giovedì 15 dicembre 2016

Velocemente

Queste giornate sono un po' frenetiche, l'ansia la fa da padrona perché, col nuovo anno, incomincerà anche una nuova vita, di merda, ma pur sempre nuova vita.
Le mie ore lavorative saliranno da 6 a 8 e questo significherà che non potrò più andare a prendere le bimbe all'asilo e così, da questo lunedì ho attivato il servizio pulmino per il ritorno, alla modica cifra di 240 euro.
Inoltre, dopo un po' di colloqui, ho scelto una baby sitter, mi sono affidata un po' all'istinto, non conoscevo nessun amica che lo facesse di lavoro e così ho scelto i contatti sulla fiducia.
Ho fatto tre colloqui e, brevemente, la prima necessitava di due giorni liberi su cinque, la seconda oltre a non aver rispettato gli orari, non ha più richiamato ed eravamo d'accordo così.., la terza mi è piaciuta a pelle anche se con poca esperienza.
E da martedì abbiamo iniziato l'inserimento.
Diciamo che né io né lei abbiamo un'idea sul come fare, ma al momento lei guarda come mi muovo e cosa faccio con le bimbe e cerca di imparare.
Al momento abbiamo visto la situazione merenda, pipì e gioco, a breve spero di mostrarle il caso particolare della cacca.
Da gennaio dovrà essere indipendente.
Al momento sono entusiaste sia del pulmino che della baby sitter.
Speriamo continui così..

4 pensierini:

Nia ha detto...

Mi chiedevo proprio come andasse. Vedrai che va bene, siete 3 donnine fortissime!!

GiorgiaLand ha detto...

la scelta a pelle è quella che paga. A volte il razionale mi portava verso altro ma la scelta a pelle si è sempre rivelata quella giusta!

Sara Scavolini ha detto...

Nia: :D
Giorgia: è stato un salto nel vuoto, una delle baby sitter ha 3 figli e come lavoro fa attività ricreative per bambini, praticamente perfetta, ma poi si è presentata l'attuale, una calma e una pace interiore che a noi proprio manca e così ho deciso di buttarmi su di lei!

manu ha detto...

Sempre piu' convinta che i cambiamenti speventano piu' noi che i piccoli!!
Dai che andrà bene!!E sarete una squadra!!

Posta un commento