mercoledì 18 maggio 2016

Ma anche no!

A mia mamma hanno confermato l'uscita dall'ospedale per domani mattina, la notizia di per sé sarebbe positiva, se non conoscessi i miei genitori.
Una volta che mia mamma sarà a casa, per non sentire le solite lamentele di mio babbo, farà cose che probabilmente non dovrebbe fare: pulizie, faccende particolari, cucinare.
La stessa cosa che è successa quando si è fatta male alla spalla poco prima che partorissi, doveva stare buona, non alzare pesi, non fare movimenti particolari, mentre invece, siccome mio babbo quando si tratta di altri, minimizza sempre, trovava sempre da discorrere sul fatto che "era esagerata" con le fisime.
Da ricordare che lui, per un'ernia in laparoscopia, è stato come una mummia per un anno.
Risultato, la spalla di mia mamma ancora duole, anche solo per spingere le bimbe sull'altalena, segno del fatto che la riabilitazione non è stata eseguita correttamente.
Sarà così anche per le costole, il problema è che non essendo più giovanotta, non gioca a suo favore.


Una cosa che invece mi preoccupa un pochino è l'asilo, niente di che, ma c'è un bimbo che dà continuamente noia a Sofia, che lei si è dimostrata essere molto remissiva e quindi appena c'è un bimbo più esuberante, di solito viene presa di mira.
Oggi durante il cambio le chiedevo se quel bimbo la facesse male o se lei era triste per questa cosa qua, quando suo babbo ha liquidato la cosa con: "si vede che ti vuole bene!"

NON ESISTE PROPRIO

Non si giustifica una violenza con "si vede che ti vuole bene"! Ok stiamo parlando probabilmente del nulla, di una spinta data in più occasioni o di un morso, per carità.. la malizia a quest'età non esiste, ma le mie figlie non devono assolutamente crescere pensando che le mani addosso siano un sintomo del volersi bene, tanto meno non voglio che crescano delle sottomesse che giustificano, dandosi la colpa, gli episodi di violenza.
Giusto oggi ho letto questo articolo e, niente.. mi ha colpito.
L'educazione va imposta da piccoli, alle femmine va insegnato che le mani addosso mai e ai maschietti va insegnato che con la forza non si vince nessuna battaglia.
Poi per carità io sono la prima ad essere troppo fisica con le mie figlie: sculacciata nel pannolino oppure usare la forza per metterle a sedere durante la cena, ma sbaglio, sbaglio immensamente e tremendamente anche io.




6 pensierini:

Anonimo ha detto...

completamente d'accordo
Nia

GiorgiaLand ha detto...

Completamente d'accordo!
Però posso dirti una cosa? Violenza no...ma quando capitava che Giulia arrivva livida perchè c'era un bimbo che la menava proprio le ho sempre detto: non picchiare per prima, ma se ti picchia difenditi. Una volta, un po' più cresciuta, si è difesa...e da allora lui non l'ha più toccata. Eccheccavolo! Arrivava piena di morsi e lividi ovunque!

Sara Scavolini ha detto...

Giusto! Io ho avuto la fortuna di essere stata una bimba che si sapeva difendere: non ho mai avuto problemi in merito e vedere una delle mie bimbe indifesa mi spacca il cuore..

Vanessa ha detto...

Brava Sara, subito un no deciso che dia un buon imprinting alle tue bimbe ma che anche raddrizzi il tuo compagno. Tanti maschi da adulti sdrammatizzano, "che sarà mai, non voleva, scherzava" come anche verso la salute delle proprie compagne (va bene che vendiamo cara la pelle, ma mica siamo di ferro!), ma qui c'è da correre ai ripari e non sottovalutare nulla! E stendiamo un velo pietoso su quanto ho incassato alle elementari :D

Vanessa ha detto...

...e anche a me fa male leggere di Sofia come della bimba di GiorgiaLand... Per questo vorrei che mia nipote, che ha tre anni, facesse arti marziali e atletica invece che danza e altre cagate

Sara Scavolini ha detto...

Come sport non saprei, se mi tolgono il part-time non avrò tempo per portarle a far sport, con mio rammarico. Per me è indifferente quello che faranno, io ho sempre desiderato fare arti marziali ma non l'ho mai fatto eppure mi sapevo difendere :D
Non so vedremo.. però sorvolare queste cose, mai!

Posta un commento