lunedì 3 luglio 2017

Centro estivo

Questo weekend sono successe tantissime cose.
Tutti i nonni sono in ferie, la cosa esilarante è che ogni santissimo anno è così, mai una volta che partano sfalsati, no, ogni volta sono in ferie all'unisono.
Poco male, in qualche modo le bimbe sono diventate gestibili.
Venerdì asilo chiuso e così, armata di santa pazienza e con un giorno di ferie, ho deciso di portarle al mare.
Ombrellone della cognata, lei al lavoro. Non mi pareva vero di fare un giorno di mare infrasettimanale e infatti.. Appena arrivate si sono affacciate delle nuvolone nere che non presagivano nulla di buono.
Bagnetto veloce, baby club a pitturarci tutte, una sciacquata e via a casa che noi eravamo in bici e se prendevamo lo scrullone eravamo spacciate.




Giusto il tempo di tornare a casa e ha iniziato a piovere.
Ci siamo fatte una bella doccia e poi ho cucinato il pranzo, il papà è tornato a casa giusto il tempo della pausa pranzo e poi siamo rimaste nuovamente noi.
Sono iniziate le tragedie da stanchezza, a quel punto, anche se non è una pratica che mi piace troppo, le ho prese e caricate in macchina per farle dormire e così è stato.
Il pomeriggio è stato un po' devastante per me, un giorno intero con loro non è così semplice come sembra e la sera si sono addormentate più tardi del solito, mentre il papà ha pensato bene di svignarsela comunicandolo all'ultimo, come sempre.
Sabato mattina, invece, abbiamo invitato Stefania a far colazione con noi, poi al parco e infine a pranzo.
Sabato pomeriggio, invece, è stato all'insegna della famiglia. Il papà era in coma per l'uscita della sera e così si è defilato di sopra, io dopo un po' di devastazione ho riapplicato il metodo "dormi in macchina" e così ho avuto un po' di tempo per fare un giro a gabicce in bici e prendere il vestito che puntavo da tempo.
Prima di cena abbiamo preso il risciò con una coppia di amici e la loro figlia e per un'ora abbiamo vagato come dei turisti per Misano e poi siamo andati a mangiare in un ristorante nel lungomare, un posto che avevamo già adocchiato come top per i bimbi, tanto spazio all'aperto e, soprattutto, una stanzetta giochi. Abbiamo mangiato bene, a parte un po' di inconvenienti e i bimbi si sono divertiti tantissimo.
La Ila e la Sofi hanno pure ballato in piazza facendo strage di cuori tra gli anzianotti.

Ero troppo felice pensando che domenica mattina si sarebbero svegliate tardi, invece col cazzo! Alle 8 una era già in piedi e il papà è diventato isterico come sempre, per lui il tempo ozioso è perso, tocca fare, correre, brigare e così siamo andati a far colazione in bici, poi una passeggiata per Cattolica con tanto di giro sulla giostra e, infine, siamo tornati a casa.
Abbiamo invitato gli amici del risciò a mangiare da noi con tanto di bagno in piscina per le bambine.
Poi, vorrai mica perdere tempo per dormire? Ma no, via di nuovo in bici direzione mare.. a metà strada han cambiato idea e siamo andati al parco.
Finita l'esperienza parco abbiamo deciso per un aperitivo al mare a Pesaro e così siamo stati al Mar'aviglia (aperitivo scandaloso due patatine e poco più) e poi abbiamo mangiato la pizza sempre nei dintorni, tornando a casa felici ed esauste.

E.. niente il titolo non centra nulla, era solo per dire che oggi inizia il centro estivo e lo abbiamo iniziato alla grande!!

2 pensierini:

Nia ha detto...

Nooo!! hai tagliato i capelli alle topine???! E la baby sitter nuova? trovata?

Sara Scavolini ha detto...

Si, devo confessarti che mi sono sentita male quando i capelli erano asciutti, ma il rimorso è subito passato quando, dopo la doccia, ci metto un decimo del tempo ad asciugare loro i capelli.
L'unica palla è che me le confondono per maschietti, ma poco male, io fino agli 11 anni mi facevo tagliare i capelli alla Roberto Baggio e tutti pensavano fossi un maschietto.
Baby sitter trovata, dopo aver vagliato 21 persone e incontrate 17, ne abbiamo scelta una. Speriamo bene...

Posta un commento