giovedì 25 febbraio 2016

Incontro step 2

Anche ieri spazio giochi, l'incontro con l'esperto era una farmacista esperta in igiene.
Niente, praticamente, a parte i lavaggi nasali, non ne azzecco una.
La cosa più sconvolgente che ho sentito è che dopo l'asilo e lo spazio giochi i bimbi andrebbero spogliati da capo a piedi, i vestiti vanno lavati e i bambini buttati sotto la doccia.
Poi ha parlato del lavaggio alle orecchie e quello agli occhi, infine abbiamo parlato di pidocchi e di igiene in generale: lavaggio mani, lavaggio faccia, lavaggio parti intime e via dicendo.
Principi e concetti di base che conosco ma che, ai ai, applico poco.
Ho confessato alla tizia che i nostri bagnetti sono mooooolto meno frequenti e che il lavaggio mani molte volte è latitante ma che, nonostante tutto, a malanni siamo messi piuttosto bene (ecco lo so che mi sto tirando la macumba).
Io credo che molto sia fortuna e altrettanto sia le poche pippe che ci si fa quando sono piccoli, in pratica trovo più deleteria una casa asettica e l'arnamentario tutto sterilizzato, di una casa un po' incasinata e una "disinfettata" sotto l'acqua.
Inoltre, per esperienza vista sul pupo di mia cognata, anche fare il bagnetto subito dopo essere stati in un ambiente critico (es. l'asilo), non è che sortisce poi un gran effetto, se uno è predisposto le malattie le piglia, non c'è un cavolo da fare.
Di mio devo ammettere che da quando facciamo i lavaggi va molto meglio, ma anche in questo caso non saprei se poi pure qui centra qualcosa la fortuna.

Le bimbe allo spazio giochi sono state bravissime e le "maestre" mi hanno fatto i complimenti dicendomi che si vede che sono cambiate tanto dalle prime volte che venivamo là. Sono felice, perché si vede anche a casa che hanno un po' di buon senso, poi ovvio sono bimbe, qualche zuffa è lecita, anzi.
Oggi mamma e zia, chissà se avrò voglia di andare a correre... dovrei visto che sto avendo una settimana molto intensiva a mangiate (martedì, venerdì e sabato) e soprattutto visto che ho ripreso tutti i kg che avevo buttato già con la Dukan (as usual).

4 pensierini:

manu179 ha detto...

Io potrei avere la possibilità di uscire a un'ora decente e farmi un paio di km camminando di buon passo, arrivare a casa fare la doccia e preparare la zuppa, alias cena sana...vediamo che riesco a combinare!
Anche io pochi lavaggi nasali tutte le volte è una guerra ma dicono che sono la cosa migliore!

Sara Scavolini ha detto...

Manu per noi i lavaggi sono diventati routine: un po' di capricci tipo "io no fare lavaggio, fatto prima!" ma poi via che si fanno senza proteste e senza tenerle ferme. E' la mia conquista più grande!
Alla fine non ho corso, pioveva, anzi mi sono concessa una cioccolata calda con tanto di pasta col moroso che si è concesso una pausa visto che in pausa pranzo non si era fermato nemmeno 10 minuti.

Vanessa ha detto...

SuperSara, con quanto bruci tra famiglia e lavoro, non stare a preoccuparti della concessione alla gola, ti fa solo bene specie col freddo!
Per finire la risposta che ti ho dato nel mio blog, avrai anche messo un po' da parte il fitness, ma hai fatto 1000 cose comunque impegnative, San Valentino incluso, anche se capisco che preferiresti anche correre più spesso...

Sara Scavolini ha detto...

Mi piacerebbe correre senza ansia.. altrimenti avrei quei 40 minuti risicati, certo il tempo non aiuta nemmeno...

Posta un commento