venerdì 13 giugno 2014

coccole

Ieri abbiamo terminato la valigia, un mega trolley nel quale potrei entrare pure io per lungo. E' stata una soddisfazione unica.
La sera abbiamo comunque lasciato le bimbe ai nonni.
Marco si è coccolato guardando la prima partita dei mondiali, io invece ho provato a ripercorrere un rituale di quando ero gggiovane!
Prima di tutto la ceretta: per questioni di tempo me la sono fatta fare dall'estetista nel pomeriggio, da sola ci impiego due ore, da lei non più di 20 minuti.
Poi la sera mi sono cosparsa di olio rimuovendo i rimasugli di cera, mi sono spalmata kg di maschera ristrutturante sui capelli e mi sono buttata sotto la doccia.
Mega doccia rilassante e poi via ad estirpare i peli superstiti col silkepil (tra l'altro mi sto accorgendo di non aver fatto un gran lavoro), dopo la tortura, mi sono data lo smalto rosso ai piedi e quello trasparente alle mani.
Mi sarebbe piaciuto rosso anche alle mani, ma più di due giorni non mi dura e stare in crociera con lo smalto distrutto non mi piace, invece nei piedi resta anche oltre le due settimane.
Poi pigiamino e.. insomma erano passate due ore.
Mi mancano queste giornatine dedicate a me e, quando me ne capita una, alle volte mi sento in colpa, sia perché ho dovuto "allontanare" le bimbe, sia perché non posso stare con Marco, insomma gira e rigira non me la godo appieno nemmeno così.
Spero che il tutto migliori anche sotto questo punto, intanto ho una gran energia che però la sera mi porta ad essere uno straccio ambulante che a stento riesce a girarsi nel letto.. devo però ammettere che ho notato un peggioramento del sonno, mentre prima mi sarei addormentata anche di fianco ad una cassa del rock island (riferimento non casuale), adesso faccio fatica anche solo con la tv bassa e quando mi sveglio ci rimetto un pochetto a dormire.
Sarà stress..

0 pensierini:

Posta un commento