giovedì 24 ottobre 2013

24h su 24h

Ormai vivo in funzione delle mie bimbe, la mia giornata è scandita da pappe, nanne, cacche e sorrisoni.
Questo per 24 ore al giorno.. Anche di notte mi rendo conto che non dormo come farei quando loro non ci sono, è una sorta di veglia.
Poi durante il giorno fare qualcosa è sempre più difficile perché le bimbe richiedono sempre più attenzione ed ora si è aggiunta anche la variabile pappa e dare la prima pappa a due bimbe in contemporanea è da delirio.
Sono spesso da sola, tranne il pomeriggio dove viene sempre mia mamma e così posso fare la spesa o fare un giro per me.
Alcuni mi dicono che sono depressa, ma io ho l'impressione che nessuno si rende conto che è difficile anche se le bimbe sono molto brave.
Nel frattempo c'è tutto il resto come mangiare e vivere e mentre me la cavo egregiamente nel primo caso, non riesco a fare altrettanto nel secondo.
Ho sempre i nervi a fior di pelle, vorrei dormire tutto il giorno, vorrei sparire, mi sento invisibile per tutti quanti, ogni volta che decido di fare qualcosa per me mi sento mortificata come se "una brava mamma questo non lo facesse", come se fosse una cosa che non mi merito o che non mi spetta.
I figli sono delle madri.. Me lo dicevano tutti ed è veramente così, non volevo crederci..

0 pensierini:

Posta un commento