giovedì 16 dicembre 2010

Natale

Anche quest'anno fatico a sentire il Natale, anche se di diverso c'è che questa volta, sopra la mia madia verde compare un bel presepe ed una renna grande più della eby con all'interno le lucine colorate, tutto corredato da tanto muschio e neve finta.
Fa Natale, no?
Si ok, non c'è l'albero ma penso che non avrebbe resistito più di una serata con la eby nei paraggi.
Non ci sono tanti regali sotto (pochi ma buoni): c'è quello per Fra, quello per Silvia, quello per Eby e a breve quello per i miei genitori.
Ormai anche il classico scambio di auguri sotto l'albero se n'è andato a quel paese: Francesca sarà a Senigallia per l'imminente apertura del ristorante, Silvia da quando ha Lucia fatica molto a stare al freddo ed io? Io sono l'unica irriducibile che, forse, quest'anno si risparmierà risa, brindisi e auguri.
Sono sempre più convinta che il Natale non sia affatto un buon periodo per me, gli unici anni in cui gioivo per il Natale avevo il Grinch al mio fianco ed ora che potrei gioirne non ho un cazzo di motivo per farlo.
Anzi.. è stagione di bollo (250 euro), assicurazione (900 euro) e spese varie ed eventuali, non c'è proprio niente di cui rallegrarsi.
Siamo tutti più buoni? Può essere, però io no!
Voglio essere in controtendenza quest'anno: io non sarò più buona!
Mi dà fastidio anche la neve, pensa te...

1 pensierini:

trekappa ha detto...

non ci allarghiamo ahahhaa col tempo che passa sono sia meno buona che meno bona! e non è che ci voglia poi così tanto..
per la famiglia mia.. mi sa che se vado avanti così non ne avrò mai una..
Niente albero, la Eby rosicchia ancora tutto quello che trova a portata e non va bene..

Posta un commento