domenica 3 febbraio 2013

Contrazioni

Ebbene, ultimamente durante il giorno, incomincio ad avere qualche contrazione e questo è male.
La miglior cura sarebbe il riposo, ma penso che più di così non si possa fare: l'unico movimento che faccio giornalmente è spostarmi dal letto al divano alla tavola e via ricorsivamente.
Unico brio, quando vado a fare le analisi del sangue e nel weekend che magari vado a mangiare fuori o a fare una bevuta (rigorosamente analcolica).
Siamo quasi alla settimana 22 e, a parte, queste contrazioni da tenere sott'occhio, le nanerottole crescono, sabato scorso abbiamo fatto la morfologica, onestamente ci si capiva poco dall'ecografo e, vista la fretta del ginecologo, non ho voluto chiedere niente, l'importante è che stiano bene.
I nomi non sono ancora decisi, ma nell'aria c'è tanta voglia di fare le prime compere che, però, stiamo rimandando per scaramanzia.
Uno dei nomi che mi piacerebbe è Ilaria ma al papà non piace.. contando che lui preferirebbe Melita, c'è da dire che gli andrebbe tolta la patria potestà.
Devo dire che, ancora, a casa non ci si annoia mai, c'è sempre qualcosa da fare e se non c'è a casa dei miei c'è comunque nella nuova casa, anche se tutti si premurano di non farmi fare sforzi.
Incomincio già ad essere terrorizzata, sembro una mongolfiera e faccio fatica persino a stare seduta e pensare che mancano ancora 4 mesi circa mi fa impazzire, non tanto perché non vedo l'ora di sfornare anzi.. mi terrorizza pure il parto, ma perché sento che esploderò.
La placenta si è abbassata nuovamente quindi temo che il parto naturale sia sempre più lontano..

0 pensierini:

Posta un commento