto.
Probabilmente con tutta sta storia del referendum è passata un pò in sordina oppure non me ne sono accorta..

Comunque.. io ho fatto il mio dovere, voi avete votato?

martedì 7 giugno 2011

Un gesto d'affetto


Sono terribilmente combattuta, ho sempre pensato che ci sono tanti bambini che muoiono di fame e che, forse l'uomo, prima di imbarcarsi in opere di bene per gli animali dovrebbe pensare a salvare la sua stessa specie.



Poi però l'arrivo di Eby in casa mi ha fatto rivalutare un sacco di cose e, di fronte ad un annuncio di questo tipo, onestamente, le mie convinzioni vacillano.



E' vero che avere cani randagi per la città non è bello e nemmeno salutare, è vero che se nessuno li adotta non si può affollare all'infinito un canile ma.. sopprimerli mi sembra una cattiveria inaudita; lo so che il discorso non può essere applicato all'uomo ma.. è come se sopprimessero bambini e anziani perchè ci sono troppe bocche da sfamare.



Non mi sembra una cosa umanamente ammissibile nè per la razza umana nè per la razza animale.



Vi chiedo solo di dare un occhio a questo sito.. mi lascia sempre con le lacrimuccie.



Ci sto pensando seriamente.. non potrò trasformare casa mia in uno stallo per cani, ma potrei aiutare economicamente.. questo si..

Tipo che a me piacerebbe anche adottare piccini come questa qua ma poi i miei mi caccerebbero e la Eby che si sente la cocca potrebbe reagire "da cane".

mercoledì 1 giugno 2011

Iniziativa per l'ambiente

Vi volevo segnalare questa iniziativa qua.. http://www.doveconviene.it/co2neutral/ mi è piaciuta un casino.
Spero che io possa contribuire realmente a piantare un albero, ne abbiamo così tanto bisogno!

Update delle 16 (circa)
Nel corso di questa giornata ho dedicato un pò di tempo per capire bene che cosa fa esattamente questa iniziativa e chi c'è dietro, ma soprattutto dove e come viene piantato il MIO albero.
Vero è che per conoscere facilmente i dettagli basta seguire il link sopra, però per i più svogliati ecco cosa c'è da sapere:

prima di tutto che l'iniziativa è volta ad avere l'aria più pulita e a ridurre l'anidride carbonica che si produce piantando alberi, ma.. come può il mio blog aiutare questa cosa?
Semplice aderendo all'iniziativa, quindi facendo pubblicità (via post e attenzione non cartacea) tramite il blog e pubblicando un piccolo banner, verrà piantato un albero.
Ma.. dove vengono piantati gli alberi?
Gli alberi, attualmente, (speriamo siano tanti) verranno piantati a Göritz.
Ma chi c'è "dietro" questa iniziativa? E' un'iniziativa tedesca e Doveconviene.it è parte attiva in partnership con www.iplantatree.org questo significa che c'è chi finanzia questa cosa e di conseguenza l'iniziativa è reale.

Anche i blog, purtroppo, producono anidride carbonica, infatti secondo il Dr. Alexander Wissner-Gross, attivista ambientale e fisico di Harvard, un sito web produce una media di circa 0,02 g di CO2 per ogni visita. Assumendo 15.000 pagine visite al mese, questo si traduce in 3,6 kg di CO2 l’anno. Questa produzione è legata soprattutto al funzionamento dei server.
Grazie a questa iniziativa, però, si ottiene la seguente equazione:


Un albero, quindi, neutralizza le emissioni di anidride carbonica per 50 anni, quindi purtroppo per voi, potrò continuare a scrivere ancora per un altro mezzo secolo!!


In appendice vorrei spendere due parole anche per lo sponsor (per i malpensanti.. no, non mi pagano ma l'idea di rinfoltire un pò il mondo mi basta)..
Doveconviene.it raccoglie i volantini della maggior parte delle catene commerciali, in modo che gli utenti possano sfogliare i volantini e confrontare le offerte in un unico luogo prima di fare acquisti. Non solo ci permette di visionare prodotti on-line, ma a tendere permetteranno di eliminare i volantini cartacei (un pò come è successo per le bollette Telecom).

martedì 31 maggio 2011

Mi sembrava..

Uh che emozione rivedere scopa in culo con il suo motorino.
Non sono totalmente convinta che fosse lei ma ci sono quattro ragionevoli motivi che mi spingono a pensarlo:


  1. Usciva dalla strada dove di solito esce lei


  2. Guidava il motorino in una posizione talmente innaturale che, appunto, sembrava avere una scopa in culo ma soprattutto si poteva notare che le piace sentire la punta del sedile dello scooter nelle sue natiche


  3. Guidava con una velocità pari a quella di mia nonna quando usava la carrozzella (che poi a sto punto mi chiedo perchè mai usi il motorino se poi vai ai 30..)


  4. Era ben visibile la solita prepotenza che la contraddistingue (anche in strada) camminando bel bella nel mezzo e intoppando tutta la strada


E' sempre un piacere rivederla nessua sua grettezza e pochezza.
E' incredibile ma mi fa sentire notevolmente meglio anche se.. spalmata per terra (senza farsi troppo male eh!) sarebbe ancor più divertente.

lunedì 30 maggio 2011

Taglia 40

Questa mattina sono riuscita ad entrare in una taglia 40!
Certo.. è un pò finta nel senso che è elasticizzata, però è pur sempre una taglia 40.
Oggi peso 54.5 ma temo di aver comunque alterato un pochetto il mio metabolismo perchè ieri, presa dalla fame, e presa dalla compagnia di mangioni, ho mangiato un pò di patatine e la tagliata con la salsa rosa.
Sono comunque dimagrita ma  è merito del metabolismo che ho incamerato fino a ieri.. insomma temo che rimarrò così per un pò, sempre che non ritorni su di qualche kg.
Ho provato a pensare un pò più intensamente ai miei sbalzi di peso e non ho memoria esatta.. nel senso che io ricordo di essere stata 53 nella mitica estate da cassaintegrata, ma poi ricordo anche i 4 giorni in Toscana sempre di quell'estate, dai quali sono tornata sui 55 - 57.
Quando mi sono lasciata col mio ex (luglio 2009) ero 57 poi però ricordo questo 53 in agosto.. ma mi fa strano.. forse ricordo male ed ero 55.
Non saprei anche perchè il vedere 54 e qualcosa sulla bilancia mi ha fatto uno strano effetto come se non lo vedessi da un bel pò di tempo..
Lo scoglio di questo 54 però è duro un bel pò.. ma anche io non sto facendo granchè ultimamente.. basta pensare che questo week ho mangiato fuori sia venerdì, sia sabato sia domenica..

venerdì 27 maggio 2011

54.8

Sono calata ancora ma ho avuto un'altalena in questi ulti tre giorni.
Da 54.7 a 55.1 a 54.8 di oggi, spero di potermi mantenere su questa via, anche se le giornate si fanno dure.
Un gelatino che toglie il torpore da queste giornate non posso ancora permettermelo, tanto meno una pizzata con gli amici, anche se sostituisco felicemente il tutto con del buon pesce o della buona carne.
La gente che sa che faccio questa dieta mi dice che mi sono asciugata molto e che mi vedono stanca, io non mi sento più stanca del solito, o per lo meno sicuramente meno stanca di quando, tempo fa, all'arrivo di questi caldi, dopo aver mangiato un piatto di pasta, crollavo in uno stato catatonico nel quale la testa mi ciondolava di fronte al pc ed io ero costretta ad andare in bagno e sciacquarmi la faccia.
Mentre le persone che non sanno che sono a dieta, sembrano non notare la differenza, anche se i kg persi sono già 4.

Era ieri..

Ma volevo fare gli auguri ad una persona specialissima anche qua su splinder, anche se in ritardo..

lunedì 23 maggio 2011

55.5

E' il mio nuovo peso.. è ancora un pò sopra ai miei tempi migliori, ma mi sto ritrovando piano piano.
Una serie di sfighe in amore e un pò di trascuratezza nei confronti di me stessa mi hanno fatto arrivare a pesare ben 59 kg.
Non che io ancora stia completamente bene, diciamo che ho bisogno di una ristrutturazione completa: corpo e mente.
Nel primo caso ho deciso di adottare una dieta sbagliatissima che però mi permette di non soffrire la fame e che avvalla la mia poca voglia di fare sport: la dieta iperproteica.
In particolare mi baso sulla "famosa" dieta del dott. Dukan, famosa perchè è tra le 11 diete peggiori al mondo.
Di bello per me è che non esistono quantità, non esistono orari, non esiste ordine e soprattutto lo sport è tollerato per 20 minuti al giorno.
L'importante è mangiare sempre e non uscire mai, dagli alimenti consigliati nelle varie fasi della dieta.
Oltre ad essere subito efficace, dà anche uno stimolo forte al proseguimento, perchè i miglioramenti sulla bilancia si vedono da subito. Io ho perso due kg nei primi due giorni e poi una diminuzione costante di pochi etti ogni tre giorni circa.
Poter rientrare in alcuni pantaloni ormai dimenticati è stata una bella soddisfazione, ed è stato bello poter rimettere alcuni vestitini senza il bisogno di morire di stenti a causa del "trattieni pancia".
Il peso migliore l'ho toccato durante la mia fase agonistica: 48 kg, ma si parla anche di "gioventù" e di un altro metabolismo.. infatti ho smesso che non avevo nemmeno 18 anni, quindi i 48 kg erano da addolescente.
A Cesena e per un pò a Bologna mi sono stabilizzata sui 52-53 kg, nonostante le tremila diete che ho tentato (dietologa compresa) non sono mai riuscita a scendere, questo perchè io continuo a non vedermi "così tanto" grassa nemmeno a 59 kg e quindi non riesco ad avere la forza di volontà di impormi di non mangiare e quindi.. appena la pancia chiamava io rispondevo.
Ora faccio lo stesso ma posso farlo se mangio alimenti consentiti.. quindi i miei colleghi alle 10 del mattino mi vedono addentare carne cruda o bresaola e quando a casa ho fame e decido di farmi uno spuntino sgranocchio orecchiette di crusca. Poi pranzo e cena mi abbuffo senza limiti purchè io ingurgiti solo ed esclusivamente proteine e verdure.
Ho trovato anche tante ricette sfiziose sempre proteiche, come la pizza protal, i cannelloni di tacchino e broccoli con besciamella protal e lo sformatino di salmone.
Il mio traguardo più grosso sarebbe raggiungere i 52 kg, anche se il sito dice che il mio peso ideale è 49 kg.
Il mantenimento sarà la fase più ardua e durerà 10 volte tanto i kg persi, quindi nell'ipotesi io perdessi 7 kg, la fase durerà 70 giorni.
Se avrò voglia vi aggiornerò..
Ah.. ovviamente niente alcolici ma ben venga coca light e nestea light!! Che soddisfazione!

venerdì 13 maggio 2011

Blogger con le mestruo

La piattaforma blogger ha le mestruo.. capisco che sono in manutenzione ma non possono tagliarmi fuori per tre giorni e soprattutto cancellando post a caso o sbattendomi in faccia un bombolone al cioccolato proprio mentre la dieta incomincia a mietere vittime fra i miei neuroni indeboliti...

giovedì 12 maggio 2011

Back again..

.. sempre più incasinata ma con tanta voglia di far chiarezza.
Vi prego di non farmi pentire di essere tornata online.
Grazie

mercoledì 16 febbraio 2011

La lungona

Perfetto con Windows 7 e splinder non riesco nemmeno ad allegare foto ai post.. 
Complimenti!
E' proprio vero.. non dovrei più scriverci, sia per evitare di sbandierare la mia vita in giro, sia perchè con tutti questi segnali è evidente

Pensieri e affini

Ho riflettuto un pò in queste feste e il mio blog è rimasto in sospeso un pò come la mia vita.
Non so nemmeno io come incominciare questo post, è un pò come rientrare in punta di piedi dentro casa dopo una serata di baldoria sperando che babbo e mamma non mi sentano.
Ho timore nel farlo ma nello stesso tempo ne ho bisogno perchè scrivere ciò che mi succede mi permette di scaricare tutte le emozioni accumulate.
Ne sono successe di cose e, in un modo o nell'altro, hanno fatto sì che io non riuscissi a rilassarmi.

Ho avuto l'occasione che sognavo da un anno e mezzo ma non è stata poi così idilliaca come me la ero costruita in testa. Le persone crescono, alcune migliorano, altre si ingrigiscono.
Ho passato un mese terrificante nel quale è scattato qualcosa per cui mi sono spenta e non vedevo la luce.

Mi sono stancata di sopravvivere, ho quasi 30 anni ed io ho voglia di vivere, non voglio più sentirmi depressa e stanca, non so ancora cosa ma devo far qualcosa.
Sono stanca di rapporti falsi e inutili, di promesse non mantenute.