venerdì 21 aprile 2017

Ponti e vacanze

Ridendo e scherzando siamo arrivati a metà aprile.
Questa settimana ho ripreso a lavorare mercoledì con grande fatica.
Pasqua l'abbiamo passata a casa dei miei, hanno fatto il mondo da mangiare, anche se poi gran parte della roba è rimasta lì.
Il lunedì di Pasqua, invece, ce lo siamo goduti con gli amici. Inizialmente avevamo in programma un aperitivo cena per il compleanno di mio zio ma, alla fine non se n'è fatto niente.
Le bimbe si sono divertite, avevano due amichette e la giornata è volata.
La sera sono rimaste a dormire dai suoceri e noi siamo andati allo "Street Füd" di Cattolica.
Martedì mattina, invece, ho lasciato le bimbe ai miei per andare a trovare un'amica che aveva partorito da poco.
E abbiamo mangiato tanto, troppo.. ho la pancia che sta lievitando e, a parte subire la cosa, non riesco a fare altrimenti perché, nonostante i buoni propositi, alle 21, quando posso iniziare a pensare di far qualcosa, questi muoiono.
Il 24 l'asilo sarà aperto, mentre io non lavorerò, mi stavo giusto pregustando un giretto nel nuovo H&M aperto a Pesaro, ma già stamattina mio moroso ha iniziato a far ipotesi per andarcene per quel ponte: voglia zero!
Io vorrei staccare e basta, prendere la bici e andarmi a fare un giro per il centro città. Per andare a spasso se ne può riparlare il primo maggio o addirittura dal 24 al 31 visto che andremo in Sardegna, che bisogno c'è di togliermi il gusto di avere una mezza giornata tutta per me?
Che palle!

lunedì 3 aprile 2017

Un sacco di aggiornamenti di primavera

Alla fine per il mio compleanno non siamo riusciti ad andare a mangiare fuori e così il buono di tippest è scaduto ed abbiamo cestinato 40 euro. A me piange il cuore, ma sono quegli acquisti fatti senza un motivo, non ci aveva colpito particolarmente quel posto, o per lo meno, il cibo sì, ma il fatto che eravamo soli, ci aveva un po' spiazzati, perciò quando Marco l'ha comprato mi ha fatto strano.
Ho comunque ricevuto una sorpresa all'uscita del lavoro con un aperitivo inaspettato con bimbe al seguito e baby sitter, poi pensierini a destra e manca dai colleghi e un bellissimo pensiero in particolare da uno di loro.
Per poi concludere il tutto con la torta alle otto di sera.
 Sabato, invece, durante un giretto con le pupe in centro a cattolica, abbiamo fatto un incontro inaspettato: il moroso della Sofia. Ci ha confessato che lui è il principe e lei la principessa e Ilaria, per non essere da meno, ha detto che il suo moroso si chiama Giulia e che lei è Elsa, mentre Giulia è Anna.
Così va la vita del resto..

Quando abbiamo incontrato Sebastian, Sofi e Ila hanno iniziato a dargli da dire, inizialmente lui era un po' timoroso, poi hanno preso a girare intorno alla fontana di Cattolica e, effettivamente, c'era un po' più di riguardo nei confronti di Sofia con tanto di gelosia da parte di Ilaria, risolta con una passeggiata mano nella mano tutto insieme.
Domenica, invece, abbiamo avuto il battesimo del piccolino di casa: Nicolas. A parte l'arrivo in chiesa con quasi mezz'ora di ritardo, per il resto è filato tutto liscio.
Le pupe sembravano due principesse
e hanno richiesto espressamente smalto come la mamma e rossetto (che la mamma non aveva).
Finalmente hanno potuto incontrare nuovamente le loro cugine di Senigallia e noi, abbiamo avuto due baby sitter gratis praticamente... :D
Stanno diventando sempre più brave...
E la giornata si è conclusa che, mentre il papà era in giro a far aperitivo, la mamma e le pupe erano a giagia sul divano e, intorno alle 19.30 eravamo tutte pronte a dormire.
Ilaria non si è più svegliata fino al mattino, mentre Sofia ha preferito andare a dormire un po' più tardi ma non troppo.
Avevamo tolto il pannolino per la notte, con Sofia procediamo spediti a parte un piccolo incidente a Bagno di Romagna, con Ilaria, abbiamo avuto un incidente domenica mattina e così, essendo che si è addormentata prestissimo, ero più sicura mettendoglielo, non so se ho fatto bene perché questa mattina non era pieno, però una pipì c'era...