martedì 13 dicembre 2011

News

Altra seduta, altro regalo!
Questo giro sembra quasi che io sia innamorata di un uomo ideale che, guarda caso, ricalcherebbe mio padre.
Oddio, è vero che al peggio non c'è mai fine, ma ricordo che, fin da piccola, ho sempre suggerito a mia mamma di cambiare aria finché faceva in tempo.
Non che mio padre sia una cattiva persona, semplicemente è molto permaloso, vuol mettere sempre i puntini sulle "i", lui fa tutto ed è l'autore di tutto; tanto per dirne una.. se il cane non ha paura del vento, o delle foglie o dei gatti, è merito suo, non può essere semplicemente che, crescendo, il cane abbia imparato a convivere con gli elementi di tutti i giorni. Come è suo il merito di tante altre cose.
Non sarebbe un male, nel senso che ognuno di noi ha pregi e difetti e l'essere permaloso, puntiglioso e un po' egocentrico è il male di molti.
Il problema è che poi non è brillante, non coglie al volo le sfumature, ascolta solo quello che vuol sentire.
Insomma, in tutta onestà, se dovessi pensare al mio uomo ideale non credo proprio che ricalchi mio padre e, per dirla tutta, non credo che prenderei nemmeno un parte di lui!
Per fare un esempio.. se ripenso ai miei ex probabilmente il ragazzo ideale potrebbe essere composto con parti prese un po' qua un po' là, insomma una sorta di frankstein, ma di mio padre proprio non mi viene in mente nulla.
Anche nel fare di tutti i giorni non vorrei prenderlo di esempio: ricordo che potevo comprare solo merendine in offerta, il menù della settimana andava deciso il giovedì, quando, cioè, arrivava il volantino delle promozioni e si componevano colazioni, pranzi e cene da lì fino al mercoledì successivo; ricordo le scarpe del mercato che mi causarono la tallonite, ricordo le tute con le due bande anziché tre (adidas).
Insomma, la mia infanzia è stata di compromessi.
Certamente non cambierei nulla di quel che è passato, perché alla fine sono cresciuta sana anche coi prodotti in offerta però se ogni tanto avessimo potuto mangiare quello che ci andava...
Poi però alla fine ho avuto sempre tutto, il motorino, la macchina, una casa, l'istruzione, insomma non posso lamentarmi però certamente ad oggi se mi va qualcosa non mi trattengo solo perché non è "in promozione".
Non so che dire.. le cose e il modo con cui ho vissuto fino ad ora si sta sgretolando piano piano.. mi sembra di cadere sempre più in basso e intanto il Natale maledetto si avvicina..

0 pensierini:

Posta un commento