giovedì 7 maggio 2015

Auguri alla mamma

Oggi è il compleanno di mia mamma, tra tre giorni sarà la sua festa (ma da due anni anche la mia!)
Ieri ho avuto poco tempo per inventarmi un regalo e la cosa mi è dispiaciuta tantissimo perché non avrei voluto fare un regalo tanto per e invece è successo proprio così.
Speravo di trovare qualcosa di particolare da Oliviero, ma l'unica ispirazione che ho avuto è stata un porta fili e cose da cucire in stile shabby chic oppure un bel cuscino da divano.
Ma contando che, causa glaucoma non vede più nulla, e che sul divano ci sono più cuscini che persone umane, ho desistito.
Sono stata anche nel negozio cinese di fianco e avevo pensato di comprare uno di quei porta candela sempre in shabby chic da esterno, ma poi non ho trovato né una candela abbastanza grossa, né una piantina di infilarci dentro ed ho desistito pure lì.
Poi mi sono accorta che non avevo più tempo e che dovevo passare anche al Conad per fare un regalo alle pupe da parte dei miei: un dondolino di plastica bi-posto.
Pensavo di trovare qualcosa di carino anche lì ma c'erano solo piante e piantine e così... composizione di piante sia.
Solito regalo di ripiego.
Mi sono sentita una merda, le ho scritto un biglietto che recitava che aveva a disposizione un buono per un accessorio, abbigliamento o cena a sua scelta, ma so che non lo utilizzerà mai.. ormai non ho più modo di passare del tempo con lei se non con le bambine appresso..
Mi piange il cuore, perché la vedo sempre più anziana, sempre più rassegnata alla vita.
A giugno ha il challenge test, un test per intolleranze alimentari e ai medicinali; io patisco per lei, fino ad ora, ogni volta che si ammala piango, non può curarsi e mi viene sempre un magone pauroso perché vedo che non è più reattiva e forte e ho sempre questa paura insensata che possa andarsene prima che io possa dirle, fare nulla.
E' un'ossessione come tante, ma questa mi dilania proprio, perché sono "lontano" da lei, perché quando mi viene a trovare, io ho sempre mille altre cose da fare e non stiamo mai insieme, perché ha bisogno di mia zia per venire su, perché il glaucoma non le ha lasciato più nemmeno un occhio buono, perché non ha più nemmeno voglia di lottare contro l'arroganza di mio padre, perché vedo che si sta spegnendo.
Pensavo che i miei genitori fossero invincibili e infiniti...



2 pensierini:

17enne ha detto...

Ma i tuoi hanno una cucina così moderna? E le gemelle sono bellissime!
Brutta cosa quando scopriamo che chi vorremmo fosse invincibile non lo è. Comunque se troverai un bel regalo nelle prossime settimane potrai sempre farglielo a sorpresa e sarà ancora più gradito.

Per i kg io non mi peso mai proprio perché queste oscillazioni sono demoralizzanti. Ma le verdure e gli yogurt non ti sfidiamo proprio? :-) dovresti vivere qualche mese con me, ho la fama di convertire anche gli inconvertibili tranne la mia amica Maria che si ostina a scartare le verdure dai miei risotti. Sarà che non posso mangiare glutine quindi le macchinette mi sono vietate ma ormai sono un mostro anche a prepararmi pranzi veloci super salutari... E comunque tieni botta con lo sport, almeno per l'umore e per la tonicità: voglio credere che i benefici salteranno fuori!

Sara Scavolini ha detto...

La cucina moderna che vedi è la mia :D quello era il "mio" appartamento, i miei vivevano di sotto, poi sono rimasta incinta e mi sono trasferita "lontano" e loro ne hanno approfittato per andare a vivere di sopra "nell'attico".
lo yogurt lo porto spesso al lavoro, ma ritorna a casa intonso, verdura e frutta non mi tirano, ma se le trovo già cucinate mi ci fiondo sopra.. non ho la cultura di queste cose e soprattutto una mela non mi sfama come una pizzetta, così pure un bel piatto di verdure, non mi sfama come un piatto normale di pasta in bianco.
In ogni caso questa settimana niente sport.. ho una bimba all'asilo e una da mia madre, quindi nei 40 minuti che avevo passo a prendere la bimba dai miei, la preparo e poi vado a "raccogliere" l'altra... uff

Posta un commento