giovedì 28 febbraio 2013

Trascurare #2

Evidentemente c'è chi si diverte a scherzare con le insicurezze altrui e poi, proprio a ridosso di un week end che avrebbe dovuto distendere la tensione e riportare un po' di brio, senza contare che in questo periodo   anche gli ormoni mi tirano i loro tranelli peggiori (non ho mai pianto così tanto in vita mia!)
In questo periodo, più del solito, mi sento un pachiderma.. figuriamoci, mi sentivo grassa anche quando pesavo 52 kg, pensa ora che ne peso 67, ho superato anche mia mamma; fatico anche a girarmi nel letto e non riesco minimamente a pensare di essere ancora attraente e, invece di essere rassicurata, mi scontro con comportamenti, atteggiamenti infantili conditi anche da poca voglia di stare insieme (svegli) negli unici momenti in cui ci si vede.
Il picco massimo della nostra intimità è condividere accappatoio e dentifricio.
Ma andiamo avanti, le bimbe mi fanno superare un sacco di rospi, mi basta sentirle rigirarsi e bussare alla mia pancia per mandare via tutto quanto e so che posso contare su di loro per trovare la forza in questi momenti un po' "ormonali", diciamo così...
Siamo ancora alla 25° settimana (25+2), spero che prima o poi riuscirò ad accettare il cambiamento del mio corpo e il continuo torpore che mi porto dietro, anche perché la vera sfida incomincerà quando nasceranno...

5 pensierini:

Anonimo ha detto...

Non voglio buttarti giù, ma queste son cose da mettere in conto e con due bimbe in casa sarà sempre così, anzi.. inizialmente sarà ben peggio.
I picchi di intimità nei primi mesi sono inesistenti e i momenti rubati alle bimbe o al sonno proprio saranno gli unici dove si potrà avere qualche minuto di un normale rapporto di coppia.
Ci sono passati tutti e in una maniera o nell'altra tutti ci escono (chi con le ossa rotte, chi con le palle, chi bene)

Tenere duro e non mollare mai!

Sara Scavolini ha detto...

sto cercando di mettere di fronte a questa possibilità anche Marco, io sono piuttosto terrorizzata perché ci sono un sacco di incognite, il fatto che ci conosciamo da poco, per esempio, non abbiamo mai affrontato una crisi. Gli ho chiesto di aver pazienza se avrò crisi di nervi, di mandare giù un po di rischi ma forse entrambi non ci rendiamo veramente conto di quello che ci aspetterà veramente..

Sara Scavolini ha detto...

Rospi non rischi..

Anonimo ha detto...

...chi ti dice di rose e fiori ti dice una bugia o fa parte dei pocho fortunati con bimbi "bambolotti", è impagabile avere figli e non tornerei MAI indietro alla mia vita fatta di discoteche, uscite, ristoranti, cazzi propri sempre, però è tanto dura, ma loro ti danno così tanto..!!! (non da subito, dopo i primi 6 mesi)
E credo sia più corretto dirti la verità e metterti in guardia sulla durezza reale dei primi tempi, perchè la stanchezza e la sclero che avrete non l'avete mai provata/avuta, se poi sarà meglio, tutto di guadagnato, ma se chiedi in giro chi ha bimbi piccoli, ti confermerà il tutto.

Sara Scavolini ha detto...

Si si, infatti preferisco la nuda e cruda verità piuttosto di quelli che sdrammatizzano, anzi è sempre meglio prepararsi al peggio, piuttosto che farsi un'idea positiva e poi entrare in depressione..

Posta un commento