Quel malessere che..

Questa volta non se ne va, è lì che martella incessantemente e io non riesco a distogliere il pensiero, non riesco ad alleviare la pesantezza.
E' un tarlo, è qualcosa di ricorrente che mi sta togliendo tutte le energie: ho smesso anche di fare esercizi, ho smesso di correre, ho smesso di far tutto quanto, il più delle volte sono a letto prima delle 22, inizio a sentirmi male.
E' un malessere che trascino da circa 3 anni e in questo ultimo periodo è uscito come uno Tsunami.
Ho il sabato mattina per me, quando riesco a nuotare mi spompo talmente tanto che per due giorni riesco a non pensarci.
Sono irritata, sono agitata, sono nevrotica e sono esaurita, cerco di ritagliarmi del tempo leggendo libri, ne ho già divorati 9 e non posso andare avanti così..
Lo "stare a vedere come evolve" non basta più..

Commenti

  1. No non basta più! È ora. O ti ammali sul serio

    RispondiElimina
  2. Forse ti stai stressando più del dovuto.
    Comunque se non vedi miglioramenti chiedo aiuto a uno psicologo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' la ricerca che non è semplice per niente..

      Elimina

Posta un commento