martedì 31 gennaio 2012

Splinder

Oh ma a proposito, oggi chiude Splinder!
Sono contenta di aver salvato e spostato i miei contenuti qua, ma sono comunque triste perché io avevo scelto splinder come piattaforma e se non chiudeva sarei comunque rimasta là...

Vergogna

Che poi oggi, alle 7.20, mentre passeggiavo con la mia bestiolina stavo pensando allo schifo e all'indecenza della gente che porta a spasso il cane e lo fa cacare ovunque senza preoccuparsi di raccogliere.
Così.. cammina cammina, la mia belva ha fatto la cacca in una piazzetta tempestata di merde altrui.
Oh, mi sono vergognata un bel po' quando ho raccolto la cacca sua, non so spiegarmi il perché, ma se i gentili padroni dei poveri cani caconi si vergognassero pure loro un poco.. non pesterei merde di continuo!

Giusto per..

Questo mese ho già speso 1601 euro.
E sti cazzi!

Neve

Le mie continue improvvisazioni culinarie han fatto nevicare!

domenica 29 gennaio 2012

Diabete

Dopo aver letto cose così sdolcinate, ho il diabete!

sabato 28 gennaio 2012

Stanca

Stanca delle stronzate

venerdì 27 gennaio 2012

Serate così

.. Nn hanno prezzo..
Io e la bestia soltanto!

Poi incomincia ad abbaiare e mi passa tutta la fantasia..


Ma che stai a dì?

Ma io mi chiedo.. la Colombari e la Seredova che affermano che i loro mariti sono meglio di Rocco Siffredi.. ma l'avranno mica provato?
Secondo me no!

Fb ciao ciao

Come preannunciato da un po' e dal mio malessere crescente, ho dato un taglio all'account di Facebook, chiuso, disattivato.
E quindi ho pensato bene di lanciare un sondaggio, che troverete proprio qui nella pagina principale.
Vi chiedo: quanto durerò senza Facebook?
L'ultima volta mi sa che sono stata ben 1 mesetto e qualcosa di più ma in realtà avevo già creato un altro account con l'identità della mia cagnolina (quindi, molto meno di un mese).
Probabilmente next step sarà creare un account gtalk solo lavoro, in questo modo al lavoro mi concentrerò solo su quello.
Via via sfoltire tutto, via!

-0.6kg

Sono tornata più o meno ad un peso accettabile e con la giornata di ieri ho perso un ulteriore mezzo chiletto.
In particolare ieri ho fatto colazione con un caffè, ho pranzato con un piatto di bresaola e due hamburger (o svizzere) e per cena mi sono fatta una frittata con un uovo solo con chiara d'uovo montata a neve e 5 fettine di bresaola, poi sono stata ad un dopo cena con Miriam, Elisa e Sonia e lì ho preso un infuso senza zucchero.
Sono stata molto bene con quelle ragazze anche se sono delle chiacchierone mostruose ed io, che tanto desidererei parlare con qualcuno, mi sono limita ad ascoltare.. ma va benissimo anche così perché non so cosa dire, non ho ancora messo in fila le emozioni, non mi sono ancora accorta di essere sola.
Attualmente ho il cervello in format c: e la formattazione è più lunga del previsto.

giovedì 26 gennaio 2012

-1kg

Bene bene, ieri sono stata proprio brava a mantenere i buoni propositi del "solo proteine".
Purtroppo non ho fatto colazione (non trovo il latte 0,1% e di questo periodo è un macello) altrimenti potrei bermi litri e litri di latte, ho pranzato con un piattino di bresaola e fettine di pollo alla piastra ed ho nuovamente cenato col pollo cotto solo in acqua.
Mi sono pesata e... da ieri ho perso 1,5 kg.
C'è da dire però che quando mi ero pesata, a parte i bagordi di Milano, era subito dopo cena quindi panza ancora in digestione e super piena, quindi penso che quel 0,5 kg era illusorio.
Posso dire di aver perso 1kg.
Anche oggi farò solo proteine e dovrò tener duro durante l'aperitivo con le squinzie e domani dovrei essere tornata sui miei ranghi e poi mi farò una settimanella di attenzione con l'aggiunta di verdure e formaggi.

mercoledì 25 gennaio 2012

2 giorni

In questo weekend, stando sempre in giro e mangiando fuori, ho messo su qualche kg, ancora nulla in confronto di quelli che avevo prima della mia dieta Dukan, ma diciamo che sono quasi risalita per metà.
Ecco perché, oggi, partiranno un due giorni di proteine, vediamo se riesco a tornare subito a regime, alla fine mi dico che non è poi un sacrificio così grosso!
Il problema è quando mi trovo sotto il naso qualcosa che mi piace e tanto..
Vediamo un po'..
Ovviamente per la mia privacy ometterò il peso di partenza ma già questa sera, se ci sarà, vi renderò noto il mio calo..

venerdì 20 gennaio 2012

Ritiro

Sono stanca di sentirmi dire tante belle cose e poi constatarne altre.
Quindi ora prendo e forzatamente mi rilasso, perché è inutile pensare in fretta tanto in ogni caso ognuno fa i cazzi suoi.

giovedì 19 gennaio 2012

Premure

Sarà che io mi faccio sempre troppe paranoie per gli altri, nel senso che in qualsiasi situazione di gruppo io penso sempre un po' più agli altri e, soltanto alla fine, a me stessa.
Non che sia la santa della situazione eh, però se ci può essere qualcosa che posso fare per dar meno fastidio lo faccio.
Che ne so.. durante un viaggio, per esempio, so che raramente mi fa male la macchina, e allora zitta zitta me ne vado dietro; o magari se in un gruppo di amici si prende sempre la macchina di uno, magari la volta dopo mi viene automatico prendere la mia; in una presentazione, se la cosa che sto per vedere non mi è nuova o la conosco abbastanza, non mi permetto di prendere il posto davanti, piuttosto mi metto da parte; durante l'esame del bagnino di salvataggio ho acconsentito a fare da manichino visto che, ai tempi, ero quella che pesava meno del corso; o ancora durante un viaggio a macchina piena, non ho problemi ad offrirmi di stare nel mezzo perché, magari, occupo meno spazio....
Insomma potrei andare avanti all'infinito: il mio pensiero va sempre prima al gruppo e poi, semmai a me.
Tanto per chiarire è ovvio che preferirei sempre viaggiare nel posto davanti, andare sempre a scrocco di benza, stare sempre davanti per carpire meglio il significato delle cose, starmene a sedere in panchina ad aspettare il mio esame senza stancarmi a stare a galla per aiutare l'altro, o starmene comodamente seduta in macchina.
Però poi mi faccio prendere dai sensi di colpa: maledetti!
Se fosse solo questa la questione, sarei comunque a posto, nel senso: mi "sacrifico" in onore dei sensi di colpa e  a posto! Invece no! Quando noto che nessun'altro ha il mio stesso riguardo verso di me o del gruppo, mi sale un nervoso che la metà basta.
Ed è qui che mi faccio fregare da me stessa: sono altruista ma poi pretendo, egoisticamente, che gli altri lo siano altrettanto! E puntualmente mi monta il nervoso.
Le cose sono due: o evito tutte queste premure nei confronti degli altri, oppure la smetto di sperare sempre che la gente sia civile e capisca che non esistono soltanto loro.
A questo punto è chiaro che la seconda è utopia, però è anche vero che il meccanismo dell'altruismo è da 30 anni che lo applico e quindi?
Che palle!

mercoledì 18 gennaio 2012

Sondaggio chiuso

Wow, han votato in 25 and the winner is:

No, ma chi te lo fa fare!

Purtroppo non ho potuto spiegare bene tutta la pressione che sento su di me quando sto in quella casa e forse, il fatto di spendere solo 100 euro, ha fatto sì che molti votassero per quell'opzione là.
Devo confessare che l'unico "Si, ma solo se a scrocco", era il mio voto!

Alla fine me ne sono andata, devo ammettere che la reazione dei miei è stata totalmente inaspettata: hanno capito, mi hanno aiutato a fare le valige, c'è stato il piantino per la Eby e poi amici come prima.
Dai discorsi che abbiamo fatto sembra abbiano realmente capito che mi sentivo un pochetto oppressa e che, in ogni caso, se volessi tornare, la porta è sempre aperta.
Domenica sono pure venuti a portarmi il pranzo (in tre non si mangia in quella casa) e mi hanno accompagnato a fare la spesa. Insomma è andata meno peggio di quello che pensavo e soprattutto posso "crescere" e capire cosa vorrei fare "da grande" senza avere il magone di non poter tornare sui miei passi.
Devo ammettere che sono passati pochi giorni per capirci qualcosa ma.. mi sento un po' più rilassata, anche se il prezzo da pagare è molto alto (in termini economici ma anche in termini di spazio/comodità e responsabilità della cagnolina).

Per ora sto bene così, più avanti vedremo se tutta la segatura che ho nella testolina incomincerà a produrre qualcosa o brucerà definitivamente..

martedì 17 gennaio 2012

Cucina alternativa

Con il fatto che non sto sopra i miei e che sto tentando di ricostruire un po' di serenità, mi sono impuntata sul fatto che avrei dovuto cucinare..
Una di quelle scelte azzeccate come mio solito..
Infatti, dove stavo prima, se non altro, avevo una bellissima lavastoviglie pronta ad accogliere tutte le stoviglie che sporcavo durante i miei esperimenti.. e invece no, non ho quasi mai sperimentato niente (tranne nel periodo dieta Dukan).
Ora mi sono decisa ed ho già tre difficoltà in più: niente lavastoviglie, niente forno e soprattutto un terzo di pentolame e accessori rispetto a quelli che avevo prima.
L'unico punto a mio favore è che qua, dove lavoro, ho la mensa per pranzo ed è praticamente il mio pasto principale della giornata (e questo già la dice lunga).
Domenica sera è stata la prima cena in quella casa: ho fatto un sughetto alle olive.. un po' abbondante a dire il vero, quindi ne ho conservato una parte e ci ho cotto degli straccetti di pollo accompagnando il tutto con uno spicchio di pizza che mi avevano dato i miei per pranzo.
Ieri sera, invece, riutilizzando un po' del sugo conservato ho fatto la mozzarella cotta là dentro, un'insalata semplice e mezza piadina.
Quanto durerà tutta questa voglia di sano? Quand'è che tornerò a comprare robe pronte e distruttive?
Si accettano scommesse.

lunedì 16 gennaio 2012

Pronti, partenza, via



Ecco, insomma, si riparte da queste immagini qua. Ora abito qua!
Sono passata da un bell'attico di 70-75 mq con un terrazzo di 30-40 mq ad un monolocale di infinitesimali metri quadri senza forno, congelatore e bidet e con un terrazzo largo e lungo quanto uno stendino.
Basta vedere la faccia sconsolata della mia piccina per capire che il salto di qualità non c'è stato: ok non se lo aspettava nessuno.. però è un po' demoralizzante.
Dovrei incominciare a costruire la mia serenità proprio da qui, ma è successo tutto all'improvviso che ancora devo metabolizzare un sacco di cose e non so se ci riuscirò.
Stare da sola non dovrebbe terrorizzarmi troppo, almeno non durante i giorni lavorativi, anche se ho il magone costante per la mia piccina reclusa in quel buco angusto, il problema rimane il weekend nel quale dovrei scacciare pensieri e paranoie che, inevitabilmente, mi torturano.
Il punto è che non sono mai contenta, quello che faccio non mi rende mai felice e quando compio gesti in questo stato non faccio che peggiorare le cose.
Nella mia vita penso di non essere mai soddisfatta completamente di una giornata trascorsa e a 30 anni ho trascorso bene 10958 giornate (contando anche i bisestili).
Attualmente non riesco nemmeno a percepire che cosa potrei fare per cambiare questa situazione: in molti mi dicono che, sicuramente, questo primo passo è già un passo avanti e che, piano piano, mi sarà tutto chiaro.. ma sento di non poter aspettare tanto: io ho voglia di costruire qualcosa di più.

Parola

Mi ricorda qualcuno.. a voi no?
Anche se va riadattato con la pipì (ma forse ci sta anche sotto questa forma qua..)

Lo sgommone

Oggi va così



Da da da da, da da da da
Da da da da-da da

Do you know if I can yell any louder
How many time have I kicked you outta here?
Or said something insulting?
da da da da-da
I can be so mean when I wanna be
I am capable of really anything
I can cut you into pieces
But my heart is … broken

Da da da-da da
Please don’t leave me
Please don’t leave me
I always say how I don’t need you
But it’s always gonna come right back to this
Please, don’t leave me

How did I become so obnoxious?
What is it with you that makes me act like this?
I’ve never been this nasty
Can’t you tell that this is all just a contest?
The one that wins will be the one that hits the hardest
But baby I don’t mean it
I mean it, I promise

Da da da-da da
Please don’t leave me
Da da da-da da
Please don’t leave me
Da da da-da da
I always say how I don’t need you
But it’s always gonna come right back to this
Please, don’t leave me

I forgot to say out loud how beautiful you really are to me
I can’t be without, you’re my perfect little punching bag
And I need you, I’m sorry.

Da da da da, da da da da
da da da da-da da
Please, please don’t leave me

Baby please don’t leave me
No, don’t leave me
Please don’t leave me no no no
You say I don’t need you but it’s always gonna come right back,
It’s gonna come right back to this.
Please, don’t leave me.
No.
No, don’t leave me
Please don’t leave me, oh no no no.
I always say how I don’t need you
But it’s always gonna come right back to this

Please don’t leave me
Please don’t leave me

venerdì 13 gennaio 2012

Rincominciare

Incomincia la mia scalata verso l'ignoto: penso sia la prima volta che mi ritrovo a dover fare i conti soltanto con me stessa.
La cosa mi spaventa ma allo stesso tempo mi elettrizza, perché per la prima volta dovrò incominciare a contare soltanto su me stessa.
Riparto da zero: io, la mia piccolina e un buco di monolocale.
Conto almeno di ritrovare un po' di quella serenità che sto cercando da tempo ormai, questa ricerca mi ha logorato un sacco e mi ha portato ad un senso di insoddisfazione perenne, tant'è che penso di aver perso tante, troppe occasioni per essere felice.
Ho superato i 30 anni e forse era meglio accorgersene un pochetto prima, non voglio più vivere coi sensi di colpa, con l'inadeguatezza su ogni cosa e col magone per aver disatteso le aspettative di chi mi vuole bene.
Voglio vivere per me stessa e basta.
E così.. ho deciso..
Nonostante il sondaggio mi consigli "No, ma chi te lo fa fare", ho raccolto su un po' di roba e la mia cagnetta e da domenica, massimo lunedì mi trasferirò nel mio nuovo piccolo buco invivibile.
Non è una gran soddisfazione vivere in 20 mq ma per incominciare a respirare va bene lo stesso.
Questa, la poesia che mi ha consigliato la psicoterapeuta da far leggere ai miei.


mercoledì 11 gennaio 2012

Sondaggio

Ecco a voi sul fianco del mio blog un bel sondaggino al quale rispondere.
Sarete in pochissimi a rispondere ma fatelo, please!

martedì 10 gennaio 2012

Malinconia

Ho il cuore che rimbalza in gola, il fiato corto e la lacrima sempre pronta.
Ora che avrei più bisogno di parlare con loro di confidarmi di chiedere consiglio, se ne stanno barricati dietro le loro convinzioni.
Oggi ho visto i primi due appartamenti.. Che depressione dover pagare 400 euro x stare in una stanza unica con letto e cucina sola come un cane solo x poter ritrovare un po di serenità.
Non so quanto ancora riesco a tenere duro..

lunedì 9 gennaio 2012

2012

Dopo un lungo silenzio sono tornata!
Sono stata in ferie, avrei potuto scrivere ma non ne avevo voglia, ormai l'apatia mi rapisce ad ogni festività un po' come se il lavoro mi distraesse dalla mia vita.
Insomma ecco, sono tornata appesantita, non tanto per i dolci e le cene di questi giorni, anche perché i dolci natalizi non mi piacciono e niente cene esagerate in famiglia: da noi il Natale non si festeggia e non perché non siamo credenti, ma perché se non fossi io ad andare su dai miei a trovarli, col cazzo che si passerebbe il Natale insieme!
Dicevo? Ah si, son tornata appesantita ma non dal cibo ma dalle preoccupazioni e, onestamente, posso dirlo? Mi sono rotta i coglioni di stare così!
Non è che possibile che io non sia felice e serena soltanto perché non ho il coraggio di dire ciò che va detto, io non ne posso più!
In alto nella lista ci sono i miei genitori che son sempre pronti a far polemica e a chiedermi, a 30 anni suonati, dove sono e cosa faccio come se poi non lo sapessero visto che abitano sotto di me ma son sempre a rompere le palle di sopra!
Che cosa andrebbe detto loro? Che è inutile che mi chiedano dove vado o cosa faccio se poi non credono alla risposta.. ma allora, porca puttana, che cazzo chiedi a fare?
E poi tutti quei bigliettini di merda che mi lasciano con su scritto che sono maleducata e stronza, come se io a 30 dovessi ancora rendere conto loro di quel che faccio ma che se lo infilino in culo il bigliettino!!
Non se ne può più proprio! E mi tira pure il culo pensare di andare in affitto da qualche altra parte visto che io una casa ce l'ho e andare a pagare l'affitto perché i miei genitori pensano ancora di poter pianificare la mia vita, mi sembra una cosa ridicola.
Sempre affacciati a quel terrazzo di merda per controllare i miei movimenti e sempre pronti a fare ripicche o minacce usando la cagnolina.
Non se ne può più per Dio!!!
E poi l'altro scoglio sono i sentimenti, ma questo tassello più riservato va discusso in privato e non spiattellato su un blog.