mercoledì 3 ottobre 2012

Formentera

10 GIORNO
Tramonto La Savina
Belli belli siam partiti in motorino per il faro cap de barbaria, da lì abbiamo fatto una capatina a Cala Saona, peccato ci fosse un gran vento, non ho potuto godere dei colori magnifici del mare.
In molti mi han confermato che tanto vento non si vedeva da molto tempo.. ecco la solita fortuna.
Da lì siamo passati a Cala roqueta, poi la spiaggia di les pujols e infine all'altro faro di Formentera che, per pochissimo non abbiamo raggiunto perché la benzina era agli sgoccioli e non c'era ombra di benzinai se non vicino al nostro ostello e così ci siamo ribassati tutti per essere più aerodinamici e siamo arrivati ad un distributore sani e salvi ma senza goderci lo spettacolo del ritorno.
In realtà, gran parte della benzina se ne è andata cercando il locale Big Sur per poi scoprire che era più vicino al porto e abbiamo rimandato la ricerca al giorno successivo.
Inutile dire che anche questa sera la cena è stata fantastica e ci siamo beccati un tramonto in hotel che era la fine del mondo.

11 GIORNO
Playa des Illettes
Sveglia prima dell'alba per vedere il sole spuntare a Playa de llevant. Spettacolo suggestivo ma oscurato un po' dalle nuvole.
Tornati, abbiamo fatto una colazione abbondante e dedicato la giornata interamente al mare, anche perché Formentera non offre tante altre cose: paesaggi incontaminati, cinque strade in croce, due benzinai e una salina.
Abbiamo fatto i fighi e siamo andati nelle spiagge vip: Playa des Illettes e llevant, abbiamo cercato ancora un po' il big sur ma niente..
Cotti dal mare e dal sonno ci siamo dedicati allo shopping a les pujols e poi siamo andati a cercare il tramonto a Cala Saona che dicono sia spettacolare, purtroppo a me i tramonti non impressionano quindi non saprei dire, di sicuro era scenico (se non ci fossero state le nuvole) perché il sole cadeva nell'acqua.
Ultimo giorno a Formentera e cena sempre ultra strepitosa.

12 GIORNO
Cala Comte
Sveglia presto, colazione volante, riconsegna motorino al volo e lancio dei bagagli sul traghetto, il tutto per raggiungere in mattinata Ibiza.
Appena arrivati, ci siamo sistemati in hotel, un 4 stelle che ne valeva a mala pena una e col passare del soggiorno io avrei tolto anche quella.
Abbiamo noleggiato il motorino anche qui e ci siamo fiondati a Cala Comte ma era troppo ventosa e così abbiamo ripiegato per Cala bassa (bellissima) dove ombrelloni e sdraio si aggiravano sui 100 euro.
Sul tardo pomeriggio abbiamo fatto un giro a Sant'Antonio al Caffè del mar e al mambo ma niente tramonto, che di solito viene accolto da un applauso, perché altrimenti ci saremmo persi la mezza pensione dell'hotel (che col senno di poi.. chissene..).
Dopo cena, visto che a Formentera non siamo mai riusciti ad uscire, ci siamo forzati e diretti a Playa d'en bossa e ci siamo rimasti fino alle 3 bevendo e scherzando.

0 pensierini:

Posta un commento