martedì 28 febbraio 2012

Anno funesto

Anno bisesto,
Anno funesto..

Sì, direi che peggio di così non poteva incominciare, non oso pensare come sarà il proseguo.

lunedì 27 febbraio 2012

Tormenta

Mi chiedo come cavolo ho fatto ad arrivare qui dove sono ora e in questo stato.
Ieri ho avuto uno splendido confronto con delle vecchie compagne di scuola, in particolare con una di loro che vive la vita proprio come viene, anche lei molto simile a me.. sempre infognata con persone sbagliate allontanando quelle che invece vorrebbero aiutarci e starci vicino.
Eppure lei la vive diversamente, per lei se una storia è andata in un modo è perché doveva andare così e probabilmente non è stato tanto il destino a portarci fin là ma semplicemente è stato il cuore.
Razionalizza ma lascia parlare i propri sentimenti e la cosa sorprendente è che i suoi discorsi filano sempre!
Sta male, soffre come un cane ma poi trova sempre il motivo per andare avanti, per fare passi da gigante senza voltarsi mai indietro.
Non so dove abbia trovato questa consapevolezza e vorrei scoprirlo, lei dice che, semplicemente, anche se c'è stato un amore bellissimo, un amore sconfinato, uno di quelli che sei convinta sia quello della tua vita, ma poi per qualche motivo esso non prosegue.. allora significa che se ne troverà un altro ancora migliore, senza fretta.
Allora penso che sia proprio la fretta che mi frega!
E' una famiglia mia, quello che desidero da tempo, e il problema è proprio là, la desidero talmente tanto che non riesco (e nemmeno ci provo) a godermi le cose che potrei vivermi adesso in questo stato eppure è quello di cui avrei bisogno perché le cose van prese per gradi per raggiungere l'obiettivo, ma non mi dò il tempo giusto per farlo, vorrei bruciare le tappe, vorrei correre e non faccio altro che prendere delle accantonate.
Poi vabbè ci sono persone che ti segnano e che non meriterebbero nemmeno un pensiero, poi ci sono quelle per cui tu ti sentirai grata per tutta la vita e, infine, ci sono persone come questa amica qua che ti aprono gli occhi su un pensiero che mai mi era balenato in testa e scopri che, in effetti tutti i torti non li ha ma.. io mi sento già in là con gli anni per avere un figlio e non riesco a non correre e cercare ciò che voglio..
Come cavolo fa lei?
Forse è più semplice perché sostiene di non volere figli e forse di non poterne avere.. quindi per lei 30 anni, 20 o 40 non fanno differenza, l'importante è viverli.. per me, invece, 30 anni sono già un bel limite per l'obiettivo che mi sono posta.
Sto sragionando? Bò.. ma quanto sarebbe più semplice vivere dimenticandosi di tutto il resto?

domenica 26 febbraio 2012

Compagne

Questa sera ho passato una bella serata.
Stare con loro mi fa un gran bene che non se lo immaginano nemmeno.
Peccato sia una volta ogni tanto, ma non posso imporre loro la mia presenza costante e poi non è da me.
Perché mi faccio sempre questi problemi? Ho sempre la sensazione di essere un peso per tutti, mi sento sempre in dovere di ringraziare e di essere grata di uscire con me.. Se fossi un po più sicura di me.. Forse la vita mi sorriderebbe..

venerdì 24 febbraio 2012

Persa

Non lo so, c'è che mi sono persa.
Ho perso la strada e ho perso me stessa.
Ho tante strade che mi invitano ad essere percorse ma io sono ferma a guardarle, non tarderà molto il giorno in cui qualcun'altro lo farà al posto mio.
La mia vita è fatta di rimpianti e di rimorsi e continuo a starmene là, sperando che accada qualcosa dal nulla, senza mai sbilanciarmi, senza mai prendere posizione.
In questo momento tutto mi sembra sbagliato e vorrei riscrivere completamente la mia vita, vorrei non essere arrivata fino a qui.

martedì 21 febbraio 2012

La rivincita delle donne

Adoro questa donna che, finalmente, ammette che "le misure contano" e, grazie al cielo, ci permette di prendere una rivincita col mondo maschile.
Leggete qui.

domenica 19 febbraio 2012

Isteria

Oggi qualsiasi cosa mi venga in mente o mi dicono mi vien da piangere..
Penso proprio di essere diventata isterica e di avere attacchi d'ansia

sabato 18 febbraio 2012

Retromarcia

Più passa il tempo più mi pare di non sentirmi bene, sempre peggio. Stare da sola non è poi così spaventoso come pensavo o come ho sempre immaginato, eppure nonostante tutto c'è sempre qualche tarlo che non mi lascia in pace.
Riuscirò mai a venirne fuori?

giovedì 16 febbraio 2012

Io amo il mio dentista

Per San Valentino, infatti, gli ho regalato 530 euro.
Era felicissimo!
Io un po' meno!

mercoledì 15 febbraio 2012

TristeSsS

Oggi ho avuto la prova che i miei non hanno ancora capito perché sono andata via di casa, apprezzo però il fatto che ci provino a capire, ma mi lascia basita ogni volta il fatto che le spiegazioni che provano a darsi e che mi raccontano siano sempre così troppo lontane dalla realtà.
Ieri ho fatto come la psicologa mi consigliava, ho preso la palla al balzo per spiegare loro che indipendenza non vuole dire non avere più bisogno dell'appoggio e dell'aiuto dei genitori, ma che semplicemente vuole dire crescere e sgravare loro di alcune difficoltà quotidiane.
Si parlava della Eby, sempre di lei, di quanto fosse un impiccio averla in casa per loro perché non si sentivano più liberi di fare le camminate di una volta (premesso che la mia cagnolina era sempre al mio fianco quando facevo 9 km ad andatura veloce), di quanto male facesse a mia mamma che forse è allergica alla Eby ma è sempre attaccata a lei e poi siamo passati alla macchina, che se voglio la mia indipendenza devo mettere le ruote termiche o venderla, come se per loro fossi un peso in queste giornate di neve.. mi sono sempre organizzata per andare al lavoro senza mai chiedere nulla.
Quando ho fatto presente che, nell'eventualità estrema, c'era anche la loro macchina, allora no, non andava bene perché scegliendo l'indipendenza io non avevo più diritto alle cose di quella casa.
Con molta calma le ho spiegato che una famiglia serve per supporto, che ci si aiuta anche a mille mila chilometri di distanza.
Sembrava avesse capito.
Poi oggi, la telefonata di mio padre mi ha fatto ricascare nel baratro della desolazione.
Mi ha chiamato al lavoro, lui parlava ed io dovevo solo ascoltare.
Si è limitato a dirmi che la Eby non è assolutamente un peso che tutti le vogliono bene, che non ha senso comprare una casa o spendere soldi in affitto, che la sua macchina la posso prendere quando voglio che adesso spalerà la neve, che smusseranno un sacco di spigoli, che forse le cose dette fino ad ora non sono state dette nel modo migliore, ci sono stati fraintendimenti ecc..
Ho l'impressione che ancora non abbiano capito e sono sconfortata, sembra lo abbiano preso come un capriccio, non capiscono che il tornare in quella casa mi riempie di negatività, è quattro giorni che faccio brutti sogni, che ho brutti ricordi, che rincorro fantasmi che non esistono più e che non mi permettono di guardare avanti.
Probabilmente tutto si supererà col tempo, ma evidentemente quel tempo non è ancora arrivato.

lunedì 13 febbraio 2012

Tempo perso

Installare 66 aggiornamenti in un pc e 43 nell'altro, mi ha fatto venire pensieri strani.. Stavo riflettendo che forse fino ad oggi ho perso fin troppo tempo dietro a cose che non mi hanno portato nulla di buono e, nonostante tutto, non è la prima volta.
Sbaglio in continuazione e non sembro imparare dai miei errori.
Poi gli aggiornamenti finiscono e ritorno rintronata come al solito.
Fortuna!

giovedì 9 febbraio 2012

Dieta e affini

Diciamo che in questi ultimi mesi ho avuto un po' di cose da fare, pensare ecc.. e mi sono un po' trascurata.
Ho ripreso due kg e, per carità, non sono ai livelli di quando ho incominciato però ho capito che se non sto sempre sull'attenti, riprendere su è un attimo.
Forse è un po' la sfiga di chi deve dimagrire.. lo sforzo più grosso è l'impegno costante da mantenere tutta la vita.
Fortunatamente, quando mi va, un dolcetto me lo sbafo sempre (come i tre cornettini alla crema di ieri l'altro), o mi tolgo lo sfizio della pasta e della pizza, però è un po' noioso scoprire che dopo due giorni di mangiate normali, prendo al volo due kg in più...

Decalogo

Vediamo.. direi che se avessi un bazooka in macchina o un qualche dispositivo per far brillare le macchine altrui eliminerei:

  1. quelli che, ancor oggi, hanno le catene da neve montate
  2. quelli che ti precedono e si lavano il lunotto anteriore senza tenere conto che lo spruzzino spruzza ovunque tranne che sul vetro e finiscono per sporcare la macchina che li segue (in questo caso la mia e quasi sempre dopo averla lavata)
  3. quelli che "la rotatoria questa sconosciuta"
  4. i vecchi guidatori col cappello che sono solitamente l'emblema della lentezza, dell'incapacità e dell'ignoranza
Per il momento non mi viene in mente altro, son magnanima, no?

martedì 7 febbraio 2012

San Valentino

Si può abolire, per favore?
Che poi il signor Perugina può festeggiare in altro modo lo stesso, no?

sabato 4 febbraio 2012

Affacendata

Oggi con questa neve è impossibile uscire!
Così mi son dedicata alla pulizia a fondo del maniero, alla lavatrice e alla cucina.
Ora però ho finito e non mi passa un attimo.. Volevo andare al menga a piedi ma credo che continuerò a rimanere nel letto al calduccio.
Il sabato così è una vera barba.... E non ho nemmeno la belva con me..

venerdì 3 febbraio 2012

Attaccamento al lavoro

Allora, questa qua di fianco è la situazione neve alle 9 di questa mattina dove lavoro io e non ha più smesso di nevicare.
Contando che ho una macchina inutile: senza gomme termiche e con le ruote non catenabili, le soluzioni sono veramente poche.

  1. O dormo qui
  2. O mi faccio venire a prendere dai miei
  3. O mi faccio portare a casa da qualcuno
In tutti e tre i casi non credo che sposterò la macchina e che, quindi, rimarrà al lavoro; quindi.. niente brum brum per il weekend.
Sarà sostenibile? Dovrò aprire un nuovo sondaggio in questo blog?

Funghi

La neve è come la pioggia, fa spuntare cretini e impediti come funghi!

mercoledì 1 febbraio 2012

Scuole chiuse..

.. ma da noi piove e tira vento e basta, governo ladro!!