lunedì 18 giugno 2012

Peli e affini

Arriva la bella stagione, arriva il caldo, arriva il sole, arriva il mare e come solito arriva sempre lo stesso argomento estivo: i peli!
Per me sono quasi una fissa, io che ho n-mila problemi ormonali che mi rendono un orso appena ho la sfortuna di lasciarmi andare; ogni volta prendo come impegno quello di dedicare almeno un'oretta a settimana al giardinaggio intimo.
E' una cosa seria eh! Che poi, in questi ultimi anni, dopo che ho visto la patonza depilata della mia ex coinquilina, ho capito che non si trattava più soltanto di giardinaggio ma bensì di design applicato al giardinaggio.
E così mi sono data da fare anche io, ho provato a creare il mio orticello zen ma tenerlo curato al massimo è dura soprattutto, appunto, per chi, come me, ha gli ormoni che permettono la ricrescita in meno di una settimana e così, insomma diciamo che è una cosina molto a modo, curata il giusto ma il design ci ha salutato un po' di tempo fa.
Ah io uso esclusivamente Silk-epil e ceretta, in rarissimi casi (leggi disperazione) la lametta.
Cerco di curare anche il resto del corpo portatore di peli ma faccio una fatica boia laddove non arrivo a vedere e pensare che alle volte mia madre mi trova con la gamba all'insù come nelle migliori pose di Carla Fracci e si chiede, come, alla mia età (da brodo), io riesca ancora a fare certe cose.
Ah mamma, non hai visto cos'altro posso fare in altri contesti..!

0 pensierini:

Posta un commento