martedì 31 luglio 2012

E' che lo volevo dire..

Sono tornata al ristorante giapponese, sabato per l'esattezza.
Per me è stato un traguardo, non ci andavo più dal 25 di febbraio e pensare che a me piaceva un sacco, ecco.
E con tutta la naturalezza di questo mondo, sono entrata, ho mangiato in buona compagnia, ho pagato e sono uscita.
Temevo mi facesse un po' brutto perché è stata quell'ultima cena al Sakura che mi aveva messo nell'ordine dell'idee che di strada da fare insieme ce ne sarebbe potuta essere ancora e che poi, invece, no non è andata affatto così.
Ecco, insomma quindi anche la prova Sakura è stata superata a pieni voti!

lunedì 30 luglio 2012

2012: odissea col passaporto

Direi che se il buongiorno si vede dal mattino e la settimana dal lunedì, non incominciamo affatto bene!
Oggi avevo deciso di farmi il passaporto.
Ho preso appuntamento telematico ed ho seguito scrupolosamente le indicazioni riportate nella mia "ricevuta" di prenotazione, quindi:
  • 2 fototessere
  • documento di identità valido
  • bollettino di circa 43 euro
  • marca da bollo di circa 42 euro
Mi reco in questura e lascio tutto alla signora allo sportello che incomincia a strapparmi la roba "inutile" della ricevuta e a tenere la roba già prestampata dalla mia prenotazione on-line, una volta ottenuto tutto incomincia a disquisire che non ho la fotocopia del documento d'identità e che le fototessere non vanno bene.
A parte che nella ricevuta non c'era scritto un cazzo della fotocopia del documento d'identità né tanto meno delle fototessere, che se fossero un pelo più precisi questi cazzoni di merda, la gente non perderebbe due ore di lavoro (che di questi tempi tocca solo venerare) per andare a incazzarsi con la mediocrità di coloro che mettono a fare sportello per poi essere costretti a tornare un'altra volta e incularsi di nuovo due ore di permesso.
Poi per carità di gente competente, anche nella pubblica amministrazione ce n'è, ma la cosa incredibile e ridicola è che per un servizio che noi paghiamo profumatamente, riceviamo informazioni quanto meno superficiali e incomplete per poi risultare che i cazzoni siamo noi, che se vogliamo info dobbiamo chiedere.. quindi non solo dobbiamo pagare e pagare molto, ma dobbiamo anche preoccuparci di aver ricevuto le informazioni giuste.

Siete delle merde, fatemelo dire!

Che poi.. la mia cagnolina ha il passaporto e io no, ne vogliamo parlare??

Cose fatte #.0

Dall'ultima lista rilasciata, ho fatto passi avanti:

  • ho fatto trekking difficoltà esperto per due giorni (il terzo mi sarebbe stato fatale)
  • ho fatto per la mia prima volta in assoluto le tagliatelle (qui sotto le prove)


















  • ho portato la mia piccina, per la prima volta, dalla "parrucchiera"













  • ho comprato delle scarpe da flashata dura













  • Sono stata ad Oltremare per la prima (e credo ultima) volta, perché se l'ingresso è gratuito ok, altrimenti 28 euro mi sembrano un po' gettati al vento

  • Ultimo ma non per importanza: mi sono innamorata! (notare la panzetta da colei che ormai si sente "sistemata" col suo uomo.. e guardare le espressioni da ebeti di entrambi)

venerdì 27 luglio 2012

ok sono una cialtrona

Sì in effetti mi han fatto notare che lo shock anafilattico di mia mamma è stato due anni fa e non l'anno scorso.. ma ogni anno è come se fosse successo l'altro ieri.
Non era una vespa ma una reazione allergica ad una medicina iniettata come intramuscolare.

Un anno fa

Circa un anno fa, proprio di questi tempi, mia mamma è tornata a vivere per la seconda volta.
Ricordo ancora la morsa allo stomaco e lo sguardo nel vuoto quando mi citofonò mia zia per dirmi che mia mamma era in ospedale a Urbino e che "non si sapeva".
La corsa in Carpegna a raccogliere mio padre in lacrime e paralizzato.
La vista di quel corpo sul lettino che di mia mamma aveva ben poco..

Le mille boccette, siringhe, aspiratori, inalatori, flebo, plastiche per terra a casa in ogni dove..

Poi nei giorni seguenti ricordi le notti insonni e le infamate al lavoro e i sfarfugliamenti di mia mamma, la consapevolezza che poteva non tornare "come prima".

E poi.. il risveglio totale!
Solo mio padre, a causa di quei giorni là ha perso almeno 10 anni di vita ma ora anche la loro unione si è rafforzata tantissimo.

E ancora non sono mai riuscita a dire loro che gli voglio tanto bene!


giovedì 26 luglio 2012

R.I.P.

Googletalk riposa in pace.
Sto impazzendo senza..

Week impegnato

Inutile dire che sono ingrassata, vero? Tanto quando mi lascio andare un pochetto è sempre un bagno di sangue per la mia linea e riparto con l'effetto fisarmonica.
Vero è che ho un po' esagerato, ma quando mi capita di mangiare fuori non ho nessuna voglia di trattenermi né sul cibo né sulle bevande e così, mi ritrovo altri 2 kg in più, aggiunti ai 2 kg presi da quando frequento della nuova gente.
Non posso permettermi di andare oltre e quindi mi ributto a capofitto nel "trattenermi".
Niente Dukan questa volta, troppa poca voglia di mangiare sempre e solo carne anche se la adoro, ma in questo periodo ho anche voglia di roba fresca tipo insalate, yogurt ecc..
Niente spuntini a mezza mattina, solo cappuccini se proprio mi prende la voglia di qualcosa, a pranzo mi limito a dell'insalata (stile capra: condita con pepe, sale e limone) e delle fettine sbattute in padella, per cena mi dedico a "quel che passa il convento".
In una giornatina mi sono già sgonfiata di sei etti.
Cercherò di evitare anche alcolici e bibite gassate, magari qualche coca cola light, quella sì, ma per il resto no, anche se ieri ho svaccato con una birra (qualche sorso).

In particolare dovrò resistere alle tentazioni del week end, a partire da venerdì: aperitivo di laurea al Moloco e sarà dura evitare uno spritz, poi sabato cena di compleanno di un collega a base di grigliata mastodontica di carne, per terminare domenica all'oltremare (vuoi non mangiare qualche schifezza là dentro).
Forza di volontà, dove sei? Assistimi!!

mercoledì 25 luglio 2012

truth


A letto, a tavola, nello sport, nella vita.
Se non ci provi non sai cosa ti perdi.


Relax

Appurato che le foto caricate da blogger mobile sono una merda, occorre che recupero inserendone una per lo meno decente.
Questa l'ho scattata ai giardini di Sissi (per l'esattezza giardini di trauttmansdorff).


Mentre questa l'ho scattata al lago di Carezza:


Tutti posti che da piccola devo aver già visitato ma dei quali, purtroppo, non ho ricordi se non le foto scattate ai tempi dai miei genitori. E' un vero peccato perché ho passato almeno 10 anni di fila in montagna da quelle parti.


martedì 24 luglio 2012

Amelia Earhart


La cosa più difficile è la decisione iniziale di agire,
il resto è solo tenacia.
Le paure sono tigri di carta.

sabato 21 luglio 2012

La strada del vino

Nalles




giovedì 19 luglio 2012

Gigio

Pubblico la foto anche qua, così nel caso Gigio non mi avesse già mandato colpi a sufficienza lo potrà fare ora.
Proprio lui che "oh non metterla su fb", no no tranquillo l'ho solo caricata, taggata, caricata su g+... ed ora anche su blogger.
Ed eccolo qua, compagno dei miei pasti settimanali, al quale invidio mostruosamente quei capelli lunghi, lisci e biondi e i suoi occhi azzurro cielo!
Oggi abbiamo pure parlato di shampoo e balsamo, se non è complicità questa... ah!
La pausa pranzo è sempre foriera di novità e spetteguleSsS!


Fastidi

Ieri ho scoperto che ci sono cose che mi infastidiscono assai, peggio delle zanzare (ebbene si):


  1. Quelli che hanno sempre una soluzione pronta ai tuoi dubbi infilandoci sempre un guadagno per loro
  2. La ceretta sui peli del culo (scusate la finezza! ma così è)
  3. Le persone che quando gli spieghi una cosa devono sempre riportare un esempio sul fatto che è successa anche a loro ma in maniera molto più amplificata per risultare più fighi (senza accorgersi che sono ridicoli)
  4. Le persone che "se vuoi posso passare a farti compagnia.." che se la volevo te la chiedevo io, è inutile che fai il finto filantropo (ogni riferimento a persone o cose che leggono questo blog è puramente casuale.. ehm.. ehm..)
E ricordiamoci sempre che "L'uovo ha una forma perfetta, benché sia fatto con il culo" (Bruno Munari), quindi se ti dicono che sei uscito dal buco sbagliato, vanne fiero!!


mercoledì 18 luglio 2012

Per la serie..


Marissa Mayer e sti gran cazzi!
E' la nuova CEO di Yahoo presa direttamente dal concorrente google.
Ha fatto scalpore non solo perché è la prima donna CEO del gruppo Yahoo ma anche perché è stata assunta incinta.
A me in realtà ha fatto scalpore il fatto che essere assunte e incinta ha fatto scalpore.. come se esserlo fosse una menomazione, certo c'è sempre chi se ne approfitta ma da una parte all'altra ma, in linea di massima, se essere incinta non fosse visto come un problema (come lo è ora) sarebbe tutto più normale.
Io ci devo ancora passare quindi ovviamente non so come reagirò, ma credo che se tutto filasse liscio me ne andrei all'ottavo mese (ultima data possibile) e tornerei appena possibile, un po' come fece una mia collega tipo dopo tre mesi.
Ma, ok, occorre trovarcisi nella situazione anche perché temo che ti affezioni tanto a quella bestiolina che ti nasce, che col cazzo te ne torni prima del tempo.
Ma dicevo... Marissa Mayer sti gran cazzi ancora, l'avete vista? E' bellissima e intelligentissima e c'ha pure un gran bel tacco, mannaggia! Invidia, invidia, invidia!

Ah piccola parentesi per dire che l'età avanza anche se sto fischiettando guardandomi intorno facendo finta di nulla.. ieri son stata a Milano Marittima e niente.. era piena di bambozzi, ricordo quando ero io bambozza e girovagavo con fare da gggiovane (con tre g) per quelle strade: bei tempi!

martedì 17 luglio 2012

L'arte di allagare casa

Sto pensando alla mia lavatrice, un po' perché oggi ho il cervello totalmente in pappa, un po' perché ho messo della roba a lavare e me ne sono venuta via per andare al lavoro.
Ricordo però che, dopo averla accesa, mentre pisolavo sul divano, ha emesso dei brontolii strani.
In ogni caso non potevo fare diversamente, dovevo lavare le mie tette finte visto che sono le ultime carte rimastemi da giocare (il cervello non più: è in carenza di sonno).
Fortunatamente hanno creato le ferie e a breve mi concederò quattro giorni lontano da qui, giusto per staccare un po' la spina per poi riprendere a pieno ritmo per un mesetto circa.

venerdì 13 luglio 2012

Parliamo di scarpe?

Parliamo di scarpe! Ogni volta che devo uscire è un dramma, come tutte le ragazze "non ho mai niente da mettere" e, nonostante le mie 69 paia di scarpe, sono in difficoltà anche sotto quel punto di vista là.
Il problema è che noi ragazze dobbiamo soppesare un sacco di cose come ad esempio il contesto dell'uscita: cosa si fa, dove si va, che tipo di gente c'è, quante possibili "concorrenti" ci possono essere, che vestito si è scelto, con che mezzo veniamo scarrozzate, varie ed eventuali.

  • cosa si fa! Una sbevazzata al pub o in un locale comodamente sedute è ben diverso da un'intensa giornata di shopping o ad una passeggiata romantica; nel senso che se si può stare sedute si può sfoggiare anche un tacco altamente bello ma un po' scomodo, se si fa una passeggiata romantica occorre assolutamente indossare un tacco comodo altrimenti rompere le palle per il mal di piedi all'uomo non è una bella cosa, mentre se si fa una giornata di shopping bisogna trovare un compromesso sul tacco comodo ma "giusto" per le prove in camerino.
  • dove si va! Ovvio che se si va all'osteria del contadino, mettere un tacco sexy e alto ha poco senso, si rischia di uscire totalmente dal contesto (diverso è il caso se non si ha un'idea del posto), quindi in questo caso c'è il tacco per ogni occasione che solitamente è basso ed è una zeppa che ci permetta di camminare in qualsiasi terreno. Se si va in un locale molto in, occorre rischiare e osare sempre.
  • concorrenti! Questo è uno zoccolo duro, se ci sono concorrenti occorre sbaragliarle il più possibile senza però risultare ridicole. Agli albori, per esempio, mettevo tacchi improponibili coi quali faticavo anche a camminare e il risultato era pressoché tremendo.
  • vestito! L'idea di fondo è "gamba slanciata", in particolare nel mio caso che sono alta come una bambina di 8 anni. In generale però, con la gonna, non mi piace abbinare una decolleté con tacco altissimo, perché si "appesantirebbe" il piede, quelle sono più ideali con un bel jeans, piuttosto oserei una scarpina aperta o una chanel sempre con taccone.
  • il mezzo! Qui casca l'asino, io ho deciso che moto o macchina alla gonna non rinuncio.. al massimo mi si vedranno le mutandine (l'importante è che ci siano!!) però ecco, magari una gonna un po' corta in moto, potrebbe risultare un po' scomoda ma... se non ci facciamo problemi di vedo, non vedo, chissenefrega!
Tutto questo per dire che mai e poi mai indosserò più delle ballerine o le scarpe da ginnastica e che ovviamente, questa sera, disattenderò un sacco di regole fondamentali, ma se mi piace osare, che ci posso fare?
E poi come dice spora ogni volta che si indossano un paio di ballerine, una fatina muore!

giovedì 12 luglio 2012

E andiamo!!!

Con i miei genitori ho vissuto al 4° di otto piani per circa 18 anni, dopodiché, stanchi dei vicini invidiosi (che ci sono costati pure una denuncia) e di tutta la merda che ci gettavano nel nostro terrazzone, abbiamo deciso di traslocare qualche isolato più avanti in una casa nuova ma rigorosamente all'ultimo piano e sempre con terrazzone.
I miei, sempre molto educati, non hanno mai buttato briciole o capelli scuotendo la tovaglia perché sanno bene il fastidio che procura, io invece sì!
Non curante degli altri, almeno per una volta cazzo, scrullo la tovaglia con soddisfazione!
Ho pure ricevuto una lettera minatoria una volta: una busta chiusa con briciole di cracker e un capello.
Peccato che all'epoca non era roba mia visto che non mangiavo quasi mai a casa.
Ma da oggi, condomini insulsi, tremate: non è più reato scuotere tovaglie fuori dal terrazzo!

mercoledì 11 luglio 2012

Promemoria

Mai e poi mai mettere la crema la mattina su tutto il corpo pensando che "idratate è meglio"!
Cioè sicuramente si, piuttosto che la mia solita pelle squamosa però ecco.. non poter accavallare le gambe perché scivolano che è un amore, direi che è fastidioso parecchio.

Hai detto divano?

Scusate se è poco...
Questo divano che può essere anche considerato un letto, può ospitare fino a 16 persone.
A parte i maniaci che penseranno subito alle orge.. ma sai che bello fare la nanna là dentro!



Info qui.

martedì 10 luglio 2012

L'invidia è una brutta bestia

e lo dico perché io lo sono.. invidiosa intendo.. non una brutta bestia, semmai bestia ma dai brutta no.. oh insomma sto uscendo dal discorso.
Però la mia fortuna è che sono invidiosa "dentro" e la mia sfortuna è che essere invidiosa dentro mi porta a svalutarmi "fuori", ma anche questo è un altro discorso..
Dicevo... ieri, correndo, ho visto sulla spiaggia una bionda da paura con tette al vento e culo sodo il tutto a rispettare la perfezione aurea, insomma capperi è oggettivamente una bellissima ragazza, non si può dire altrimenti; invece no, le solite peppie (yahoo answers ci aiuta a capire il significato) dovevano per forza screditare cotanta bellezza, onestamente era difficile trovarle dei difetti e così si sono attaccate al fatto che era "bianca come un morto" e che era talmente secca che si confondeva col palo del divieto di balneazione e che i suo capelli sembravano pagliericcio.
Sono proprio contenta di non essere così e di aver apprezzato (forse fin troppo) le sue grazie!
Che poi, proseguendo nella mia corsa, ci ho pure riflettuto.. il "bianco come un morto" è facilmente rimediabile, io ne sono un esempio, e poi, mica tutti voglio assomigliare al colore del venditore di rose estivo che ci fracassa le palle quasi ogni sera; ma soprattutto le tre peppie piuttosto che pensare alla magrezza della tizia, avrebbero dovuto pensare alla relatività perché è facile dire che una è magra come un chiodo quando il pulpito ha le sembianze di una balena, sarei stata magrissima pure io per loro e poi? Vogliamo parlare dei capelli pagliericcio? Come cazzo hai fatto a vedere che sono sfibrati? Hai semplicemente associato biondo = paglia.. e guardare i tuoi di capelli? Unti come un gnocco fritto?
Queste cose non le concepisco proprio.
Insomma, post inutile lo so, è che oggi va così, ho voglia di scrivere e andare al mare, siccome al mare non posso andare, scrivo!

Faccende #2

Uh ma non vi ho aggiornato sul mio buon proposito del weekend!
Ci sono riuscita! Ho pulito tutta casa secondo i programmi.
Cioè.. non proprio secondo i programmi, diciamo che se qualcuno avesse tenuto conto delle ore impiegate per pulire, avrebbe pensato che io avessi una reggia.
E' che sono puntigliosa, forse è quello che mi distrugge quando è ora di affaccendarmi, ho perso più tempo a sistemare la roba che avevo sparso per casa che ne il tempo materiale per pulire.. poi non parliamo dei mobili attira polvere.. mi ci ero incarognita.
Ho un cazzo di mobile nero lucido che più ci passo con lo spolverino, l'antistatico, i cazzi e i mazzi e più polvere raccoglie e non c'è verso eh! Puoi passarlo e ripassarlo, ma stai sicura che 10 minuti dopo è come era prima, stessa cosa nella madia verde, ma col fatto che il colore verde è più clemente del nero, si vede molto meno.
La cosa che mi piace più di tutto è pulire bagno e cucina, mentre per niente fare i pavimenti.
Ad ogni modo la casa è tornata lucida e mi dovrò impegnare anche il prossimo weekend per mantenere questo livello di ordine (notte bianca permettendo).

lunedì 9 luglio 2012

Roberto Benigni

Iniziare un nuovo cammino spaventa,
ma dopo ogni passo che percorriamo
ci rendiamo conto di come era pericoloso
rimanere fermi.


Coop voce

Comunicazione di servizio: ho appena cambiato operatore!
Da Vodafone, sono diventata Coop Voce.
Ho solo una considerazione da fare: erano più di dieci anni che ero in omnitel e questi gran cazzoni di merda non si sono nemmeno scomodati per farmi una contro-offerta, ci sono rimasta molto ma molto male.

Poco male comunque, anche perché prima con vodafone spendevo 12 euro al mese solo per "mantenere" internet, in più pagavo chiamate ed sms; ora con coop voce spendo 9 euro al mese ed ho 120 minuti di chiamate, 120 sms e 1 gb di internet già compresi.
Contando che la copertura della rete è tim, mi aspetto grandi cose!

Durerà un anno, questo è vero, ma sai quante cose cambiano in un anno? Figuriamoci se non posso cambiare nuovamente operatore!

domenica 8 luglio 2012

Casa pulita

Ok i buoni propositi per il weekend sono stati rispettati. La casa è pulita ma che fatica!
Ora sono sul lettino da mare aspettando che si asciughi il pavimento.. Ho incastrato fuori anche mia mamma che aveva bisogno di una scusa per svagarsi da mio padre..

venerdì 6 luglio 2012

Ommioddio

.. il filmo porno di Sara Tommasi potrebbe non uscire perché il suo mentore, Alfonso Luigi Marra, ha fatto causa al produttore..
Ma vaffanculo va! Sai quanti porno ci sono in rete "recitati" molto meglio! Ma che se lo tenessero.. cosa non si fa per fare marketing.


Ommioddio questa sera è la notte rosa!
Io mi sono già "mossa", ho dato lo smalto fucsia, come tutti gli anni! Mi vestirò pure di rosa, anche se il vestito a cui avevo pensato è un po' scomodo da usare in moto ma il mio spirito di adattamento potrebbe comunque prevalere.
Alla fine, anche se si dovessero vedere un po' di mutande.. suvvia si vede ben di peggio in giro.


Punk-chic

E' due giorni che non so proprio che cacchio scrivere, cerco ispirazione sul web, sulle notizie stravaganti, scavo un po' nella mia testa e mi accorgo che a parte la segatura, pure il mio ultimo neurone è morto di solitudine.
Quindi ecco che posterò una mia foto in versione punk-chic (se il termine esiste, se no alla faccia di Enzo e Carla, ho inventato un termine bello pure io).

Eccomi qua col mio tacco arrogante, con borsa e maglietta coordinata.. a proposito, non volendo ho scoperto che il corallo è il colore dell'anno.
So' troppo avanti...

mercoledì 4 luglio 2012

Faccende

Questo è uno zoccolo duro col quale, prima o poi, qualsiasi persona che pensa di essere indipendente (ho detto pensa!), ci si scontra.
Le faccende di casa: queste sconosciute!
Io sono una gran sfaticata in merito, faccio il minimo indispensabile e la mia casa è un macello, il divano è una sorta di svuota tasche enorme e, per sedermi, molte volte, nonostante i quasi 3 mt di divano, devo prendere e spostare la roba.
Ma che poi non è che la sposto e la porto a posto, no, la ammucchio solo un po' più in là; per lo stesso motivo mi ritrovo il lavandino tutto macchiato e un tavolo della cucina nascosto da tremila robe che non ci stanno sul divano.
Vogliamo parlare di spolverare? Un'angoscia tremenda, ma la faccenda che odio di più in assoluto è fare il pavimento: spazzare e dare lo straccio!
Quindi, visto che ho fatto un sacco di buoni propositi per la mia casetta che tanto puntualmente disattenderò perché io sono laureata nell'arte della procrastinazione, cercherò di pormi obiettivi più "umani".
Quello delle faccende rientra in questa cerchia.
Ho pensato di impegnarmi a fare qualcosina in particolare il sabato e la domenica, perché nei giorni in cui lavoro, quando torno, non ho proprio nessuna voglia di faticare, perciò non mi rimane che accumulare per il sabato e la domenica.
Da questo fine settimana, notte rosa permettendo (ecco già mi creo una buona scusante), sabato mattina mi impegnerò a fare cucina-soggiorno e bagno e domenica mattina mi impegnerò fra camerina, camera e corridoio; tra l'altro dicono che faccia pure dimagrire o per lo meno bruciare qualche caloria in più e, allora, perché non provarci?!?!

martedì 3 luglio 2012

Ho una mezza idea..

Ah, ieri poi non ho proprio mantenuto la "dieta", anziché il passato di verdure ho mangiato tre fette biscottate con la milka spalmabile e tre fette di salame di cioccolato.
Questa mattina ero 52.2 ma poi a mensa ho svaccato con le fettine di maiale e le patate sabiate (in pratica ripassate sulla mollica di pane intrisa nell'olio).

Tornando a noi.. mio padre ha fatto installare una specie di tenda nel terrazzo. Tenda dal gusto un po' opinabile ma tant'è.. ormai è lì!
L'unico modo per renderla un po' carina è appiopparci qualcosa là sotto, le idee sono tante, tipo:

2 o 4 sedie di questo tipo 
1 tavolino come questo
un po' a ricreare l'ambiente della foto qua di fianco.
Ci aggiungerei una lampada da tavolo tipo questa e, appesa alla struttura della tenda-mostro, un'altra lampada tipo questa.
Oppure farei due sedie di quelle tipo la foto e due tipo queste, insomma da vedere dal vivo.

Poi, visto che per sorreggere la tenda, invece di bucare il terrazzo, per evitare infiltrazioni abbiamo optato per due grossi vasi di fiori riempiti con del cemento fin quasi la fine e nei quali, mettere qualche pianta che può sopravvivere senza contare sul mio pollice verde e, infilati nelle terra una roba tipo queste, a ricreare uno stile tipo il vaso in questa foto.
Però poi non potrei mangiarci con quel tavolo e queste sedie, quindi è da pensarci bene...

Per il bagno, invece, pensavo di prendere dei tappeti nuovi più spiritosi di quelli che ho, li pensavo tipo questi ma con la sagoma per la "gamba" del bidet e del bagno.

Poi, che ve lo dico a fare, il progetto camerina = atelier di scarpe e cioè, come detto qualche post fa, carta da parati, bastone per le tende e tanti bei tacchi appesi!


Olè

al 37° giorno mi sono finalmente venute e per festeggiare l'accaduto ho fatto la ruota nell'atrio dell'ufficio.
Mi è venuta anche piuttosto bene..
.. e niente schizzi!
Non son mica principiante, io...

Per chi non capisce di cosa sto parlando, informatevi qui, quo e qua.

The beauty and the beast


La bestia ha pure tentato la magia di farmi crescere le tette ma.. con scarsi risultati!
La foto bellissima è di Angelo Facondini.

lunedì 2 luglio 2012

New challenge

Diciamo che i due giorni full immersion nella natura mi hanno dato un po' di carica per affrontare al meglio la ristrutturazione del mio corpo. Vero è che, ultimamente, la dieta, la ciccia, la cellulite, ecc.. sono diventate un po' una fissa costante (non parliamo poi dei peli), però c'è anche da dire che ormai ho 31 anni e, tutto sommato, posso ancora andar fiera del mio corpo, certo nulla a che vedere a quello di quando nuotavo, ma c'è anche da dire che in quel periodo era un due ore di sport estremo tutti i giorni, mentre ora, lo sport non so più nemmeno che cosa sia.
E così, non solo questo contatto con la natura mi ha risvegliato tutti i muscoli, ma mi ha pure ricordato che sono zitel.. ehm.. single e che quindi ho un estremo bisogno di mantenermi bene, giusto il tempo di fregare il primo che incontro e poi lasciarmi andare a lunghe ed estenuanti sessioni di pantofolaggine.
A parte gli scherzi.. ho sempre fatto qualcosa e non riesco a pensare di "appoggiarmi" totalmente e così, visto che ho ripreso un po' di kg, complici le tante cene e aperitivi, ho deciso di riprendere in mano la situazione.

Sono partita oggi, peso dichiarato 53kg al mattino ore 8.
Ho incominciato a mettere la sveglia 15 minuti prima e fare 3 serie da 30 addominali: ho già un dolore cane alla schiena dove tocco durante la risalita ma zero dolore agli addominali quindi c'è qualcosa che non va; inoltre dovrò convincermi che costanza non è soltanto la velina bionda uscente ma è quella cosa che dovrò adoperare per continuare su questa via!

La "dieta" che ho deciso di impormi è quella che dovrebbe riattivarmi un po' di metabolismo basale, quindi tanti piccoli pasti ma equilibrati.
Colazione:
tazza di latte scremato 0,1% (sono intollerante e sopporto solo questo)
6 biscotti secchi stile Oro Saiwa
Per un totale di circa 175 kcal
Spuntino:
3 susine rosse
Per un totale di circa 100 kcal
Pranzo:
Due fettine di petto di tacchino con olio e rosmarino
Insalata mista con carote e cavolo rosso
Per un totale di circa 500 kcal (grazie olio.....)
Spuntino: (ancora da fare)
1 susina
1 pesca
Per un totale di circa 100 kcal
Cena: (ancora da fare e solo "pensata" quindi potrebbe cambiare)
passato di verdure della mamma
Non so ancora le calorie ma vi aggiornerò domani.

Partendo dal presupposto che la colazione dovrebbe essere il pasto più ricco e nel mio caso non lo è e già magari parto male, ho preferito avvantaggiare gli spuntini altrimenti non arrivo a fine serata senza addentare prima qualcuno (il cannibalismo va così tanto di moda, ultimamente..).
Grosso modo arriverò ad un totale di 1600 kcal che è l'apporto giornaliero di una donna sedentaria, se ci aggiungo un po' di moto tipo una camminata o altro, ecco che dovrei pensare di dimagrire poco e bene, evitando i disastri ai reni e al fegato della Dukan.

Ora si accettano scommesse: quanto durerà?

E ricordate: "Grasso è bello, ma tonico è meglio!"

Trekking e affini

Questi due giorni sono stati come vivere fuori dal mondo, a parte qualche imbecille che ti ricordava forzatamente che la mamma degli stupidi è sempre incinta.
Il panorama era eccezionale ovunque si andasse, la foto qua di fianco l'ho scattata dalla finestra della camera e rende l'idea di che posto magnifico fosse il casale.
L'arrivo di venerdì sera è stato un po' ritardato causa la solita deficiente che dell'egoismo è diventata portabandiera; i due giorni di trekking sono stati molto interessanti, così pure la cena a base di specialità abruzzesi con le quali mi sono strafogata come mio solito. Se non fosse stato per il nervoso della tizia che rimaneva sempre indietro, che faceva fermare tutto il gruppo, che per il trekking era vestita col costume e gli short di jeans, le giornate sarebbero state perfette!
Anche la pioggia e la grandine han dato meno fastidio di lei.
Comunque c'è da dire una cosa sul trekking: stacchi completamente con la realtà, pensavo che potessi essere invasa da pensieri e dubbi, invece stacchi la spina, sei lì con i tuoi sassi, la tua salita, la tua discesa, le tue gambe e la natura. Peccato che l'andatura fosse sostenuta ed ero più attenta a non inciampare o a decidere il posto migliore dove mettere i piedi (non avevo i bastoncini telescopici) anziché godermi il panorama ma... ogni volta che ci fermavamo era una meraviglia, un paesaggio nuovo.
Abbiamo visto l'arvicola, i camosci, la cacca di caprioli, la cacca di lupo e un albero su cui un orso si è fatto gli artigli: mica si può avere tutto dalla vita!
Insomma esperienza positivissima anche se, probabilmente, un giorno in più non lo avrei retto, i miei piedi ululano pietà anche perché avevo degli scarponcini in cuoio dell'età di 35 anni e, devo ammettere, han fatto il loro sporco lavoro e anche sotto la pioggia e la grandine, non si sono bagnati per niente!

Villetta Barrea e il Casale delle Campitelle lo consiglio a tutti, munitevi però di una jeep per raggiungere il casale perché rischiate di distruggervi la macchina!

domenica 1 luglio 2012

Seconda uscita e ritorno

Questa volta niente pioggia né grandine ma siamo stati sdrenati.
Nel contesto sono stata molto contenta di come ho retto e del panorama da Dio.
Il ritorno in macchina è stato un po' movimentato visto che a causa delle sollecitazioni e del percorso impervio per raggiungere il casale delle campitelle, la plastica sotto la macchina ha deciso di staccarsi.
Fortunatamente Angelo si è improvvisato meccanico e... tutto a posto ma.. in ritardissimo per la partita.

Partita, tra l'altro, pessima.




Casale

Il Casale è un posto stupendo, sembrava di essere in un altro periodo di tempo.
Tutto eccezionale anche se la compagnia di trekking ha un anello debole ed è piuttosto insopportabile..




Primo percorso

Ok eccomi nelle tre fasi.. Partenza, metà percorso, fine percorso.
Abbiamo preso anche la pioggia e la grandine, ero da un strizzare