venerdì 3 marzo 2017

Volemose male

Ieri il fattaccio: eravamo terribilmente in anticipo, cosa che mai era successa così prima.
Allora che facciamo? Andiamo al bar bimbe? nooo, subito all'asilo!
E già dovevamo capire che la giornata aveva preso una strana piega.
Perché non le mandiamo sull'altalena?
E mandiamole sull'altalena.
Dai vai a prendere la macchina intanto che sto con loro.
Vado giù, programmo l'avvio ritardato della lavatrice, faccio per uscire con la macchina e vedo moroso trafelato che si era fatto tardi per lui, lo lascio uscire con la macchina, esco con la mia, entro dal cancello, esco dalla macchina...
Le bimbe urlano e piangono "la mia mamma, dove sei mammina bella?"
Male, molto male quando dicono così.
Giro l'angolo e vedo la Sofia tipo maschera di sangue, poi guardo Ilaria con le mani tutte insanguinate ed entrambe col giubbotto tipo mattatoio.
Lì per lì non ho mica capito chi si era fatta male..
Le porto dentro e le ripulisco, nel mentre torna Marco allarmato da quello che la mia ansia gli aveva raccontato, e tiene la Sofia con se.
Porto Ilaria all'asilo e vengo al lavoro.
Devo essere sincera: non credevo fosse una cosa "grossa", nel senso che, ripulita, i graffi non si vedevano più di tanto e, a parte il labbro gonfio, sembrava tutto nella norma.
Invece alla fine Marco si è accorto della gengiva nera e il dentista ha detto che il dentino ormai è lussato ed è morto e che bisogna sperare che caschi il più tardi possibile perché ancora manca tanto alla sua ricrescita.
Quindi siamo demoralizzati duri, dovevamo andare sul Catria ma è meglio di no, altrimenti rischia un'ulteriore botta e, a parte il danno, è già terrorizzata più del dovuto a tal punto che non vuole più uscire né tanto meno vedere le altalene.


5 pensierini:

manu ha detto...

Piccolina. ..tanti tanti tanti bacini e coccoline dite proprio che non è il caso di andare e cambiare aria e distrarla?

Nia ha detto...

Povera piccola <3
Non lasciatevi prendere dal panico però. Gli incidenti succedono, ma non ha senso chiudersi in casa. Un abbraccio

Sara Scavolini ha detto...

No abbiamo rinunciato perché lassù si andava per andare al kinderland, se cadevano dal bob o con le ciambelle e ribatteva lí.. Non era il caso..

Vanessa ha detto...

Mi spiace tanto Sara... davvero non potete abbassare un attimo la guardia che succede sempre qualcosa... poi la sfortuna ha voluto che sia capitato alla tua figlia più tranquilla e timorosa, se ho ben capito...

Grazie del commento di bentornata, purtroppo ho potuto leggerti solo a settembre (ed ho rabbrividito sul post del terremoto, deve essere stato terribile) e nulla più... cercherò di rimettermi in pari!!

:-*

Sara Scavolini ha detto...

Don't worry Vanessa.

Posta un commento