venerdì 29 maggio 2015

Correre round 2

Ebbene si, sto continuando a correre, ieri ho fatto uno step in più, ho mantenuto un ritmo più elevato e, di conseguenza, ho fatto più strada.
Ma il risultato è stato comunque deludente, poche calorie rispetto allo sforzo, tanto vale camminare.
A parte questo, ho iniziato a mangiare anche più sano.
Solito cappuccino al mattino (oppure tisana e pochi biscotti), tisana di metà mattina con altri biscotti e poi per pranzo o una mela, o uno yogurt e muesli o 100g di ricotta.
Quando torno a casa corro, solo mezzora, ma corro.
Poi corro a prendere le pupe e, mentre preparo una centrifuga di frutta e verdura a loro, ne preparo una anche per me.
Con quella tiro fino a cena, ieri pizza, certo in dieta si dovrebbe evitare, ma il problema è che mentre prima ero abituata ad ingurgitare ogni cosa, riducendo e lasciandomi solo la cena libera, mi aspettavo di vedere i primi risultati, magari solo di perdita liquidi.
700g li ho persi, ma con tutta la fatica che ho fatto, non so mica se di sto ritmo ne vale la pena, la dukan anche se è un po' pericolosa, dà soddisfazioni più grosse con poco sforzo.
Vorrei anche iniziare a monitorarmi correttamente la frequenza cardiaca.. ho sempre fatto sport agonistico ma ho sempre avuto un difetto alla valvola mitrale e.. non si sa mai.
Poi il dover fare tutto di fretta mi mette un'ansia che non so quanto resisterò.
Sta cosa delle centrifughe, invece, mi ha gasato un sacco, le bimbe le bevono più che volentieri, anche se mio moroso ritiene che non servono al nostro scopo visto che loro dovrebbero crescere e quindi servirebbero le calorie; ma sali minerali e vitamine fanno bene lo stesso, no?
Invece mi piacerebbe avere spunti e idee per centrifugati e frullati (frutta e verdura), ne ho letti un po' e ne ho fatti ad invenzione, non male, ma mi piacerebbe poterli fare "equilibrati" e non ad cazzum.
Sabato mi aspetta una pizzata tra amici e domenica un battesimo, sono queste cose che vanificano totalmente tutto il mio lavoro fatto nella settimana, anzi penso che ci buttino sopra pure un carico...

mercoledì 27 maggio 2015

Mi vuoi dire qualcosa?

Di nuovo non mi basta più camminare, cioè la camminata veloce porta i suoi risultati ma scoprire di bruciare soltanto 150 kcal mi scocciava un po' e allora ho deciso di provare a tornare a correre.
L'ultima volta però non mi è piaciuto, le gambe c'erano e volevano andare ma il fiato mancava e tornavo a casa tutta arrossata e affaticata come se avessi fatto la maratona della vita.
Non era piacevole, era solo faticoso e ogni giorno andava peggio di quello precedente.
Poi ho seguito un consiglio di un mio collega, parti piano, anche se la velocità che stai tenendo è pari ad una camminata, ma non ti fare fretta.
Ieri l'altro sono partita senza fretta, ho fatto la prima salita camminando e poi ho corso tutto il tempo, non ho avuto bisogno dei momenti di stop che bramavo le ultime volte, sono andata via liscia, il fiato non pesava, le gambe macinavano (piano ma andavano), riuscivo a canticchiare e, sorpresa, ho raggiunto lo stesso risultato che avevo quando mi impegnavo a mantenere una certa andatura.
Alla fine ho bruciato sulle 300 kcal, che poi siano veritiere non importa, ne va della mia autostima.
Tra l'altro sempre per l'autostima, lunedì sono andata nella solita stradina vicino all'autostrada, visto che mi sentivo un po' ingrassata, invece ho ricevuto ben 4 clacsonate, una sotto la media.
Ad ogni modo c'è un problema, ho corso lunedì e martedì ha diluviato in mattinata, ho corso martedì ed ora diluvia.. insomma probabilmente qualcuno mi sta cercando di dire qualcosa...

lunedì 25 maggio 2015

Diete & abbuffate

La settimana scorsa ho deciso di darmi una regolata sul mangiare al lavoro.
Da quando ho ripreso non faccio altro che mangiare e tutti i miei colleghi mi prendono in giro bonariamente, alcuni abbozzando pure un complimento del tipo "dove la metti tutta quella roba?"
Ma purtroppo si vede bene dove la metto: culo, pancia e gambe, nelle tette mai (non ha funzionato nemmeno la gravidanza, quindi figuriamoci!).
Dunque dicevo, ho cercato di darmi una regolata e da quando mi sveglio fino alle 16, il mio regime alimentare è questo:

  • Cappuccino zuccherato (circa 100 calorie)
  • Pausa delle dieci con tisana non zuccherata e Cereal Yo (circa 230 calorie) e sticazzi
  • Merendina di mezzogiorno: un kinder maxi (119 calorie l'intera barretta)
  • Pranzo: una mela di circa 90g (45-50 calorie)
Poi arrivo a casa e solitamente vado a camminare e brucio dalle 130 alle 160 calorie, oppure non brucio niente ma evito di toccare cibo.
Questo significa che fino alle 16 ingurgito 500 calorie.
Tanto tempo fa feci una dieta da una dietologa che  mi consigliò di assumere 1300 calorie, questo significa che, se la cosa valesse tutt'ora, e nel caso peggiore (senza camminata), avrei 800 calorie da utilizzare per la cena; nel caso migliore ne avrei 900 e un po'.
900 kcal sono circa due piatti (intesi da 80g) di pasta aglio, olio e peperoncino, per esempio.
Una sera mi sono sparata la pasta al pesto (680 kcal per 80g) io ne ho mangiati 120; un'altra volta la braciola di maiale, ecc..
Evidentemente deve esserci qualcosa, nel mezzo, che mi crea scompiglio e disagio e che alimenta il mio grasso inesorabilmente.
Ho preso a studiarmi e ispezionarmi dalle 16 alle 21 ed ho scoperto che: fra finire la merenda delle gemelle, fra assaggiare la loro pappa, tra mostrare loro che mangiarla è buona, tra assopire il nervoso di loro che non mangiano col pane, tra l'assaporare un po' di semi di girasole.. ecco, insomma credo che le 900 kcal le mangio solo come spuntino.
Quindi dovrò rivedere anche la mia "dieta" pomeridiana.. il fatto è che dovrei distrarmi, ma la mia distrazione è il cibo, quando sono nervosa mangio, quando sono annoiata mangio, quando sto male mangio: praticamente non ho mai provato la sensazione del "mi si stringe lo stomaco".
Sto seriamente pensando di ripartire con la Dukan, ma con le bimbe e un moroso faccio fatica perché quando devo cucinare altro a loro, per me son solo tentazioni alle quali non so mai resistere.

Ah.. poi lasciamo perdere che nel weekend svacco come non mai causa compleanni o cene fuori: ma è l'unico divertimento che mi è rimasto, come faccio a togliermi anche questo?



venerdì 22 maggio 2015

Samsung S4 win

Sono tornata all'ovile, al mio caro Samsung, poi dopo l'aggiornamento a Lollipop non ho più nemmeno troppi problemi di rete (prima faceva fatica ad agganciarsi automaticamente).
L'unica pecca è che ho la memoria piena e non riesco a decidermi a togliere qualcosa.
Principalmente sono tornata sui miei passi proprio per la personalizzazione che posso "dare" al mio cellulare, alle app di uso comune che prendo moddate e, mi vergogno a dirlo, per sto benedetto feedback tattile.
In più il koreano ha tante potenzialità in più che io ho provato all'inizio ma che poi ho disabilitato, ma appena imparo i trucchi per utilizzarle al meglio credo che le abiliterò nuovamente.

  • Scorrimento intelligente
  • Pausa intelligente

  • Air view - air gesture


  • S Voice Drive



  • Schermo e suono ottimizzati: il primo permette di adattare la visualizzazione in base alla luce presente e al contenuto che si sta visualizzando. Anche se alla luce del sole vice Iphone; il secondo permette di ottimizzare il suono in base al rumore di fondo rilevato.
Altre funzionalità "nascoste" e poco pubblicizzate sono:
  • Whatc on: la possibilità di usare lo smartphone come telecomando essendo dotato di porta infrarossi (quindi senza utilizzare app che si collegano via rete), addirittura whatch on ci dà molto di più ci mostra tutti i palinsesti, la guida al programma visualizzato e molto di più.
  • Il controllo vocale per scattare le foto, utile in caso di autoscatto o selfie selvaggio oppure in condizioni di bassa luce per cui un tocco sullo schermo aumenta la possibilità di sfocatura.
  • Il lettore ottico OCR, una sorta di scanner, fotografiamo un testo e lui rileva per noi quel che c'è scritto, non è preciso, ma sicuramente il migliore di tutti quelli che ho provato.
  • Tutte le funzionalità a portata di mano, scorrendo in basso il monitor si può accedere ad una marea di funzionalità attivabili con un click (nel lollipop sono state limitate ma ci sono comunque quelle essenziali)
  • Possibilità di visualizzare due app contemporaneamente: abilitando il multi schermo e scegliendo due app, le potremmo visualizzare entrambe e lavorare su entrambe (ah il multitasking!)
  • Eraser shot: se facciamo una foto e voglio eliminare un particolare posso farlo con la modalità selezionata, inoltre posso fare anche delle foto con entrambe le fotocamere abilitate contemporaneamente.
Insomma saranno tutte cazzate, magari poco usate, però ecco.. forse se un telefono si chiama "smart" qualcosa vorrà pur dire, o no?

Inoltre, cosa che non ho ancora avuto modo di provare, se fotografo una scritta in lingua straniera, grazie all'applicazione S-translate di samsung ritrovo la frase bella e tradotta. Funzionalità che sta pubblicizzando google da poco tempo, nel mio samsung è presente dal lontano acquisto (più di due anni fa). 





lunedì 18 maggio 2015

Samsung S4 vs Iphone 5s: first impression


Visto che moroso, con uno schiaffo alla povertà, ha acquistato l'Iphone 6, ho deciso di provare il suo vecchio cellulare il 5s.
Scena già vista quando ha comprato il 5, che avrei dovuto provare il 4, ma era già troppo vetusto per impegnarmi nell'impresa.
Quindi 5s sia.
Prima problema, la sim non è compatibile, l's4 monta una micro sim con chip grosso, il 5s richiede una nano sim.
Il nostro centro tim di fiducia ha provveduto al taglio ed è stato talmente preciso che la cosa ha funzionato fortunatamente, altrimenti avrei dovuto spendere almeno 20 euro per fare il test Iphone.
Domenica, la batteria tanto di cappello ha durato un giorno intero, al contrario del mio s4 che avrei dovuto metterlo in carica almeno una volta.
Altra nota positiva è la fluidità dell'Iphone anche se pure l's4 non se la cava male.
Lo schermo è piccolo, per me che sono abituata ai pollici dell's4 ma si può fare anche così.
La poca personalizzazione delle app e la loro staticità mi ha un po' lasciato a bocca asciutta, anche se sto studiando il jailbreak e i market alternativi, ma manca comunque la personalizzazione.
Poi ecco, devo ancora approfondire, ce l'ho da due giorni, ma il fatto di installare un apk da gmail è impagabile, il feedback tattile di android è una cosa a cui non riesco più a rinunciare, il fatto di avere sempre l'ultima apk personalizzata da qualche gruppo di smanettoni, i tremila widget.
Devo valutare, perché la batteria, per me ha un gran peso.. Oggi voglio provare a fare una camminata con runtastic e gps attivo (io adoravo cardio trainer ma non c'è), siamo già al 76% di batteria, forse oggi dovrò ricredermi, è già arrivato al livello del samsung.
Le foto sono migliori, anche se s4 monta più megapixel, ma l'otturatore è lento e beccare una foto non mossa è un'impresa assai ardua.
La visione dello schermo al sole è molto migliore quella dell'Iphone, ne ha di qualità, ma non riesco a sentirlo un oggetto "smart" ma solo "phone" e non mi garba troppo.
Mi concedo un altro po' di tempo, poi vediamo..


martedì 12 maggio 2015

Della serie: ammalarsi a catena

Mercoledì della scorsa settimana, Marco tocca la fronte di Ilaria e dice: "mi sa che scotta!".
La febbre non era tanta e sotto i 37.5 ti permettono comunque di stare all'asilo, ma se viene superata la soglia e se ti chiamano a casa per "ritirare" la bambina, allora il ritorno deve avvenire previa presentazione di certificato.
Quindi abbiamo optato per portarla a casa di mia mamma e mandare la Sofia all'asilo.
Avevamo previsto bene perché, nel giro di poco tempo, la febbre si è alzata ma lei sembrava comunque vispa, perciò niente tachipirina.
Abbiamo aspettato tre giorni e, al terzo, ho chiamato la pediatra.
Era così entusiasta che Ilaria aveva la febbre, avrebbe finalmente avuto un'altra cavia su cui provare il suo nuovo acquisto: la macchinetta per misurare la PCR.
Appurato che, in realtà, è veramente una figata in termini di diagnosi precoci e poco invasive, ho deciso di fargliela sperimentare su di lei.
Soglia minima 2.5, soglia senza antibiotici 4.5-5, Ilaria: 8.47, infiammazione batterica in atto.
E antibiotico fu!
Ho incominciato venerdì sera e già sabato sera Ilaria ha incominciato a migliorare, pronta per festeggiare in bomba il suo compleanno.
Ed ecco Sofia con mega febbrone da cavallo peggio di sua sorella.
Abbiamo festeggiato il compleanno lo stesso, siamo stati anche fortunati era caldo e non tirava aria, siamo stati molto bene ma la febbre non se ne andava e la notte le ho dovuto mettere la tachipirina perché bolliva.
Lunedì stesso iter, pcr con valore 22.5, per lei antibiotico massiccio, tre volte al giorno anziché due e via la Sofia dai nonni e l'Ilaria all'asilo.
E niente, in pratica quando si ammala una è matematico che capita anche all'altra e non la sfango mai prima di due o tre settimane, sempre che non mi ammali anche io.
Al momento tengo botta anche se ho un leggero mal di gola.
Fortuna i nonni e fortuna che i malanni siano in serie anziché in parallelo, altrimenti non potrei fare affidamento sui nonni ma dovrei stare a casa io perché due insieme sono pesanti.
Detto questo siamo ancora dietro agli antibiotici, all'aerosol, ai fermenti.
Giovedì finiremo per Ilaria, domenica per Sofia. In pratica in casa c'è un casino che la metà basta.


lunedì 11 maggio 2015

Secondo compleanno!

Ieri è stato il compleanno delle gemelline che, nonostante i genitori che si ritrovano, sono arrivate a compiere due anni.
Avevamo in testa tremila posti dove festeggiare, con un'attenzione particolare alla zona giochi, quella doveva essere un punto fermo.
Ma tutto era pieno e, alla fine, per disperazione, Marco ha trovato un posto mai sentito nominare, il sito sembra un po' spoglio e l'immagine di presentazione non è che sia un granché sembra una gran casa colonica bianca e molto banale.
Le aspettative non erano troppe, invece il posto è stato azzeccatissimo!
Non accetta molti coperti e così in pratica, il posto era solo nostro, abbiamo mangiato all'aperto con uno sguardo sullo spazio giochi ben attrezzato per le bambine.
Ilaria era guarita grazie al fatto che era ancora sotto antibiotico, ma Sofia aveva il febbrone, nonostante tutto aveva una gran voglia di fare e di giocare.
Il cibo era semplice ma ottimo, i proprietari erano simpaticissimi, disponibili ma non invadenti, la giornata è stata splendida.. abbiamo fatto tutto coi nostri tempi e ci siamo attardati fino a metà pomeriggio, se avessimo avuto il costume ci saremmo potuti pure buttare in piscina.


Poi ce ne siamo andati un po' esausti, ma ci pareva bello festeggiare anche con gli amici e così abbiamo (ha pensato a tutto Marco) organizzato un aperitivo in giardino.
E' riuscito bene, nonostante la stanchezza e nonostante la febbre delle bimbe.
L'ho ripagata però questa notte, Sofia aveva un febbrone da cavallo e nemmeno la tachipirina le ha risollevato la nottata.
Questa mattina avevano la festa all'asilo ma Sofia non potevo mandarla e così ha festeggiato solo Ilaria.
Poco male, pazienza.
Oggi pediatra, tanto già lo so: antibiotico.

Ah era anche la festa della mamma, ma quello è passato in ultimo piano...



giovedì 7 maggio 2015

Auguri alla mamma

Oggi è il compleanno di mia mamma, tra tre giorni sarà la sua festa (ma da due anni anche la mia!)
Ieri ho avuto poco tempo per inventarmi un regalo e la cosa mi è dispiaciuta tantissimo perché non avrei voluto fare un regalo tanto per e invece è successo proprio così.
Speravo di trovare qualcosa di particolare da Oliviero, ma l'unica ispirazione che ho avuto è stata un porta fili e cose da cucire in stile shabby chic oppure un bel cuscino da divano.
Ma contando che, causa glaucoma non vede più nulla, e che sul divano ci sono più cuscini che persone umane, ho desistito.
Sono stata anche nel negozio cinese di fianco e avevo pensato di comprare uno di quei porta candela sempre in shabby chic da esterno, ma poi non ho trovato né una candela abbastanza grossa, né una piantina di infilarci dentro ed ho desistito pure lì.
Poi mi sono accorta che non avevo più tempo e che dovevo passare anche al Conad per fare un regalo alle pupe da parte dei miei: un dondolino di plastica bi-posto.
Pensavo di trovare qualcosa di carino anche lì ma c'erano solo piante e piantine e così... composizione di piante sia.
Solito regalo di ripiego.
Mi sono sentita una merda, le ho scritto un biglietto che recitava che aveva a disposizione un buono per un accessorio, abbigliamento o cena a sua scelta, ma so che non lo utilizzerà mai.. ormai non ho più modo di passare del tempo con lei se non con le bambine appresso..
Mi piange il cuore, perché la vedo sempre più anziana, sempre più rassegnata alla vita.
A giugno ha il challenge test, un test per intolleranze alimentari e ai medicinali; io patisco per lei, fino ad ora, ogni volta che si ammala piango, non può curarsi e mi viene sempre un magone pauroso perché vedo che non è più reattiva e forte e ho sempre questa paura insensata che possa andarsene prima che io possa dirle, fare nulla.
E' un'ossessione come tante, ma questa mi dilania proprio, perché sono "lontano" da lei, perché quando mi viene a trovare, io ho sempre mille altre cose da fare e non stiamo mai insieme, perché ha bisogno di mia zia per venire su, perché il glaucoma non le ha lasciato più nemmeno un occhio buono, perché non ha più nemmeno voglia di lottare contro l'arroganza di mio padre, perché vedo che si sta spegnendo.
Pensavo che i miei genitori fossero invincibili e infiniti...



mercoledì 6 maggio 2015

Ciclo del sonno con bimbe

Ieri notte è stata una giornatina un pochetto no, sia perché Sofia non faceva altro che girarsi e rigirarsi nel sonno e chiamare tutta la famiglia dai nonni a noi due, sia perché Ilaria era piena di muco e respirava a fatica e quindi si svegliava e cercava la mamma.
Ed ecco qua cosa ha rilevato il mi-band:
io sono dell'idea che è tutto un cazzo... cioè mi sento sempre dire che dormo troppo e che non dovrei avere sempre sonno come in realtà ho.
In particolare la sera, verso le 22 ho un crollo totale, non riesco a fare più niente ed ho solo voglia di dormire.
Premettendo che non è che quello che rileva sto aggeggio da 14 euro è per forza oro colato, però recensioni e impressioni mie personali, mi fanno intuire che è molto vicino alle realtà.
Detto questo, è inutile dormire otto ore se però poi solo 4 sono di sonno profondo, questo significa che il mio riposo non è abbastanza.
Nonostante tutto ho preso una buona abitudine, nel senso che al mattino mi sveglio e non sono poi così stanca, evidentemente riesco ad accumulare tutto per la sera, quando poi stramazzo sul divano.
Oggi ci saranno mia mamma e mia zia, riuscirò a fare un giro e staccare un attimo, giusto il tempo per cercare un regalo per "festa della mamma + compleanno" e tornare a casa.

martedì 5 maggio 2015

Correre

Avevo incominciato a prendere un'altra buona abitudine.
Siccome lo shred lo avevo finito, il ripped non mi intrigava e avevo voglia di stare fuori con queste belle giornate, ho incominciato con il camminare veloce.
Solo che ho bisogno un po' di smaltire, per esempio il kinder bueno che ho mangiato ieri dopo la schiacciatina al sapore di pizza e i taralli toscani all'olio d'oliva.
Allora dal giorno seguente ho iniziato a correre.
Se mi vedete sembro una pro: indosso una canotta da runner del decathlon, dei pantaloncini da cardio, scarpe da runner, porta cellulare da braccio.
Il problema è che appena parto c'è la salita del cavalcavia e lì se ne vanno tutte le mie forze, corro soltanto 20 minuti eppure quando torno sembra che ho fatto la maratona: sono rossissima in viso, ho il fiatone e la lingua tocca i piedi.
Percorro tutta la mia via e ritorno, ma quando ho bisogno di una botta di autostima mi addentro in una stradina sterrata che sembra un amore, peccato che costeggia l'autostrada.
Ma il segreto per l'autostima sta proprio lì... per ogni camion che passa mi becco una clacsonata!
Ah, santi camionisti!
Non sono una sprovveduta, so bene che quelli suonerebbero a qualsiasi cosa vagamente dotata di buco, però basta non pensarci e accettare i clacson come complimento e il gioco è fatto.
In ogni caso è un po' che non vado più per di là perché non ho il senso del tempo, devo stare sempre con l'orologio in vista, invece so che se percorro tutta la mia via e ritorno, allora ho fatto i miei buoni 20 minuti.
Poi basta, il tempo di cambiarmi, bere un po' di sali minerali e devo andare a prendere le pupe all'asilo.
Ormai la mia vita è scandita dai loro tempi,
Oggi non potrò andare a correre a meno che non ci vada questa sera: ho l'incontro con le maestre d'asilo.


lunedì 4 maggio 2015

Ponte

Il ponte del primo maggio è andato super bene, ero in ansia già dalla settimana prima soprattutto perché in caso di panico non avevamo nessun nonno a disposizione.
I miei erano in Carpegna e i suoceri erano ad Asiago.
Eppure ce la siamo cavati egregiamente anche se questo ha comportato il totale annullamento delle nostre persone, in favore dei ritmi e delle voglie delle bimbe.
Siamo andati in bici, abbiamo fatto le bolle, siamo stati per tremila ore di fila sull'altalena, abbiamo giocato con lo scivolo, lanciato i sassi, passeggiato sul tricco truck, giocato a girotondo, dormito...
Insomma è stato un weekend impegnativo.
Il primo maggio, in particolare, lo abbiamo festeggiato qui.
Col tempo bello è un posto fantastico e permette anche di rilassarsi mentre i bimbi giocano un po' da soli, l'unica pecca è stata la mancanza del fasciatoio e il tempo non proprio bellissimo.
Sono riuscita ad andare a correre anche il primo maggio e la domenica e sono felice di questo, ma nulla mi aiuterà a tornare come prima se non mi decido a mangiare decentemente e, con mezza pacca di maiale nel congelatore, un moroso che è una buona forchetta e un buon bicchiere, ma soprattutto con me che i cibi salutari non sanno nemmeno cosa siano, ciao dieta!
Anzi:
"La mia dieta è salutare, quindi Ciao"
Detto questo, oggi sono enormemente stanca, prepotentemente sfinita, sarà la stagione, sarà che la mia collega si è beccata la mononucleosi e io mi sto facendo influenzare, sarà che la primavera chiama il divano.. insomma vorrei poter dormire un giorno intero!
Adesso ci prepariamo per il 10 maggio che sarà il compleanno delle bambine, ovviamente le mie rimostranze non ascoltate a prenotare presto perché è periodo di comunioni e cresime, si è rivelato esatto: ristorante prescelto già pieno da 2 mesi.