lunedì 30 maggio 2016

Un paio di precisazioni

Perspirex: è vero contiene alluminio, ma contiene alluminio qualsiasi antitraspirante ad esempio lycia.
Miband 1s: appena l'ho infamato sul blog, ha iniziato a funzionare egregiamente senza perdere un colpo.

Abbiamo cambiato la macchina del caffè, la Nespresso faceva ancora un caffè egregio, ma il capuccinatore aveva iniziato a mandarla a mucchio e non erogava più il latte correttamente, ho provato a fare la decalcificazione,  ma non ha sortito l'effetto sperato.
Fino a che, un amico di Marco ci ha proposto di comprare la GranBaristo Avanti della Saeco.


Di fatto, il prezzo esorbitante non credo sia minimamente giustificato.
In più, rispetto alla Nespresso che ha ben 7-8 anni, ha solo la macinatura del caffè in ceramica e il bluetooth (la cui utilità è molto dubbia).
Oggi primo cappuccino: una delusione galattica.
La schiuma non ci assomiglia nemmeno a quella della Nespresso, prima di caricare il latte nel beccuccio espelle acqua che è finita nella mia tazza insieme al latte del cappuccio che è venuto slavato e il caffè era pessimo.
Ora non credo sia colpa del caffè, il Giovannini è sempre stato un ottimo caffè, forse va tarato, ci sono troppe impostazioni secondo me.
Prima fra tutte la macinatura del caffè, poi l'intensità, poi la quantità (sia latte che caffè), poi il gusto.
Tremila variabili che hanno reso il cappuccio pessimo.
Con la Nespresso c'era solo un'impostazione quantità di latte e di caffè, stop ed era superlativo.

Sono molto, molto delusa.

lunedì 23 maggio 2016

Regalo relax

Questo week-end siamo andati a Bagno di Romagna, era il mio regalo super sorpresa di compleanno.
Abbiamo prenotato al Roseo Euroterme, pensione completa, non si poteva chiedere di più, tra l'altro, per tutto maggio i soggiorni erano scontati.
Io non so quanto abbia speso mio moroso, ma di sicuro non poco: l'hotel è eccellente, non tanto le camere che sono un po' vetuste, ma tutto il resto non ha una pecca.
Primo fra tutti il personale, dalle signore che fanno le camere, alle cameriere tutti super gentili, ma non di quelli finti che ti salutano perché devono, assolutamente no, si fermano, chiacchierano, chiedono (ovviamente solo se vedono che la controparte è propensa).
La camera classic non ha nulla da invidiare, noi avevamo un letto matrimoniale e due singoli, in realtà uno era un divano che solitamente c'è sempre nella stanza e l'altra una brandina, ma in fondo abbiamo scelto noi la classic ed eravamo in quattro.
C'è sky, un plus non da poco.
Bagno di Romagna è il paese di gnomo Mentino (e gnoma Salvietta) e noi non potevamo mancare di fare una foto con loro.


Le mie piccole gnome non si vedono molto bene ma sono proprio lì in mezzo.
Tra l'altro c'è una camminata bellissima di due km da fare con i bimbi, col passeggino è impraticabile. Si passa in mezzo al bosco e qua e là spuntano case di gnomi, fontane, ferrovie, fari, insomma tutto è addobbato per far credere ai bimbi che quello è il paese degli gnomi. Noi purtroppo non l'abbiamo fatta tutta, era ora di pranzo, aveva piovuto il giorno prima e si scivolava e inoltre le bimbe erano diventate piuttosto lagnose.
Il percorso si raggiunge comodamente a piedi dall'hotel e dal centro del paese.
Proprio nel week-end nostro c'era lo street food in centro, una serie di bancarelle di cibo dalle varie parti del mondo e, lì per lì, ci siamo mangiati le mani a pensare di aver preso la pensione completa.
Ma fortunatamente il ristorante ci ha sorpresi in positivo.
Il cibo è a buffet e questo un pochino ci ha fatto storcere il naso, ma in realtà ho scoperto che è l'ideale per noi che prima devono DEVONO mangiare le pupe, altrimenti succede il finimondo.
Quindi mi alzo, vado a scegliere quello che ritengo opportuno e dò loro da mangiare, poi mangiamo noi.. e che mangiare!!!
Come pesce c'erano San Pietro, Ricciola, pesci che vedi solo in certi ristoranti da soldi e tutto, ma proprio tutto, era eccezionalmente buono e mai scontato, compreso i dolci, rigorosamente fatti da loro.
L'unica pecca è che solo domenica abbiamo scoperto che, nella sala de' fanti, c'è un'apertura (è un albero in cartongesso con una fessura) che porta direttamente dentro la casa di gnomo Mentino e, mentre papà guardava le corse, ci siamo divertite come le matte!


Parliamo infine delle terme di tipo sulfureo con acqua a 45°, diciamo che d'estate non è che sia proprio piacevole, ma noi ci siamo trovati piuttosto bene, soprattutto dopo la scoperta che hanno fatto una piscina per bimbi!
Per noi è stata una goduria visto che le mie, nell'acqua alta non ci vogliono proprio stare, nemmeno in braccio.
Non mi sono goduta l'idromassaggio per niente, ma se non altro ci siamo abbronzati e divertiti.
Ci sono un sacco di lettini, tutta la piscina interna e le due esterne sono presidiate dal personale e, per i più matti, tipo me che ho fatto lo shred, c'è la palestra accessibile dalla piscina; per non parlare poi delle varie sale relax.
Insomma secondo me è fatto a prova di bimbi e famiglie, anche se non costa affatto poco.


venerdì 20 maggio 2016

MIband 1s

Dunque avevo ordinato una miband 1s e poi ho deciso di venderla alla mia amica Francesca, questo perché io volevo il samsung gear s2 (tramite l'apertura del conto corrente di Hello Bank).
Poi però prima di darglielo, l'ho provato un giorno e me ne sono innamorata e così me lo sono comprata anche per me.
E' arrivato poco meno di dieci giorni fa.



Il mio packaging era quello ridotto, non questo qua "sborone".
L'ho messo in carica al lavoro, appena carico ho bestemmiato venti minuti per associarlo, ma è stato un problema mio: dovevo infatti prima dissociare quella che era rimasta in memoria (quella di Fra).
E poi via siamo partiti.
E' stato subito amore, di nuovo avevo il mio ritmo circadiano sotto controllo: i miei passi, le mie calorie, il mio ciclo del sonno e, udite udite, le mie pulsazioni.
Proprio quest'ultima rilevazione non è che sia proprio il massimo, per la maggior parte del tempo che sono al lavoro ho 54 bpm secondo lui, in pratica non solo sarei bradicardica ma sarei proprio morta.
Sono già consapevole che la batteria avrà una minor durata, proprio perché il rilevatore di battito impatta su questo.
Però già il secondo giorno non c'erano informazioni inerenti al ciclo del sonno.
Poco male, probabilmente non avevo scaricato le info per parecchio tempo e queste erano state sovrascritte.
Infatti la memoria del miband non è ben chiaro quanto sia, ma è indubbio che se per un giorno intero e intenso non si scaricano i dati, si rischia di perderli.
Mi sono data questa giustificazione forte del fatto che la mia miband 1, durata la bellezza di un anno e due mesi e morta per cause naturali visto che si è spenta scaricandosi (non caricava più), non mi aveva mai fatto scherzi simili.
La indosso e oggi vado per vedere quanto ho dormito visto che le bimbe erano dai suoceri e niente.. niente di niente: mi band sconnessa.
Provo a connetterla, niente.
Riavvio il cellulare perché mi capitava che lasciandolo acceso per parecchio tempo, il modulo del BT si incastrava, nulla che un bel riavvio non sistemasse.
Provo a connetterla, niente.
Sono rimasta delusa, molto delusa, ho dissociato e riassociato la band e alla fine ha ripreso ma ho perso tutti i dati del giorno.
Sta cosa mi rompe parecchio e spero non succeda più, intanto questi tre giorni la userò pochissimo visto che andrò a Bagno di Romagna e, anche se è certificata IP67 quindi per immersioni fino 1mt, non è consigliabile nuotarci né tanto meno andarci al mare; essendo che starò molto a mollo e che le acque di Bagno di Romagna sono bicarbonato-alcaline-sulfuree non è proprio indicato per niente.
Vi aggiornerò, ma se anche questo dovesse andare in mona in poco tempo, dirò basta al mio caro Xiaomi.

giovedì 19 maggio 2016

Sudore e fatica

E' un po' che non vi aggiorno sulla mia situazione sportiva.. capisco che potevate farne anche a meno, ma magari leggendomi tra qualche anno ripenserò "cavoli se ero sportiva a quei tempi!" e magari mi verrà voglia di incominciare a fare qualcosa.
E quindi niente, il 2 maggio ho ripreso con lo shred, non ho quasi mai mancato tranne domenica scorsa, sono quindi al 15° giorno (oggi 16) ma zero canella, mi sono misurata e fatto le foto, proprio come la prima volta, mi sono rimisurata l'undicesimo giorno ma non sembra essere cambiato nulla.
Oddio io mi sento più sgonfia e la pancia un po' più compatta, ma i numeri mi contraddicono.
Moroso dice che le gambe sono dimagrite, che prima le cosce toccavano tanto, mentre ora appena appena.. Apprezzo lo sforzo per il gran complimento, ma credo che fra tutto, le gambe siano il meno, anzi.. con tutti gli squat che faccio, probabilmente mi aspetterei un accrescimento muscolare.
Detto questo proverò a portare a termine lo shred, anche in questo fine settimana che saremo a Bagno di Romagna, dopodiché voglio provare con il body revolution.
Il body revolution richiede un impegno maggiore 12 settimane che, in soldoni, sono tre mesi ed hai pure la domenica libera, olè.
Vediamo come andrà, per la dieta non so, sto attenta e se non basterà, inizierò come da programmi il 6 giugno.
Ovviamente avendo a disposizione solo mezzora di tempo, o corro, o faccio lo shred, o dormo, indi per cui non sto più correndo, che peccato, perché alle volte sento proprio il bisogno di fare uno scattino, ma niente, di tempo non ce n'è...

mercoledì 18 maggio 2016

Ma anche no!

A mia mamma hanno confermato l'uscita dall'ospedale per domani mattina, la notizia di per sé sarebbe positiva, se non conoscessi i miei genitori.
Una volta che mia mamma sarà a casa, per non sentire le solite lamentele di mio babbo, farà cose che probabilmente non dovrebbe fare: pulizie, faccende particolari, cucinare.
La stessa cosa che è successa quando si è fatta male alla spalla poco prima che partorissi, doveva stare buona, non alzare pesi, non fare movimenti particolari, mentre invece, siccome mio babbo quando si tratta di altri, minimizza sempre, trovava sempre da discorrere sul fatto che "era esagerata" con le fisime.
Da ricordare che lui, per un'ernia in laparoscopia, è stato come una mummia per un anno.
Risultato, la spalla di mia mamma ancora duole, anche solo per spingere le bimbe sull'altalena, segno del fatto che la riabilitazione non è stata eseguita correttamente.
Sarà così anche per le costole, il problema è che non essendo più giovanotta, non gioca a suo favore.


Una cosa che invece mi preoccupa un pochino è l'asilo, niente di che, ma c'è un bimbo che dà continuamente noia a Sofia, che lei si è dimostrata essere molto remissiva e quindi appena c'è un bimbo più esuberante, di solito viene presa di mira.
Oggi durante il cambio le chiedevo se quel bimbo la facesse male o se lei era triste per questa cosa qua, quando suo babbo ha liquidato la cosa con: "si vede che ti vuole bene!"

NON ESISTE PROPRIO

Non si giustifica una violenza con "si vede che ti vuole bene"! Ok stiamo parlando probabilmente del nulla, di una spinta data in più occasioni o di un morso, per carità.. la malizia a quest'età non esiste, ma le mie figlie non devono assolutamente crescere pensando che le mani addosso siano un sintomo del volersi bene, tanto meno non voglio che crescano delle sottomesse che giustificano, dandosi la colpa, gli episodi di violenza.
Giusto oggi ho letto questo articolo e, niente.. mi ha colpito.
L'educazione va imposta da piccoli, alle femmine va insegnato che le mani addosso mai e ai maschietti va insegnato che con la forza non si vince nessuna battaglia.
Poi per carità io sono la prima ad essere troppo fisica con le mie figlie: sculacciata nel pannolino oppure usare la forza per metterle a sedere durante la cena, ma sbaglio, sbaglio immensamente e tremendamente anche io.




martedì 17 maggio 2016

Perspirex

Grazie al sito The Insiders sono stata scelta per testare Perspirex.
Gli antitraspiranti Perspirex sono clinicamente testati per darti una estrema protezione dalla sudorazione eccessiva e dai cattivi odori per 3-5 giorni e donare una piacevole sensazione di asciutto anche sulla pelle delicata delle ascelle. Perspirex è disponibile in due formati: in roll-on per ascelle con 3 diversi livelli di intensità 

In pratica iscrivendosi al sito e partecipando alle campagne promozionali puoi essere scelto per testare il prodotto.
Nel mio caso mi è arrivata una confezione intera (per intenderci un deodorante di quelli che si compra in farmacia da 20 ml) e 24 confezioni da 5 ml che potevo distribuire ad amici, familiari, colleghi parlando del prodotto e facendo compilare loro un questionario.
Non ho ancora consegnato tutte e 24 le confezioni ma ne mancano pochissime 6.
Dal canto mio non ho mai sentito parlare di questo anti traspirante (che è ben diverso dai classici deodoranti) mentre, una persona mi ha confidato di usarlo regolarmente e che è l'unica cosa che funziona.
Io ho sempre usato dermagella, ma nel momento più intenso, ad esempio durante una sessione sportiva, il cattivo odore permane: devo ammettere che la cosa non mi crea particolarmente disagio perché se fai sport e sudi intensamente è normale puzzare un po'.
Solo che da quando non prendo la pillola, nei giorni di ciclo, l'odore della mia pelle e del mio sudore diventano pungenti e sono costretta a lavarmi anche in ufficio.
Per il momento con Perspirex non puzzo più nemmeno dopo una sudata intensa (per il ciclo, dovrò attendere i primi del mese prossimo).
Come funziona? Bè i primi giorni si da alla sera a pelle asciutta e si lava al mattino, poi se uno vuole può mettersi il deodorante che preferisce, io preferisco niente.
Dopo sei giorni lo si può usare una volta e stai fresco per tre quattro giorni anche dopo docce o lavate di ascella.
Il vantaggio è indubbio, nel senso che anche per le puzze più estreme, ho scoperto che una soluzione c'è; uno degli svantaggi è che dovrebbero farlo in crema, perché noto le ascelle molto secche (al contrario di dermafresh) inoltre ho letto che gli inci non sono proprio positivi e che è fautore di parecchie irritazioni.
Ci andrei coi piedi di piombo però su queste affermazioni, perché occorre vedere uno come usa questi prodotti, è chiaro che se mi depilo e mi metto del deodorante che contiene un po' di alcool le ascelle si irritino..
Nel complesso per chi il sudore lo vive come un problema, Perspirex è un'ottima soluzione!

lunedì 16 maggio 2016

The third

No tranquilli, non aspetto nessun bambino.
Il riferimento è per la terza festa di compleanno che abbiamo festeggiato sabato.
I festeggiamenti sono incominciati alle 16, ma l'eccitazione era forte già dal mattino che riuscivo far fare loro qualsiasi cosa con la parola magica "dai che fra poco c'è la festa!"
Addirittura siamo riusciti a metterle a dormire che non era l'una ed io sono riuscita a finire dolci e salati per la festa di compleanno.
Alla fine abbiamo comprato la pizza (un padellone di bianca, uno di mozzarella e uno mista) da un amico di Marco che ha una pizzeria d'asporto a Villa S. Martino a Pesaro "La pizzeria del quartiere".
Poi abbiamo portato patatine e pop corn che nessuno ha cagato, una colomba dai rimasugli di Pasqua anch'essa rimasta nell'angolo e poi ho prodotto con le mie manine due teglie di Pan di Spagna per un totale di 4 rotoli: due classici alla Nutella e due con impasto al cacao (ricetta inventata da me).
Niente sono stati slampati tutti e pensare che il giorno dopo sono molto più buoni, soprattutto se si lascia il rotolo in frigo e la Nutella si rassoda, a saperlo prima..
Poi ho prodotto, con due sfoglie di pasta sfoglia, una sorta di strudel salato: patate stracchino e salsiccia (quest'ultimi mischiati insieme): non ha avuto un gran successo sia perché il condimento era un po' sciapo, sia perché la pizza era veramente tanta.
Infine tramezzini alla Nutella.
Il colpo di scena finale è stata una torta buonissima (rossini: chantilly e gocce di cioccolato) con l'immagine delle Winx.
Inutile dire che le bimbe sono rimaste più che soddisfatte e hanno ricevuto tremila regali, anche se alla fine, e noi dovremmo imparare questo dai bimbi, alla richiesta "qual è il regalo che ti è piaciuto di più?" la risposta è stata "il tre e il puccia puccia di Peppa Pig", che altro non erano che il palloncino gonfiato con l'elio che riportava il numero tre e che era un addobbo del compleanno e i due lecca lecca ricevuti a complemento di due libri.
L'ingenuità dei bimbi, che si emozionano per le piccole cose, è un peccato che si perda crescendo.
Le uniche note negative sono state:
  1. i miei che non c'erano per cause di forza maggiore. Sembrava che mia mamma potesse uscire domenica, invece facendo un movimento azzardato in bagno per tirarsi su, ha dato un ulteriore scricchio alle costole e le hanno stracciato il foglio di dimissioni.
  2. La delusione del nonno che, tutto fiero di aver regalato loro la bici di Masha, ha scoperto che o han proprio paura a salirci
La festa sembra essere riuscita bene anche per noi genitori, ecco una chicca della mamma che sta sistemando il cappellino che ci ha fatto la zia con le sue mani
è stato un po' dispendioso come compleanno, contando che hanno appena 3 anni, come minimo a 18 anni si aspetteranno una ferrari.
116 euro solo di stanza e vettovaglie (che poi han contato un bimbo in più ma ce ne siamo accorti troppo tardi), 85 euro di torta e poi le spese vive del cibo: 30 la pizza e poi il bere, la pasta sfoglia e le materie prime per i rotoli. 250 euro circa il totale.
'na mazzata per poi scoprire che, probabilmente, non abbiamo nemmeno una foto di noi quattro insieme!

Se non altro, con gli avanzi, abbiamo mangiato per cena, il pranzo del giorno dopo e il pranzo per me al lavoro.


venerdì 13 maggio 2016

Anche questa sembra andata

Aggiornamenti sulla mamma: sembra che la perdita di sangue nel cervello si sia riassorbita.
Probabilmente il vaso sanguigno rotto si è rigenerato e il pericolo di un'emorragia cerebrale sembra scongiurato.
Rimangono le costole incrinate, che per carità, dovendo scegliere tra una e l'altra: è andata grassa!
Il fatto è che non sapere nulla mi ha un po' provata fisicamente, ok sembra una stronzata, in fondo ho lasciato le bimbe al loro destino (un giorno con mia suocera, un giorno col moroso) quindi quel pensiero lì, non ce lo avevo, però anche stando a sedere su quella sedia, mi angosciavo un pochino a non sapere a vedere che tutti dicevano che "niente tocca aspettare il medico" e il medico puntualmente non era mai quello della volta prima quindi, anche provando a cercarlo, non sapevamo che faccia cercare.

Ora sono comunque un po' avvilita, vedere la tua mamma che invecchia e che sta male mi fa morire, pensare che ogni momento potrebbe essere l'ultimo mi angoscia, soprattutto per il fatto che non posso più godermela tutti i giorni.
Dovrei pensare alla festa per le pupe, ma mi spiace doverlo ammettere, non ho molta voglia.
Invece di contro, a dispetto di quel che sento a dire spesso in giro, io sono totalmente tranquilla quando le bimbe sono col padre, anzi sono pure convinta che si divertano molto di più che ne con me, mentre ci sono mamme che non riescono proprio a star tranquille nella stessa circostanza.
Io non mi sento assolutamente indispensabile, anzi..

Ah.. ho iniziato il livello due dello shred, ma nonostante le misurazioni prima e dopo, non ho notato niente a livello di cm e tanto meno di peso, anche se mi sento un po' meglio. Speravo potesse farmi i miracoli.. ormai finisco lo shred, poi mi impegno col body revolution e vediamo se arrivo in fondo.

giovedì 12 maggio 2016

Bici contro auto, autista illesa

Questo era il titolo iniziale di quest'articolo qui che parla dell'incidente che ha coinvolto mia mamma ieri.
E grazie al cazzo, se l'autista della macchina si faceva male dopo essersi scontrata con una graziella era meglio che si andasse ad impiccare.
I giornalisti, che cazzoni di merda!

Il titolo oggi è cambiato ma c'è quella sfumatura che proprio non mi piace "bici contro auto" eccierto perché non giochiamo all'autoscontro? Io sono in bici e vengo a far bum a te che sei in macchina.

A parte le polemiche, la ragazza ha subito soccorso mia mamma, chiamando i soccorsi e i vigili.
Al pronto soccorso è stata un po' un'odissea, capisco che hanno da fare, capisco tutto, ma per avere due informazioni in più bisogna assoldare un investigatore segreto.
Tra l'altro mia mamma è stata parcheggiata 9 ore senza possibilità di muoversi vista la botta presa in testa, le hanno fatto gli esami del caso, ma ancora non ci hanno risolto troppi dubbi.
Ieri sera alla fine l'hanno spostata in ginecologia, non c'erano posti in neurologia, la tac ha evidenziato un piccolo versamento e  non si capisce se è una cosa che si può riassorbire da sola oppure va aspirato, poi dopo le domande di routine, mia mamma ha confessato di avere un dolore al costato (intorno alle 20.30), è stata portata sotto i raggi e taac 2 costole incrinate.

Quello che mi fa rabbia sono i commenti che ho letto sul gruppo "Sei di Pesaro se" su Facebook, tutti giù a lamentarsi che i ciclisti sono padroni della strada, che vanno forte e non si curano di nulla, critiche partite da un tizio (evidentemente coinvolto per vie traverse, forse è il padre della ragazza) che lamentava che 'sti ciclisti però sbucano fuori dappertutto.
Per carità, pensiero che condivido, più volte ho pensato di poter far strike, ma non ci ho più visto ed ho commentato che una signora di 70 anni su una graziella, anche volendo non può essere una teppista e che erano nella pista ciclabile e, soprattutto che, non conoscendo le dinamiche non mi azzardavo a fare ipotesi, al contrario suo visto che chi guidava era una donna e lui non aveva diritto di parola.
Tra l'altro, il signore, ha commentato che "la signora" stava bene e che sua sorella era spaventatissima!
La signora in questione, invece, che è mia madre, è ancora immobilizzata a letto perché pare ci sia un versamento di sangue in testa, più due costole incrinate, cosa che ho subito provveduto a divulgare, per carità non c'è da vantarsi, ma uno qualsiasi che non è fra gli interessati dell'incidente che si permette già di dare una sentenza di colpevolezza, aggiungendo che nessuno si è fatto male ma che è stata più paura che altro.. ecco ciaone a me salta il grillo.

Gearbest vs Sara 0-1

Eggià ho vinto!
Vi racconto brevemente la storia.
Mi faccio prendere dalla smania degli smartwatch (che tutt'ora ho) e, leggendo una recensione, scopro che lo SMA-Q è quello che fa per me, non ci penso su due volte e lo compro.
Arriva, lo tengo un giorno e il giorno successivo lo testo in modalità corsa.
Fine della storia, l'orologio, al ritorno a casa era spento e non si è mai più riacceso: è durato due giorni.
Ho provveduto a far presente della cosa a Gearbest che, prontamente, mi ha risposto che le spese di spedizione erano a carico mio per il reso della merce e poi, una volta ritornato in Cina, me ne avrebbero spedito un altro o rimborsato.
Fortuna vuole che, fino a dicembre 2016, paypal tramite telus rimborsa le spese di reso e così ho spedito in Cina il ciaffo rotto spendendo 13 euro prontamente rimborsati come promesso.
Nel mentre ho mandato avanti la mia battaglia parallelamente.
Da un lato tramite i ticket di gearbest che negavano che l'oggetto fosse arrivato, spedito il 5/3 dopo aver spiegato loro che io ho la prova della spedizione e che ora erano cacchi loro (esattamente come fanno loro quando acquisti), allora hanno risposto che "proprio oggi" era arrivato il pacco e mi proponevano:

  1. rimborso parziale: 48 euro anziché 51
  2. spedizione di uno smartwatch nuovo
  3. rimborso tramite 51 punti GB raddoppiati, uno per ogni euro speso * 2 (ciofeca mostruosa perché non li puoi utilizzare per pagare interamente un oggetto, ma solo per il 30%; inoltre un punto gb non corrisponde ad un euro e nemmeno a 50 centesimi, quindi mi avrebbero rimborsato si e no 30 euro)
Scelgo l'opzione del rimborso, non volevo assolutamente riavere un'altra ciofeca nel braccio. Loro mi rispondono che in tre giorni lavorativi avrei ottenuto il rimborso e cancellano tutte le tracce del mio ticket.
Fortunatamente avevo gli screenshot.

Dall'altra parte, tramite il canale di Paypal ho aperto controversia.
Controversia che ero tentata a chiudere quando gearbest in maniera molto gentile e pacata mi prometteva un rimborso, grazie a Dio ho scacciato la buona che c'è in me ed ho trasformato la controversia in reclamo.
Paypal ha seguito le sue indagini e, più di una volta, ha richiesto tutta la documentazione che avevo in possesso.
Oggi mi hanno rimborsato l'intera cifra.

Gearbest, secondo le loro promesse, avrebbero dovuto rimborsarmi un mese fa, ma nel mio conto non c'è mai stato traccia di rimborso.
Dispiace perché in fondo hanno delle cose troppo belle, probabilmente avrei acquistato ancora se fossero stati ligi alla parola data, invece mi hanno preso per il culo fino alla fine.
Ma.. io ho vinto!


martedì 10 maggio 2016

Baby girl twins

Attendevamo questo giorno da tantissimo, ad ogni torta, candelina, festa cui partecipavano si chiedevano se fosse il loro compleanno.
E finalmente oggi lo è!
Quadrupla festa, tanto per non farci mancare nemmeno un vizio!


Questa mattina la mamma ha fatto pervenire all'asilo una ciambella (unico cibo ammesso) con candeline per festeggiare con i bimbetti compagnucci d'asilo; questo pomeriggio ancora dolci visto che si festeggia la festa della mamma posticipata; questa sera i nonni si sono offerti di comprarci la torta con le immancabili candeline e, infine, sabato ci sarà La Festa (con L e F maiuscola).
In pratica questa mattina è stato tutto facile, con la storia del compleanno sono state super obbedienti, addirittura per l'asilo, appena ho detto loro di andare a vedere se fosse arrivata la torta (ciambella), si sono fiondate dentro, in pratica alle 8 ero già al lavoro.
Che passione con questo compleanno, peccato sia una volta sola.
Già abbiamo ricevuto le molle da mamma e papà e non passa giorno senza saltarci almeno mezz'ora!


Comunque ste pupe ci hanno stravolto la vita, quando uno i figli non li ha, non riesce nemmeno a immaginarsi quanto si riesce a dare e ricevere.
Io prima di avere loro non ero poi così convinta a diventare mamma, non che ora sia una mamma modello anzi.. è più le volte che sono convinta di non essere portata che ne quelle in cui io mi senta madre, però l'amore che si è disposti a dare e l'amore che si riceve, non è paragonabile con niente al mondo.
I capricci ci sono, i momenti sconfortanti pure, i momenti in cui pensi di non farcela anche, però poi un sorriso, un bacio, uno sguardo, una carezza, tac, scioglie subito tutti gli animi turbolenti.

Auguri pupette, mamma vi ama tanto!

lunedì 9 maggio 2016

Dieta, sport e abbuffate

Maggio è un dramma, almeno quest'anno: fra compleanni, festeggiamenti vari, uscite ecc, non si fa che mangiare.
Per la precisione, come già detto, domani è il compleanno delle bimbe, quindi i primi del mese e gli ultimi di quello precedente, ho iniziato a fare un po' di tentativi dolci e salati, non solo... il sette è stato il compleanno di mia mamma e quindi pranzo da lei e gelato, la sera festeggiava il compleanno in ritardo (a causa di extra sfighe che stanno perturbando la sua gravidanza) mia cognata, e giù di torta.
Non paghi il 7 siamo andati anche a cena fuori perché quando lasciamo le bimbe ai nonni, ne approfittiamo sempre per smangiucchiare al ristorante.
Il giorno seguente, cioè domenica, abbiamo avuto una comunione, inutile dire che al ristorante non ci siamo risparmiati.
Domani è il compleanno delle bimbe e compreremo una tortina per festeggiare e poi festeggeremo con torte e stuzzichini anche sabato 14: insomma un disastro.
Non solo, ma per il week end del 22 abbiamo una tre giorni alle terme pensione completa: ciaone proprio, senza contare che, al ritorno dalle terme, ci fermeremo a Cesena per il compleanno di un bimbo.
Dopodiché pausa di una settimana e poi week-end lungo in quel di Ascoli Piceno.
Questo significa che, nonostante io avessi avuto in programma di incominciare oggi la mia dieta, ho desistito, non posso! So che diserterei in men che non si dica.
Quindi mi limito un po' lo stesso, ma rimando la dieta al 6 giugno, nel mentre continuo con lo shred e continuo a trattenermi dal cibo spazzatura.
Al momento sono dieci giorni che non mi peso, lo farò tra poco e vedrò se dare un ulteriore giro di chiave.
La cosa bella è che per mio moroso è tutto trasparente. Benché anche lui si senta un tantino in sovrappeso e, i suoi genitori non fanno altro che ricordarglielo, non lo vedo così entusiasta quando gli propongo le diete, anzi, la risposta standard è "fa come ti pare, tanto io a pranzo non la faccio la dieta.." e quando <<devo>> fare sport, pur di non supportarmi, prende e mette a posto tutta casa.
Strana roba sono gli uomini...
Noi pure eh, con st'ansia da prova costume e da dimagrimento, però ecco.. ci facciamo belle, anche per gli uomini in fondo...


Quindi niente, cara Giorgia, alla fine, la tua dieta, la inizierò tra un mese, ma mi sto scrivendo il menù settimanale anche se faccio un po' fatica, penso che lo riadatterò più volte perché occorre prenderci la mano suppongo!

mercoledì 4 maggio 2016

Il girone dei psicopatici

Sono dell'idea che tutto prima o poi torna.
Io ne sono un esempio, mi sono sempre comportata di merda, in generale.. e piano piano tutto quanto è tornato, con gli interessi!
Quindi niente, tutto ciò che succede, uno due domande se le deve fare.. una volta speravo tutto il bene per te che consideravo un amico, adesso mi auguro che la psicopatica continui il suo lento e inesorabile lavoro.

Tanto per rimanere in tema del "tutto torna", ieri mi sono concessa una birra con la mia vicina di casa (eccola qua), niente di che, eravamo stanche entrambe, alla fine anche se lavoriamo part-time, la nostra giornata non finisce con la fine del lavoro, anzi con le bimbe (e lei coi bimbi), la soglia di attenzione va elevata al massimo e, anche se si ha poca voglia, occorre interagire e partecipare alle attività.
Però ci siamo impegnate ad uscire lo stesso e così ci siamo prese una birra a Gabicce per un totale di un'ora e mezza fuori casa (un ringraziamento particolare a papà Marco e papà Gianni che si sono tenuti i pargoli).
E niente, appena ho fatto per uscire, le pupe erano contrariate, ma poi il papà le ha "comprate" con il gelato alla stracciatella e, quando sono tornata, dormivano beatamente.
La notte ho riscontato tutto con gli interessi: come ho potuto permettermi di gozzovigliare e chiacchiere per un'ora e mezzo senza le pulci tra i piedi? Taaac, si sono svegliate all'una e ciao ciao sonno fino le 3.45 momento in cui le ho messe a dormire nel lettone (con tanto di cambio di Sofia che si era bagnata) al mio posto ed io, mesta mesta, me ne sono andata a dormire sul divano: posto ignobile per dormire comodi.


lunedì 2 maggio 2016

Bis-birthday

Tra poco è il compleanno delle bimbe.. poco si fa per dire, è il 10 di maggio che però festeggeremo il 14, ma chiaramente l'ansia da compleanno per me che sono la mamma c'è già da tempo.
Ho già prenotato la sala per i festeggiamenti: una volta fatto, mi sono accorta di aver fatto una cazzata madornale.
Ho prenotato una stanza di un asilo privato, ho speso 60 per l'affitto della sala (comprensivo della pulizia, delle vettovaglie e dell'addobbo a tema) più quattro euro per bambino; inoltre se decido di far fare il buffet a loro altri 3 euro a bambino e 3 euro per adulto.
Insomma un patrimonio.
Ma, una volta pagato, mi sono ricordata che la casina dove mi riunisco il martedì e il mercoledì con il centro per le famiglie, affitta la sala il sabato per 30 euro comprese le pulizie e tra l'altro ha pure un giardino grandino col gazebo.
Maremma maiala impestata.
Ormai ho dato la caparra, è andata così, l'anno prossimo si cambia registro.
Tra l'altro ho deciso che non farò nulla anche perché ho provato a fare le pizzette e non hanno lievitato, l'unica gioia e soddisfazione è stato il rotolo di cioccolata e così mi limiterò a quello.
Mia mamma farà il pan briosche e lo farciremo.
Sono indecisa, era per spendere un pochino meno del solito, ma quanto vuoi che incida un rotolo alla nutella?
Vedremo, vedremo..
Intanto ho già suggerito alle mamme che cosa regalare anche se, onestamente, non ho la più pallida idea se le cose suggerite possano piacere, loro si innamorano di ogni cosa che vedono in tv, ma io ho optato più per robe costruttive: animaletti su cui si può saltare, cariole e puzzle, lavagnetta magnetiche.
Dai nonni riceveranno le biciclette, dai miei un mega scivolo, mentre noi gli abbiamo comprato le molle.
Vi saprò dire, avessi avuto io dei compleanni così! Son contenta.. stanno vivendo un sacco di cose che io non ho mai potuto avere, non mi lamento, perché non è che sono morta non potendo andare allo zoo o in vacanza chissà dove, però ecco..
Mi piace che possano vivere tutte le esperienze possibili.
Intanto ho una lista della spesa lunga come un poema, sono un po' impaziente, quasi come che il compleanno fosse il mio!