martedì 11 giugno 2013

Come è piccolo il mondo

Quello che non ho raccontato è che in ospedale c'era un piccola confederazione della ditta per cui lavoro.
In stanza con me, era da due, c'era una ragazza con sui marito che lavora in Biesse, abbiamo passato dei giorni divertenti in compagnia.. Guarda caso pure lei aspettava due gemelle (Celeste e Olimpia) e aveva il mio stesso ginecologo, al ritorno ci siamo perse ma penso sia inevitabile visto che, almeno per me, da quando ho le bimbe mi viene impossibile uscire di casa.
Due stanze più un la c'era un'altra ragazza che lavora con noi, settore marketing, e, pure lei, con due gemelle.
Insomma è stato un vero boom.

Ora sono a casa, tanto per cambiare, le bimbe hanno iniziato a fare po le capricciose ma fortunatamente solo di giorno.
Inoltre io e Marco abbiamo notato che quando stanno un po dai nonni tornano intrattabili, evidentemente appena piangono vengono prese in braccio nonostante il nostro divieto.
L'unica volta che sono tornate più calme è un venerdì che saremmo dovuti andare a mangiare una pizza a casa di amici con loro ma che poi ho deciso di lasciarle a casa dei miei perché erano state intrattabili tutto il giorno. Al nostro ritorno non solo ci han detto che avevano sempre dormito ma, anzi, non avevano nemmeno vomitato e quella notte sono state degli angioletto.. Poi purtroppo il giorno dopo avevamo un matrimonio e le abbiamo dovute rilasciare anche la notte e domenica e ieri nuovamente agitate..
Speriamo sia soltanto una nostra impressione, perché dover dire ai nonni di non viziarle o peggio di dire loro che ogni volta che tornano a casa sono indiavolate non è bello...

0 pensierini:

Posta un commento