martedì 16 aprile 2013

Si tira avanti finché si può..

La pancia ormai è incontenibile ma sono solo alla trentaduesima settimana.
Il diabete è all'incirca sotto controllo, dico all'incirca perché quando mi mangiano dolci e schifezze davanti alla faccia, non resisto. In ogni caso ogni 15 giorni ho il prelievo di controllo e ogni giorno, oltre alla pressione, mi devo misurare il diabete alternando (un giorno prima e dopo colazione, il giorno dopo prima e dopo pranzo e il terzo giorno prima e dopo cena e così via).
Ora, vista l'imminenza del parto, devo fare le analisi del sangue di routine tutte le settimane, mentre la prossima settimana avrò la visita anestesiologica a Rimini e la settimana dopo eseguire il tampone.
Ah ovviamente non trascuriamo le solite due visite ginecologiche a settimana..
Dopodiché, se ancora non avrò nessun sintomo precoce di parto, alla 37 esima settimana verrò ricoverata.
Diciamo che questi ultimi mesi non sono stati semplici per niente, anche se, devo ammetterlo, quest'ultima settimana ho incominciato a sentirmi molto meglio, piedi un po meno doloranti e meno goffa anche se, quando mangio, se non ho il bavaglino o il rialzo per il piatto, mi sporco ovunque.
Il papà non vede l'ora di cullare Ilaria e Sofia, io onestamente tutta questa fretta non ce l'ho.. Incomincia a salire la fifa!

0 pensierini:

Posta un commento