venerdì 22 settembre 2017

Bikini body guide week 9

Devo confessarlo, ho saltato a piè pari tutti gli allenamenti della nona settimana quando ero in Slovenia.
Dalla mia parte ho il fatto che per cinque giorni mi pareva di non riuscire manco a stare in piedi e, per i restanti, sono stata accompagnata dai dolori del ciclo, senza togliere nulla al fatto che la pioggia non ha mai dato tregua e quindi non avrei potuto nemmeno correre.
Però, appena tornata, ho ripreso "alla grande".
Il calendario della nona settimana è il seguente:
di nuovo, in pratica, c'è l'hit e un allenamento di resistenza in più il sabato.
Che dire? Ho iniziato a perdere qualche etto e mi sto ingarzulendo tutta (= esaltando).
Ho iniziato anche una specie di dieta a modo mio, cioè mangiare cibi sani, cinque volte al giorno e non saltare la colazione, niente di astruso e, ovviamente, non mi porrò limiti nel caso dovessi andare a mangiare fuori, cercherò di evitare soltanto gli alcolici.
Gli allenamenti iniziano a diventare impegnativi, soprattutto il martedì e il giovedì perché al posto di LISS ho iniziato a correre e faccio almeno un'oretta, poi per l'hit mi affido ad un programma che ho trovato in rete e lo eseguo con l'ellittica.

Non mi capacito il fatto di aver perso poco meno di un kg e basta.. è vero che non limito troppo il mangiare, ma non lo facevo nemmeno prima di fare sport, quindi adesso che ho aggiunto sport, mi aspettavo un calo importante i primi giorni (almeno 1-2 kg) e poi qualcosa d'altro.
Invece no, sono ancora lì con tutto quanto.
Sarà la massa magra, per carità, mettiamola così, fatto sta che io gradirei scendere qualche kg per rientrare almeno nei ranghi, già inizio ad accettarmi di più, adesso ogni tanto mi guardo allo specchio, anche se la pancia da diastasi è sempre lì a ricordarmi che tanto quella non scenderà mai.

Che fatica! E pensare che una volta avevo un metabolismo che digeriva anche i mobili...


0 pensierini:

Posta un commento