mercoledì 28 novembre 2012

Volontariato & co.

E' un po' che ho allentato i fili del volontariato.
Prima, almeno due volte al mese, ero parte attiva della Città della gioia e, con un po' meno frequenza anche in Avis.
Ora ho rallentato i ritmi di brutto.. alla città della gioia non ci sto più andando e mi dispiace un casino, ma il motivo c'è e non sto certo a spiegarlo qui e non è per non incontrare una certa persona visto che, in ogni caso, continuo a volerle bene e mi basterebbe non essere di turno con lui; semplicemente una spiegazione c'è ma non è né il luogo, né il momento per discuterne.
Con Avis, invece, ho rallentato perché sono piuttosto schifata della situazione in cui versa. L'associazione paga delle persone per portare avanti l'amministrazione e le questione burocratiche ma queste, è più facile trovarle in giro che trovarle in sede per chiarimenti.
Inoltre, una volta che trovano una fessa come me che inizia ad occuparsi di una cosa a gratis, è sottinteso nella parola volontario, no? (leggi "le scuole e l'avis"), automaticamente danno per scontato che lo farà a vita ma soprattutto da sola e così.. fino all'anno scorso mi ritrovavo a fare pubblicità all'avis per 4 ore il sabato mattina senza tenere minimamente conto che io non sono nemmeno donatrice quindi figuriamoci quando mi ponevano delle domande...
Diciamo che la mia partecipazione attuale è solo merito delle persone (solo alcune) che ho trovato in associazione, altre era meglio perderle.
Chiusa la parentesi Avis, sono dell'idea che c'è tantissimo bisogno di volontari; ho un'amica che si è fissata a tutti i costi di fare la volontaria in gattile.
Ho pensieri contrastanti in merito.. mi viene da pensare che con tutta la gente che ha bisogno di noi, in particolare ora che è inverno, andare a dar da mangiare ai gatti (o cani) mi pare un po' un sacrilegio.. ma poi penso che anche cani e gatti sono creature e hanno bisogno anche loro di sostentamento.
Onestamente prevale un po' più la prima idea ma il mondo è bello perché è vario ed è giusto che ognuno segua quel che sente di poter fare.

0 pensierini:

Posta un commento