mercoledì 1 febbraio 2017

Aggiornamenti a gocce

Non sembra, ma le bimbe si accorgono subito quando qualcosa va diversamente da come dovrebbe.
In questi giorni in cui ho ripreso a lavorare a tempo pieno, hanno incominciato ad agire diversamente: i primi tempi, per protesta, hanno ripreso a fare tutto addosso, sia all'asilo che a casa con Stefania.
Lo so che non si dovrebbe, perché è così che esprimono il loro disagio e cercano di attirare l'attenzione, ma noi le abbiamo un pochino ammonite.
Abbiamo spiegato loro che non è bello fare pipì e cacca addosso perché non porta a niente, ho spiegato loro che la mamma lavora, come lavora il babbo e il nonno, che i grandi lavorano e che, in certi casi, se non hai santi in paradiso, o così o diventi la schiava di casa.
Hanno smesso di fare tutto addosso.
Ma non sono esenti da marachelle, smanano tutta la tv, hanno iniziato a prendere a morsi la scatola della pasta, hanno iniziato a giocare col cibo: se è sbriciolabile, lo sbriciolano e lanciano tutto per terra, se c'è marmellata ci vanno col dito e la spalmano sul tavolino, se hanno qualcosa a tiro la tirano e poi, innocenti come poche, con aria di sfida, dicono a Stefania "E' sporco, puoi pulire?".
'Ste infami!
Non nascondo che da questo episodio sono rimasta scioccata, non me lo aspettavo.
Ieri l'altro le abbiamo sgridate e niente bollino, né tv, né giochi.
Sembra essere servito, ieri sono state brave, ma non si può fare sempre così.
Ci vuole un po' di assestamento, Stefania sta iniziando a fare un po' la sua parte, anche se mi sarei aspettata un po' più di reattività.

Siamo a febbraio, San Valentino, e.. la cosa più strana che mi è saltata all'occhio è la cena a Ikea di Bologna.


Che se fosse stato a Rimini, quasi quasi era da pensarci... con 36 euro te la cavi ed hai pure qualcuno che sbadurla i bambini, il top.
Se poi per secondo c'erano le polpettine, avrei già prenotato...

Ah, ho deciso di fare un fioretto per me: riprendere a leggere, mi sono data come obiettivo un capitolo al giorno e già ieri sera ho disatteso le aspettative. Il libro scelto è "gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere", libro del '91 ma estremamente attuale in famiglia.

4 pensierini:

GiorgiaLand ha detto...

Fantastico quel libro!!! Dovrei rileggerlo perchè è molto vero...
Tieni duro passerà anche la fase ribelle poi ce ne sarà un'altra e via...Io ho scoperto Audible e devo dire che certo non è come leggere...ma se proprio non ce la faccio è un valido supporto! Soprattutto mentre stiro o lavo i piatti mi rilassa!

manu ha detto...

Sai che non l'ho mai letto!??!!?Eppure ne ho sentito parlare bene!
Non mollare che tutto si assesta...E' faticoso non lo nego...Ma se ti fai vedere decisa si dovranno "arrendere"
!

Nia ha detto...

Anche io dovrei rileggerlo per rinfrescare la memoria, non dico che ha dato una svolta alla nostra vita di coppia ma ha aiutato. Con le bimbe ci vuole pazienza, lo dico con il senno di poi, Ora che la piccola contiene i suoi capricci, ma quando ti ci trovi in mezzo non è facile, lo capisco

Sara Scavolini ha detto...

Fondamentalmente le bimbe con noi son sempre le stesse, le marachelle che fanno all'asilo o con la baby sitter con noi non si azzardano nemmeno da lontano. Quindi..è solo l'ansia per gli altri...

Posta un commento