giovedì 28 febbraio 2013

Trascurare #2

Evidentemente c'è chi si diverte a scherzare con le insicurezze altrui e poi, proprio a ridosso di un week end che avrebbe dovuto distendere la tensione e riportare un po' di brio, senza contare che in questo periodo   anche gli ormoni mi tirano i loro tranelli peggiori (non ho mai pianto così tanto in vita mia!)
In questo periodo, più del solito, mi sento un pachiderma.. figuriamoci, mi sentivo grassa anche quando pesavo 52 kg, pensa ora che ne peso 67, ho superato anche mia mamma; fatico anche a girarmi nel letto e non riesco minimamente a pensare di essere ancora attraente e, invece di essere rassicurata, mi scontro con comportamenti, atteggiamenti infantili conditi anche da poca voglia di stare insieme (svegli) negli unici momenti in cui ci si vede.
Il picco massimo della nostra intimità è condividere accappatoio e dentifricio.
Ma andiamo avanti, le bimbe mi fanno superare un sacco di rospi, mi basta sentirle rigirarsi e bussare alla mia pancia per mandare via tutto quanto e so che posso contare su di loro per trovare la forza in questi momenti un po' "ormonali", diciamo così...
Siamo ancora alla 25° settimana (25+2), spero che prima o poi riuscirò ad accettare il cambiamento del mio corpo e il continuo torpore che mi porto dietro, anche perché la vera sfida incomincerà quando nasceranno...

martedì 19 febbraio 2013

Trascurare..

Sto trascurando questo blog, è vero, ma ho un sacco di pensieri in testa: il trasloco e la preparazione del nido in primis.
Per il trasloco, dopo che Marco ha scoperto che per me è tanto stressante, sta facendo tutto lui e per questo lo ringrazio un mondo, ha pure perso tantissimo tempo per cercare la lavatrice nonostante fosse compito mio.
Vorrei tanto che mi colpisse la sindrome del nido, ma per il momento l'unica sindrome che mi colpisce puntualmente tutti i giorni è quella del sonno della nonna, non faccio altro che dormire mentre tutti i siti che leggo mi "dicono" che a cinque mesi e mezzo dovrei sprigionare energie a profusione.
In compenso ho una gran voglia di sistemare le cose per la nascita cercando di  non "sprecare" e di non lasciarci andare in spese pazze presi dall'euforia delle bimbe.
Sono sempre più pesante e la pancia è sempre più grossa, le bimbe pesano 540 grammi l'una circa, mentre la mia amica che è incinta più o meno dello stesso periodo ma ne ha una (e bella grossa a detta dello stesso ginecologo) ha la fagotta che pesa 650g. Insomma porto nel grembo già più di 1 kg di bimbe e anche solo girarmi nel letto o alzarmi alla mattina è veramente insopportabile.. e sono solo alla 24° settimana.
La casa è pronta, stiamo aspettando il divano che doveva arrivare due settimane fa, nel mentre sposto un po' di roba qua e là.
Ho in attivo due quasi svenimenti e uno effettivo, un po' di contrazioni ogni tanto e il ferro bassissimo, ma le pupe crescono bene e vederle tutte le settimane mi rincuora anche se.. ogni settimana sono in una posizione differente e la cosa mi inquieta, per non parlare poi durante il giorno: scalciano, pugnano, si girano, sento le loro scie e quando ci si mettono entrambe è un bel casotto.
Il papà le ha finalmente sentite e viste (perché si vedono i bozzetti nella mia pancia quando si agitano).
Mi stanno coccolando tutti da matti, ho paura che quando nasceranno diventerò invisibile, proprio quando servirà un aiuto maggiore, tutti incentrati sulle bimbe ed io diverrò solo l'involucro che le ha contenute.
Ma.. a parte questo, scaccio ogni cattivo pensiero e vado avanti.
Non ho ancora l'ansia del parto e sto affrontando il corso pre-parto e, ogni tanto, partecipa pure il papà, insomma le cose procedono e il prossimo passo sarebbe fare la lista nascita e comprare le prime cose utili per l'ospedale.

giovedì 7 febbraio 2013

Precisazione dovuta

Ieri "qualcuno" ha avuto da ridire sul mio post molto interessato di ieri.. c'è da dire che ormai è due (o forse tre, non ricordo) anni che pubblico quell'anello ogni San Valentino, è la serie 100% amore di Dodo e direi che comunque è un po' troppo come "pensierino" di San Valentino e poi.. è chiaro.. per 1700 euro in più val sempre la pena comprare un bel Tiffany.

Tornando seri.. ho l'impressione di non vivermi la gravidanza come dovrei, non ho particolari problemi fisici, nessun dolore a parte qualche tiro ogni tanto ai muscoli addominali, non ho altri sintomi strani a parte la balenite acuta quando devo alzarmi e qualche piccola contrazione (non ancora considerata fastidiosa). Solo che non mi pare di star facendo nulla per godermi questi mesi: le sento muovere e dovrei essere più consapevole di quel che porto nel baule qua davanti ma non lo sono, le vedo tutte le settimane nell'ecografo ma non sono ancora consapevole, è come se guardassi la tv.
Mi accarezzo la pancia, loro sembrano rispondermi tamburellando come le pazze, ma non stiamo pensando a loro o per lo meno solo indirettamente, terminando i preparativi per la nuova casa, programmando il trasloco, ma nulla che riguardi le bimbe. Vero è che forse è prestino ma se è vero che, in media, una gravidanza gemellare termina alla 37° settimana (per i monocoriali è addirittura anticipata fra la 32° -34° in molti casi), questo significa che a me mancherebbero 12-15 settimane se non meno.
Questi mesi sono volati e credo che i rimanenti saranno un lampo.
Mi sto informando sugli aspetti burocratici ma non è semplice, non siamo sposati e anche questo è un elemento in più di "disturbo"; dovremo fare sicuramente il pre-riconoscimento, ma finché non si decidono i nomi non si può fare e poi non sono informata per niente: culla, lettino, passeggino, ovetto, box che casino!
Se non oggi, a breve, andrò a fare un giro con mia mamma per negozi giusto per calarmi un po' più nella parte, per vedere vestitini, biberon, robettine ancora a me sconosciute. Non compreremo ancora nulla, se non altro per scaramanzia ma invece di andare in giro per televisioni o di perdere due weekend per illuminazioni e mobili della sala, mi sarebbe piaciuto andare a fare un giro per le bimbe e capire le reali necessità delle due cosette che ho in pancia.
E' presto? Può darsi ma credo che papà e mamma ne hanno bisogno, sono ulteriori pensieri che si accumulano, già ci sono lavoro, trasloco, nuove spese, nuova vita, nuove abitudini e questi basterebbero, ma questo c'è e questo va affrontato.
Per me sarà un po' più dura: dovrò "subire" io il parto e i momenti difficili notturni, dovrò pensare alla casa, dovrò prima abituarmi alla casa, dovrò lasciare mamma e babbo e il tepore della mia rassicurante casina, dovrò imparare a trattenere la mia impulsività, il mio muso e poi dovrò rincominciare a lavorare abituandomi a lasciarle sole.
E' facile stare insieme quando ci si diverte, si gira, si fa baldoria: cinema, cene, feste e divertimenti, ma il difficile è stare insieme e amarsi quando sopraggiungono le difficoltà e io sono una che molla troppo presto e in questo periodo, come se non bastasse, sono così insicura di me, già lo ero con 13 kg in meno, figuriamoci ora.
Di contro i nonni sono fantastici, anche se mio padre è il solito rompipalle che pretenderebbe di dirigere la vita di noi quattro.
Mi sento un po' sola anche se so benissimo di non esserlo, saranno gli ormoni?
Quindi, in pratica, cosa mi aspetto da questa gravidanza? Come vorrei viverla? Non ne ho la più pallida idea, mi lamento per il gusto di lamentarmi...


mercoledì 6 febbraio 2013

Sempreverde

Come ogni San Valentino e quasi compleanno, lo ripropongo.
Con la speranza che qualche ammiratore segreto colga..



Per me niente di speciale questo San Valentino, solo una cenetta hand made e un dolce dopo serata, ormai sono una balena e a parte passare dal letto al divano riesco a far ben poco.
Oggi tante altre contrazioni.. ho iniziato i sali di magnesio, speriamo bene.
Nessun regalo consumistico da parte mia, tanto meno eclatante.

domenica 3 febbraio 2013

Contrazioni

Ebbene, ultimamente durante il giorno, incomincio ad avere qualche contrazione e questo è male.
La miglior cura sarebbe il riposo, ma penso che più di così non si possa fare: l'unico movimento che faccio giornalmente è spostarmi dal letto al divano alla tavola e via ricorsivamente.
Unico brio, quando vado a fare le analisi del sangue e nel weekend che magari vado a mangiare fuori o a fare una bevuta (rigorosamente analcolica).
Siamo quasi alla settimana 22 e, a parte, queste contrazioni da tenere sott'occhio, le nanerottole crescono, sabato scorso abbiamo fatto la morfologica, onestamente ci si capiva poco dall'ecografo e, vista la fretta del ginecologo, non ho voluto chiedere niente, l'importante è che stiano bene.
I nomi non sono ancora decisi, ma nell'aria c'è tanta voglia di fare le prime compere che, però, stiamo rimandando per scaramanzia.
Uno dei nomi che mi piacerebbe è Ilaria ma al papà non piace.. contando che lui preferirebbe Melita, c'è da dire che gli andrebbe tolta la patria potestà.
Devo dire che, ancora, a casa non ci si annoia mai, c'è sempre qualcosa da fare e se non c'è a casa dei miei c'è comunque nella nuova casa, anche se tutti si premurano di non farmi fare sforzi.
Incomincio già ad essere terrorizzata, sembro una mongolfiera e faccio fatica persino a stare seduta e pensare che mancano ancora 4 mesi circa mi fa impazzire, non tanto perché non vedo l'ora di sfornare anzi.. mi terrorizza pure il parto, ma perché sento che esploderò.
La placenta si è abbassata nuovamente quindi temo che il parto naturale sia sempre più lontano..