lunedì 5 novembre 2012

30 giorni

Mancherebbero 50 giorni al Natale (contando da ieri però) ma, in realtà, per me, ne mancano 30.
30 giorni lavorativi, tolte eventuali altre festività, sabati, domeniche e cassa integrazione.
Ebbene si, la cassa è arrivata nuovamente, aleggiava su di noi con fare misterioso da ormai troppo tempo ed ora la comunicazione è arrivata: partiamo da questo mese.
Per il momento 3 giorni a novembre e 2 a dicembre non sono poi così esagerati, ma il vociare che ci circonda non promette nulla di buono.
Quindi che fare? Nulla, come le altre volte.. sperare nell'azienda e continuare a lavorare efficientemente, le polemiche e i catastrofismi non servono a nulla.
Si sentono già troppe voci di persone che millantano catastrofi a destra e a manca ed è così da 4 anni, semplicemente se deve succedere, succede, quindi inutile fasciarsi la testa, oppure consiglierei a tutte quelle persone che tentano di mettere ansia con le loro scene apocalittiche di cambiare lavoro.
Per quel che mi riguarda cerco di restare più serena possibile, è vero che non ho un mutuo, non ho una famiglia a cui pensare e non ho debiti e questo forse mi dà una marcia in più, però in ogni caso è inutile dannarsi, o ci si muove a cercare altro oppure è inutile riempire la testa degli altri colleghi con frasi sconvenienti.

0 pensierini:

Posta un commento