martedì 7 aprile 2015

Silk-epil 7

Bene, sorvoliamo sul fatto che, a Pasqua, ho saltato lo shred ma è stato l'unico giorno, quindi forse me lo si può perdonare.. in compenso ho fatto allenamento col cucchiaio, ho scofanato almeno tre porzioni di zuppa inglese più tutto il pranzo pasquale e pasquettale (nuovo termine coniato).

Detto questo, sono qui per parlarvi di Silk-epil 7.
Partiamo subito con una premessa, senza questi epilatori io sarei perduta, non tanto perché amo essere depilata, ma perché odio essere scambiata per una scimmia, in particolar modo quando nelle vicinanze c'è il circo.
Soffro di irsutismo a causa delle mie ovaie policistiche e lotto col pelo fin da piccolissima. Ho sempre nuotato e ricordo che, già all'età di 14 anni, ci consigliavano di depilarci per essere più aerodinamiche.
E noi stupidamente usavamo lamette.
La mia prima ceretta a 18 anni, il dolore più intenso che io abbia mai immaginato, senza contare che la cera scottava pure.
Poi il mio primo silk-epil e, mi sbagliavo, quello era il dolore più intenso.
Solo che senza uno stipendio, non potevo permettermi di mantenere l'estetista e, allo stesso tempo, non potevo permetter ai miei peli di rallentare la mia carriera di nuotatrice e così ho perseverato a lungo col silk-epil, anzi non ho mai smesso e, ad oggi, sono già al mio quarto silkepil.
L'ultimo arrivato è il silk-epil 7 che, in realtà, a parte la funzionalità "cordless" non aggiunge nulla al mio silk-epil 3 uscente.
In particolare è composto da: la testina con 40 pinzette che permette l'estirpazione di peli anche cortissimi, una testina massaggiante, una testina di precisione, una testina rasoio e un pennellino per fare le pulizie a fine rasatura.
Mi rammarica un poco la bustina che si ostinano a dare in dotazione, anziché una pochette un po' più carina.
Il primo utilizzo è stato strabiliante, il motore è nuovo e pimpante e non ho sentito nulla al momento dell'estirpazione, avevo su la testina massaggiante e, veramente, non riuscivo proprio a capire se stava effettivamente togliendo i peli.
Ci ho messo un attimo per fare inguine, cosce e gambe.
Ma ricordo che era lo stesso per il mio silk-epil uscente, quando il motore è nuovo, nemmeno ci si accorge di depilarsi.
Ho provato anche la testina rasoio, ma non lo so usare ed ho fatto i peli un po' troppo corti per i miei gusti.
Poi ho provato l'ascella, mi ha lasciato un po' perplessa perché né con la testina massaggiante, né con la testina di precisione, sono riuscita ad estirpare i peli, ho dovuto togliere tutte le testine e lasciarlo "spoglio" e utilizzarlo. I peli sono venuti via senza dolore ma, due giorni dopo, avevo già una piccola ricrescita, segno, forse, che i peli anziché essere estirpati sono stati semplicemente strappati lasciando la radice in sede.
In ogni caso sono stra felice del regalo, per una che ormai ha poco tempo anche per andare al bagno, questo aggeggio è comodissimo, senza filo ancora meglio, posso usarlo in ogni dove anche fuori all'aria aperta mentre le bimbe vanno sull'altalena. La batteria, da nuova, dura 40 minuti, non so ancora se sono pochi o troppi, una volta, con meticolosità, ci impegnavo un'oretta fra tutto, ora ho notato che in mezzora me la cavo.
Si può usare anche sotto la doccia o nella vasca, ma non ho avuto modo di provarlo perché non ho così tanto tempo da poter stare sotto la doccia.

2 pensierini:

17enne ha detto...

Io continuo a devolvere stipendi che non ho al'estetista, ma il silk epil non mi convince, sa di tortura auto indotta. Mi dispiace per lo shred, pensavo fosse più efficace, comunque hai intanto ottenuto un buon risultato che è trovare il tempo da dedicare al fitness tutti i giorni.
Per le bimbe hanno escluso anche la gluten sensitivity?

Sara Scavolini ha detto...

No, ti confesso che se fai la ceretta da tempo, il passaggio al silk-epil non è così drammatico, io ora lo faccio in ogni parte del corpo senza particolari torture.
Lo shred, vedendo le foto del giorno 1 e 15, ha funzionato, se non altro ha tolto le maniglie e mio moroso dice che ho il sedere più piccolo; aspetto anche le foto del giorno 30 e poi pubblico. (c'è da dire che non ho mai posto nessun limite al cibo, quindi...)
Per le bimbe abbiamo escluso tutto, abbiamo fatto dieta bianca, dieta senza glutine, dieta senza lattosio e dieta senza uova, infine le analisi del sangue.
Le analisi hanno escluso la celiachia e le varie allergie, ma la cacca è sempre molto brutta. Ora stiamo facendo delle analisi delle feci un po' particolari: in pratica stiamo improvettando ogni cacarella!

Posta un commento