venerdì 30 maggio 2014

Pennichella

Ultimamente non sonnecchio più il pomeriggio e non cerco più di ritagliarmi un po' di tempo per la nanna quotidiana, sarà merito del pranzo più leggero che faccio?
Lavorando sei ore non ho diritto a mangiare in ufficio, dovrei tirare dritto e poi mangiare alle 15, ma mi conosco e rischierei di svaligiare tutta la macchinetta delle schifezze e così mi sono data una regola: mi porto sempre qualcosina da casa: affettato, mozzarella, yogurt e cereali o avanzi della cena.
Poi verso le 10.30 stuzzico qualcosa: cracker o taralli, giusto qualcosa per uno spuntino di metà mattina, poi verso le 13.30 quando c'è un po' meno gente in giro, apro il mio pranzo e smangiucchio con una mano mentre lavoro con l'altra.
I rompi coglioni ci sono sempre, in particolare una che mi riempie di domande sul mio pranzo e non ho ancora capito se lo fa perché lei ha due tristi barrette, oppure solo per conversare.
Poi vabbè, ho anche perso quasi 3 kg, ma già con la mangiata di ieri sera dovrei averne recuperati un paio, ad ogni modo il traguardo più grande è proprio quello di aver sconfitto la sonnolenza.
Poi vabbè, se mi appoggio sul divano..  è chiaro che ogni momento è buono per dormire.
Dovrei combattere anche il sonno della sera, ultimamente alle 22 ho il tracollo e la mia vita familiare/sessuale se n'è andata mesi fa or sono.

0 pensierini:

Posta un commento