martedì 16 giugno 2015

Impegni & impegni

Quando arriva l'estate è sempre un piacere, fa notte tardi e tu hai voglia di fare e di uscire.
Per me no.
Ho un sonno addosso che se prendo un letto e se fossi senza bimbe, riuscirei a dormire 24 ore consecutive senza nemmeno accorgermene.
Mi fa così.. un po' perché la notte dormo male, mi sveglio in continuazione fra i richiami delle bimbe, il russare di Marco e il copri scopri dato dal freddo caldo.
Ho un po' di impegni questo fine giugno, andare ad un matrimonio e andare a trovare un'amica neo mamma a Cesena; per quest'ultimo appuntamento non vedo l'ora!
L'estate è anche una stagione un po' apatica per me, mi capita di voler fare tantissime cose, ma molte volte mi sento tarpare le ali dalla presenza delle pupe e dell'impegno che richiedono.
Detta così suona male ed è brutta, lo so.
Fatto sta che a me pesa non potermi muovere se non con la macchina, io con la bici andrei ovunque e odio chi fa tante seghe con un figlio solo.
Già anche solo far la spesa con un passeggino anziché col gemellare, le mi bimbe tirano giù tutto sia da una parte che dall'altra.
Cosa ancor più triste: da fine maggio hanno chiuso i centro famiglia, questo significa che non ho più un'alternativa al gioco a casa e, a parte mia mamma e mia zia che vengono una volta a settimana, non ho altro sollievo.
Che poi, tornando al discorso di qualche post fa, il mio sollievo è il poter andare a fare la spesa e le commissioni per la casa da sola.
Devo sempre aspettare Marco, ma fa un lavoro che non gli permette di tornare presto e quindi, quasi sempre, ci riduciamo ad essere "pronti" dopo cena ma, a quel punto, anche stanchi.
Passerà anche questa fase, ma credo che a fatica questa situazione migliorerà, anche se le bimbe dovessero andare in bici da sole, mi immagino il casino per uscire tutte e tre insieme senza finire sotto le macchine...


0 pensierini:

Posta un commento