martedì 6 ottobre 2015

Aliexpress e Tinydeal

Non fumo, non bevo e non mi drogo, quindi le mie frustrazioni le faccio scemare nello shopping ossessivo compulsivo.



Da quando ho scoperto prima Tinydeal e poi, successivamente, Aliexpress, sto pensando seriamente di aggregarmi ai gruppi anonimi di malati di shopping.
Ma non è questo il punto.
Dicevo, ho iniziato con Tinydeal, per colpa del mio collega Enri, comprando il famigerato MiBand che ancora ho e che non sta perdendo un colpo, pensare che gli avevo dato sei mesi di vita e invece si sta avviando verso l'ottavo!
Ho comprato altre cosine, ma per lo più quel che cercavo, raramente lo trovavo.
Poi, sempre a causa del mio collega, ho scoperto Aliexpress.
Si è aperta una voragine.
E' la perdizione, è il male, è una droga.
Mi sono affacciata facendo dei timidi acquisti da pochi centesimi di euro, dopo l'arrivo dei primi pacchetti mi sono lanciata e non mi sono più fermata, anzi in realtà è 5 giorni che non compro e sto cercando di trattenermi.
... "Salve, sono Sara... e sono 5 giorni che non faccio acquisti su Aliexpress"... (applausi del gruppo)
In attivo ho 50 ordini, di cui 27 in attesa di riceverli, 2 ancora in attesa di essere spediti e gli altri arrivati.
C'è da dire una cosa.. la roba costa molto meno che da noi in Italia, anche se acquistata da un cinese. Perché? Bè il motivo principale è che sono fabbriche che vendono direttamente senza passare per gli intermediari, il motivo secondario è che non ci sono quasi mai spese di spedizione.
La qualità? Bè ascoltate, se ordinate robe cinesi e vi aspettate qualità italiana, avete proprio qualche problema mentale.. sono iscritta al gruppo Aliexpress su Facebook e certa gente non sa proprio stare al mondo.
Lamenta che il prodotto è di scarsa qualità o che l'anello pagato 0.75 cent si è annerito dopo due giorni nonostante ci fosse scritto 925 silver. Maddai, per quel prezzo è ovvio che l'anello, l'argento, non l'ha nemmeno visto passare, cogliona te se ti aspetti diversamente: hai provato a comprare gli anelli da Berskha o Zara a 6-7 euro? Fanno la stessa fine di quelli cinesi, perché.. indovina un po'.. provengono dallo stesso posto.
Oppure comprano cose contraffatte e si lamentano che non sono uguali a quelle originali. Ei bella.. l'hai pagato un sedicesimo dell'originale, ringrazia che ci assomiglia almeno da lontano.

Tralasciando la stupidità delle persone, per chi volesse affacciarsi in questo bellissimo mondo (ve lo consiglio in fase di pre-mestruo, rilassa tantissimo), ecco le regole base:

  1. Non comprare contraffatto, non lo dico per patriottismo, ma semplicemente perché se la dogana controlla e vuol essere pignola, oltre a rincararvi il prezzo dell'iva, dazi doganali e spese postali, vi manda anche una bellissima denuncia penale.
  2. Non comprare MAI semi, cibi e bevande. Lo ripeto? MAI. I controlli, i cinesi, non sanno nemmeno cosa sono e se questa roba non viene fermata in dogana (e cestinata per direttissima dagli addetti), arriva nelle nostre manine con chissà quale altra robaccia.. ad es. un parassita nascosto tra i semi, malattie strane sul cibo avariato.
    Nonostante tutto c'è chi si vanta di aver comprato rose al profumo di culo di gallina, meriterebbero la morte!
  3. Non superare i 22 euro da un unico venditore, sotto questa cifra, infatti, alla dogana nemmeno si prendono la briga di controllare i pacchi se non a campione.
  4. Cercare di comprare solo da venditori che hanno almeno il 98% di feedback positivi
  5. Cercare di comprare solo dove si leggono recensioni europee, o al limite ci accontentiamo anche delle altre, ma impegniamoci a perdere del tempo ad usare google translate per tradurle tutte
  6. Non avere la supponenza di farla franca alla dogana
Detto questo, se decido di comprare un cellulare o qualsiasi elettrodomestico importante, ad esempio, dovrò tenere conto di diversi fattori: 
  • fattore garanzia: se non funziona o si rompe improvvisamente, come funziona? Solitamente t'attacchi al tram.
  • Il prezzo è molto basso, ok, ma in dogana non sfugge niente:
    se l'importo è tra i 22 e i 150 euro, si pagherà l'iva in vigore per il solo oggetto e 5.50 euro fissi per le spese postali;
    se il valore è tra i 150 e i 350 euro, si pagherà l'iva in vigore per l'oggetto, i dazi doganali (dallo 0 al 5% in base alla categoria merceologica) su tutto l'importo (oggetto + spedizione) e i soliti diritti postali;
    se il valore supera i 350 euro, il calcolo è come sopra ma i diritti postali salgono a 11 euro
    Non pensate di farla franca chiedendo al venditore di scrivere un valore molto basso per la merce, a quel punto la dogana impone un valore e pagherete quasi sicuramente di più.
    Il gioco vale ancora la candela?
  • Supponiamo che valga ancora la pena e il cellulare o l'elettrodomestico è proprio lui... vi fidate di come vengono trattati i pacchi durante i vari smistamenti? Avete mai visto come vengono lanciate le robe anche quelle con la scritta "fragile"? Fatevi un'idea, magari su youtube! Poi se vi arriva rotto.. come fate ad imputare la colpa al venditore, e se fossero state le poste chi per loro? Il venditore vi propone un rimborso previa spedizione della merce difettata, sapete quanto costa spedire cose in Cina? Io precisamente no, ma di sicuro non poco.
Aliexpress è fatto principalmente per sopperire ai bisogni di noi donne di fare shopping.. con qualche centesimo ci si possono togliere parecchi sfizi.
Regalo per le 3 figlie dell'amica che non impegni? Bracciali a 0.37 cent l'uno.

Cosa compro io? Smalto gel, cover per cellulari, porta card, charm simil Pandora, vetro temperato per cellulare, selfie stick, lampada led, montatura degli occhiali, lcd del cellulare, cavi per cellulare, bracciali, anelli, orologi...

Forse era meglio quando correvo eh?

20 pensierini:

Luca Benini ha detto...

Insomma Sarina...
La denuncia solo se fai ordini che: (1) possono far sospettare la rivendita e (2) sono illegali (tipo un container di smalti non ti possono dire niente anche se è chiaramente per rivendita almeno che non violino qualche altra legge) Gli importi alla dogano sono assolutamente soggettivi, e le tasse si pagano anche sulle spese di spedizione (storia di vita chip da $0.5 di valore commerciale con spedizione aerea overnight $100 tassato come $100+$200) se ti fai spedire per nave è praticamente impossibile che te lo sdoganino, passa senza colpo ferire

Sara Scavolini ha detto...

La denuncia infatti sto parlando di cose illegali, se ordini un paio di Nike che si sospetta essere contraffatte, ti parte la denuncia (per lo meno il mio collega son diversi anni che sta dietro agli avvocati per un cavolo di paio di scarpe). Gli smalti miei sono stati bloccati e rimandati indietro perché liquidi dalla Cina non ne vogliono, a meno che non cambiano metodo di trasporto (nave come dici tu, per esempio).
Gli importi alla dogana non sono soggettivi: ti chiedono di produrre documentazione su quanto hai pagato l'oggetto (mostrando l'estratto della carta e l'annuncio dal quale l'hai comprato), dopodiché se ritengono ancora che il valore non sia congruo, lo stabiliscono loro e ci paghi l'iva (se no non ha senso visto che i cinesi per la maggiore spediscono free shipping).
Puoi anche richiedere di spedire per nave, ma loro hanno un carnet di spedizioni aeree che a loro non costano praticamente nulla, praticamente loro pagano una tantum al mese o all'anno e possono spedire anche 100000 robe, quindi col cavolo che cambiano tipo di spedizione (a meno che tu non paghi ma a quel punto non conviene più.. tapis roulant da 600 euro, spedizioni 1100).

Anonimo ha detto...

Scusate se riapro questo post,ma mi sto sbattendo come una scema per cercare di reperire un informazione,spero che qualcuno possa aiutarmi e lo ringrazio in anticipo. Vorrei comprare su aliexpress per rivendita,ma leggendo i commenti ho letto che è illegale anche se a me avevano detto che potevo acquistar all'ingrosso dalla cina. Per quanto concerne aliexpress ha dei magazzini in europa? Perchè io con la mia attività non posso comprare dalla cina ma solo all'interno dell'ue e facendo il confronto con tynideal aliexpress è molto economico (non so se su tyni posso comprare anche all'ingrosso). I miei acquisti riguarderebbero solo collane e braccialetti di bigiotteria,se qualcuno sa rispondere ai miei quesiti lo ringrazio.

Sara Scavolini ha detto...

Ciao anonima, allora intanto se tu vuoi vendere merce che vuoi acquistare all'ingrosso dalla Cina, ti consiglio Alibaba che è sempre aliexpress, ma mentre il primo è all'ingrosso, il secondo è al dettaglio, quindi avresti un risparmio ulteriore.
Per quello che riguarda la tua vendita, non vorrei dire castronerie, ma se hai una partita iva tua e rivendi cose da te acquistate, non vedo perché tu non possa farlo.
Ovvio che se compri bracciali simil pandora con tanto di logo e li rivendi come pandora originali questa si chiama truffa e puoi essere perseguita penalmente. (Tra l'altro i bracciali simil pandora anneriscono subito).
Magazzini all'interno dell'ue ci sono ma, purtroppo, non esiste un filtro per cercare venditori che hanno magazzini in europa, nel mio caso avevo trovato un venditore che ne aveva uno in Germania ma, ovviamente, il prezzo ne risente e cioè è più alto (perché c'è lo sdoganamento) di quello che trovi nello stesso negozio però con magazzino in Cina. Tra l'altro per essere pienamente in regola dovresti scrivere che sono made in Cina e, magari, se personalizzi ciò che hai preso, fallo presente.
Se vuoi un altro parere provo ad iscriverti al gruppo facebook "Acquisti su Aliexpress: consigli, link, informazioni e chiacchiere".
Prendi con le molle ciò che ti ho detto, ma se non hai partita iva e fai tutto in nero, bè inutile dire che anche se vendessi roba comprata da magazzini in europa, saresti comunque fuori legge...

Sara Scavolini ha detto...

Prova a leggere qui https://community.ebay.it/t5/Fare-affari-nel-mondo/Importare-dalla-Cina-per-rivendere/td-p/76824

Lillo ha detto...

Ciao Sara, bell'articolo! Benvenuta tra i malati di shopping online :-)
Quello che tengo a sottolineare è che ci sono parecchi store cinesi, alcuni anche più affidabili di Aliexpress e Tinydeal, vedi Banggood.com, che offrono un tipo di pagamento che Aliexpress non annovera tra i suoi, e cioè Paypal. Ed ecco che con paypal il problema garanzia è quasi risolto...perchè? Semplicemente perchè paypal offre ai suoi clienti il rimborso anche delle eventuali spese di spedizione al mittente, quindi, se il prodotto non dovesse essere di tuo gradimento puoi sempre restituirlo a costo zero. Ciao e a presto

Sara Scavolini ha detto...

Ciao Lillo, hai ragione, infatti poco fa ho fatto un acquisto su gearbest, anche loro accettano paypal, anche se non ho capito bene come funziona con le tempistiche perché se ho tot tempo per il rimborso, ma fra le poste cinesi e quelle italiane... ti saluto!

Lillo ha detto...

Sara, innanzitutto per il rimborso hai tempo da quando ricevi l'oggetto, non da quando fai l'ordine. Questo comunque sarebbe il problema minore, questi siti cinesi non fanno molte storie, se non sei soddisfatta dell'oggetto e non lo hai pagato uno sproposito, spesso ti rimborsano e addirittura ti consentono di tenere l'articolo. Il vero problema è la tempistica di spedizione. Gearbest su questo è davvero indecente, nella maggior parte dei casi specificano di avere un articolo in stock quando invece non lo hanno. Potresti dover aspettare anche intere settimane prima che l'oggetto venga realmente spedito più i lunghi tempi di effettiva spedizione. Il consiglio che posso darti è di contattare gearbest PRIMA di effettuare l'acquisto chiedendo loro la reale disponibilità dell'articolo in questione. Come ti scrivevo prima, Banggood non fa questo giochino, se l'articolo è in stock viene chiaramente segnalato, inoltre i tempi stimati di imballaggio e spedizione sono estremamente precisi, se è indicato che l'oggetto verrà spedito in 1-3 giorni lavorativi stai tranquilla che lo faranno, a volte anche in anticipo.

Sara Scavolini ha detto...

Grazie Lillo, anche aliexpress è scandalosa, la settimana scorsa mi sono arrivate delle calze che avevo ordinato a settembre.
Detto questo non è certo che il problema sia dei cinesini, molte volte, le nostre poste vedendo che è roba cinese si prendono tutto il tempo di questo mondo per fare opportune verifiche. Nel mio caso il mio smartwatch dicono ci impieghi 5-15 giorni lavorativi, ho già messo in conto un mese e mezzo.

Lillo ha detto...

Ho dimenticato di segnalare una cosa importante per noi che acquistiamo dall'Italia su gearbest, la spedizione da scegliere, quando è possibile, è Italy Express. È vero che si paga la spedizione ma è anche vero che il pacco non viene mai fermato in dogana. Ti dico questo sia per esperienza personale che per esperienza di altri. Inoltre la spedizione è tracciata ed effettivamente impiega circa 10 giorni lavorativi ad arrivare...ovviamente da quando viene spedita ;-)

Sara Scavolini ha detto...

Si, infatti, se proposto scelgo sempre una spedizione "dogana-free", nel mio caso non è stato così..

Lillo ha detto...

Sara, mi potresti spiegare perché gli orari sotto i commenti sono tutti sbagliati? :-D

Sara Scavolini ha detto...

Non ne ho la più pallida idea..

Pandora Anello ha detto...

Maddai, per quel prezzo è ovvio che l'anello, l'argento, non l'ha ... panello.blogspot.it

Roberto ha detto...

Ho acquistato a gennaio un Lenovo K3 Note, ora da alcuni giorni ho un problema con il Display,contattato il supporto di Tinydeal e documentato il difetto, mi hanno proposto l'acquisto di un display nuovo ad € 56, spedizione gratuita, bontà loro, dunque il telefono ha solo cinque mesi si vita, Garanzia??? Il display originale lo acquistato da un altro negozio on line ad € 15,50 spedizione gratuita. Non comprerò mai più da Tinydeal, non sono seri.

Sara Scavolini ha detto...

Hai pagato con PayPal? Da un po' di tempo accettano anche quel tipo di pagamento. Direi che se lo hai fatto apri controversia e fai quel che devi fare, ti assicuro che la spunti senza fatica. Tra l'altro fino a fine anno, se invii il reso in Cina (mi raccomando almeno con raccomandata) ti rimborsano le spese.
Ti mando il link alla trafila che ho dovuto sostenere io.
http://nonpassaunattimo.blogspot.it/2016/05/gearbest-vs-sara-0-1.html
Se hai pagato con altri metodi non c'è altro da fare, del resto anche se altamente convenienti, non si compra mai roba costosa dalla cina, solo oggetti fino ad un massimo di 50 euro, questa è la regola che seguo.

Anonimo ha detto...

Ciao :) scusate se riapro il post, vorrei chiederti se, l'acquisto su aliexpress di un anello simil pandora senza marca, ma di forma identica, rientra nell'acquisto di merce contraffatta? Ho dubbi a riguardo e per questo non l'ho ancora acquistato. Grazie mille

Sara Scavolini ha detto...

Se non è indicata la marca, cioè se non è incisa nell'anello e non compare da nessuna parte (scatola ecc..), non è imputabile a merce contraffatta.
Prego, ci mancherebbe :)

Unknown ha detto...

Ciao Sara scusa se ti chiedo che riuscita hanno i charm simil Pandora dai 6€ in su? Diventano neri? Grazie in anticipo.

Blogger ha detto...

eToro is the best forex trading platform for beginning and advanced traders.

Posta un commento